Il Comignago si ritrova: "Vogliamo fortemente migliorarci"

Bacchetta guiderà l'attacco a Comignago
Bacchetta guiderà l'attacco a Comignago
- 51593 letture

Il primo passo di una nuova "temporada" è da sempre il ritrovo estivo e il Comignago, rompendo il ghiaccio nella serata di giovedì al "Bar Faro", ha di fatto messo un piede nella stagione 2017-18 che vedrà la squadra, ancora una volta affidata al confermatissimo Lino Mastromonaco, partire in Seconda categoria con grande ambizioni di migliorare quel quinto posto che ha visto i gialloblù novaresi conquistare per un pelo l'approdo ai playoff nella scorsa stagione.

Confermato, oltre al tecnico e al suo staff che si arricchirà tra gli altri della presenza di Marco Piva che smette i panni di calciatore dopo l'ultima stagione al Lesa Vergante per passare dall'altra parte della barricata, lo zoccolo duro dei giocatori della passata stagione che vedrà tuttavia la rosa rinforzata a tutti i livelli e in tutte le posizioni di campo per andare a colmare quelle lacune che, soprattutto nella seconda parte dell'annata appena conclusa, non hanno consentito al Comignago di rendere al meglio.

Completamente nuovo il pacchetto degli estremi difensori, con gli arrivi dalla Maranese di Filippo Zanetta, che proprio con la compagine ticinese ha ottenuto il salto in Prima categoria vincendo il girone B, e di Albano Martini in uscita da Dormelletto. Il reparto meno toccato è stato probabilmente quello difensivo dove ai confermatissimi Brigatti, Pizzetta, Travaini e Giachetta sono stati aggiunti Fabrizio Giacchero Paolo Sconosciuto dal Lesa Vergante. Oltre ai due e sempre dal Lesa arriverà anche Giacomo Seresin che sarà tesserato ma che purtroppo perderà la prima parte di stagione a causa di un intervento che lo terrà al palo per almeno quattro mesi.

Molte le novità a centrocampo dove gli unici confermati rispetto alla scorsa stagione restano Scollo, Comazzi e Guglielmi e per cui, anche numericamente, c'era da mettere mano con grande determinazione al reparto: praticamente saccheggiato il Lesa Vergante da cui arriveranno Andrea Lorenzo Torre, Federico Tona Marco Caon, ai quali si aggiungeranno l'ancora giovane Lorenzo Calone, fermo nell'ultima stagione ma con esperienze importanti alla Castellettese e il classe 2000 Davide Buratti, che arriva a Comignago direttamente da Momo. Infine è praticamente certo il rientro nella rosa gialloblù di Marcello Mantoan, incappato nella lunga squalifica che l'ha tenuto lontano dai campi per diversi mesi ma pronto ad indossare nuovamente la casacca del Comignago.

Rivoluzione anche in attacco dove ai confermati Bacchetta e Palmiero si aggiungono Andrea Minniti, neanche a dirlo in arrivo dal Lesa Vergante, e la sorpresa Fabio Contribunale, uno dei migliori prospetti messi in luce nella scorsa stagione dal Veruno. In più si metterà a disposizione anche Matteo Battistella, fermo da alcune stagioni per problemi fisici ma che comincerà la preparazione con la squadra e potrà essere l'uomo in più di questo Comignago.

"Sono molto contento di come abbiamo risistemato la rosa - conferma mister Mastromonaco - anche perché l'abbiamo fatto in tempi strettissimi tanto da poter dire che siamo praticamente a posto con quello che abbiamo. Ovviamente l'obiettivo non può essere che quello di provare a migliorare la classifica ottenuta nella scorsa stagione anche perché siamo consapevoli che tra il nostro quinto posto e il terzo che abbiamo occupato fino a poche giornate dalla fine passano veramente pochi punti. In questo sono spalleggiato da una società che vuole crescere e la prova è l'iscrizione alla Coppa della prossima stagione che, seppur non darà la possibilità di fare il salto di categoria, ci permetterà comunque di far crescere sia l'ambiente che i giocatori stessi".

L'intento, probabilmente riuscito in casa Comignago, era quello di andare a colmare alcune lacune che nella stagione appena conclusa erano emerse in maniera tangibile, soprattutto nel finale di stagione. "Ci siamo trovati ad un certo punto con la coperta corta - confessa il tecnico - soprattutto a centrocampo dove, tra giocatori infortunati e alcune squalifiche di troppo, siamo andati in difficoltà anche numericamente. Dovevamo rinforzarci principalmente in questa zona e credo che ci siamo riusciti, la squadra è ben assortita e mi permetterà di non dover schierare giocatori fuori ruolo come purtroppo mi è capitato spesso l'anno scorso. In più puntavamo ad avere una rosa composta interamente da giocatori sullo stesso livello per rendere i ragazzi quanto più intercambiabili e il risultato non può che lasciarmi soddisfatto, andando a coprire un'altra delle lacune che purtroppo non ci ha permesso di raggiungere l'obiettivo nel campionato appena concluso. Gli attaccanti sono un esempio di questo, Bacchetta nella scorsa stagione ha dovuto giocare spesso da esterno, e quindi non nel suo ruolo naturale. Certo è presto sapere come giocheremo quest'anno perché dipende da tanti fattori ma la consapevolezza di avere giocatori duttili sarà sicuramente un nostro punto di forza che ci permetterà di cambiare le carte in tavola anche a partita in corso".

Tutto pronto dunque per la nuova stagione, che comincerà ufficialmente domenica 20 agosto in doppia seduta per poi dipanarsi per l'intera settimana successiva. Subito in campo domenica 27 per l'amichevole con il Varallo&Pombia mentre domenica 3 settembre sarà la volta della sfida con il Borgolavezzaro. Poche amichevoli perché il 10 il Comignago sarà già in campo per il primo impegno di Coppa mentre la domenica successiva sarà campionato.

Carmine Calabrese