Calciomercato in tempo reale

In attesa del colpaccio

Il 23 la prima amichevole azzurra
Il 23 la prima amichevole azzurra
- 59193 letture

Una prima parte di estate piuttosto tranquilla ha accompagnato le vicende del Novara calcio che nelle ultime settimane ha fatto poco parlare di sé sia nel bene che nel male che nella fase centrale del mercato vuol dire che sia in entrata che in uscita non si sono registrati movimenti rilevanti anche se è proprio dell’altro ieri l’arrivo in maglia azzurra di Ronaldo, non il fenomeno e nemmeno CR7 ma comunque un giocatore che può risultare utile alla causa; nella rosa è sotto gli occhi di tutti che manca un bomber da 15-20 reti a stagione, una figura che abbiamo sempre avuto negli ultimi anni con Galabinov, Evacuo e anche Gonzalez, una pedina che tifosi e addetti ai lavori che seguono le vicende di Casarini e compagni attendono con ansia ma che tarda ad arrivare rispetto alle mie personalissime previsioni che lo pensavano già pronto per i primi giorni di ritiro; i nomi accostati al Novara sono tanti, Maniero sembra titubante, Ganz, Floro Flores e Donnarumma si sono già accasati in altre squadre, Cacia sarebbe perfetto per raggiungere proprio con noi il primo posto nei marcatori della serie cadetta e in una compagine giovane sarebbe il terminale giusto per garantirci un peso specifico importante nel reparto avanzato, Cacia, Macheda, Sansone e la scommessa Simeri (attenti a lui) non sono male anche se mi sembra un personale più adatto ad un 4-3-1-2 che ad un attacco a tre punte come piacerebbe mettere in campo a Corini. Sono curioso di vedere le prime uscite in cui spero che il nuovo mister alternerà moduli e giocatori, se posso trovare qualche pecca negli ultimi allenatori visti a Novara è che spesso si sono fissati nel pre stagione su uno schema che poi si è rivelato sbagliato a campionato in corso, forse meglio essere fin da subito flessibili ad eventuali cambiamenti per non rischiare di partire come negli ultimi anni sempre ad handicap, sapete da quando gli azzurri non hanno una buona partenza? Facciamo qualche passo indietro, Boscaglia no, Baroni no, Toscano in legapro no, Aglietti no, Tesser in A e B no, bisogna tornare all’anno magico della Promozione in serie A quando sull’onda dell’entusiasmo e di una formazione già rodata abbiamo subito messo le marcie alte che ci hanno permesso di arrivare a Natale addirittura in testa alla classifica.

Passando a fattori extra campo ho letto di un Corini molto attento all’aspetto ambientale, cosa che avevo già notato nella conferenza stampa di presentazione, a Novara serve come il pane un mister che abbia queste caratteristiche perché va bene i giocatori, va bene Novarello, va bene le tattiche ma riportare entusiasmo in questa città può voler dire anche una decina di punti in più che credo che in un campionato equilibrato come la serie B non facciano proprio schifo. Un antipasto di azzurro, mare e poi si parte per una nuovo stagione dalla quale ho aspettative abbastanza importanti.

Avanti Novara!!!

Marco Dho