Calciomercato in tempo reale

Novara ancora k.o., vince la Folgore Caratese

Tanto lavoro da fare per mister Corini
Tanto lavoro da fare per mister Corini
- 61087 letture

Termina col risultato di 1-0 la sfida "in famiglia" fra Folgore Caratese e Novara disputata allo stadio "XXV Aprile" di Carate Brianza. Il "derby" interno alla famiglia De Salvo si chiude con un risultato che fa suonare un campanello d'allarme in casa azzurra per le difficoltà palesate nel proporre gioco offensivo, nella costruzione delle palle gol. Sicuramente va considerato che si tratta di calcio d'agosto e c'è l'alibi dei moltissimi cambi rispetto a quello che presumibilmente sarà l'undici iniziale, fatto sta che mancano comunque poche settimane all'esordio in campionato e la strada da fare per mettere in campo un 11 competitivo sembra ancora molta.

Vantaggio brianzolo, azzurri spenti  La Folgore sorprende gli azzurri sbloccando il punteggio al terzo minuto, quando la gara non è ancora entrata nel vivo: Armeno è ingenuo ad avventarsi su Peluso agganciando il classe '85 che portava palla in maniera non pericolosa nei pressi della linea dell'area di rigore. Bonfrisco non ha dubbi e decreta il penalty, è lo stesso numero 10 folgorino a freddare Benedettini che pure intuisce la traiettoria buttandosi alla propria sinistra. Il Novara fatica a trovare una reazione, lo svantaggio innervosisce gli azzurri (all'esordio con la seconda divisa bianca con righine verticali e maniche azzurre) che si fanno irretire e compiono diversi falli di frustrazione sui meno quotati rivali. L'occasione per pareggiare arriva al 21', con Armeno che cerca il riscatto dopo l'errore che ha sbloccato il punteggio: l'ex Matera serve in profondità Simeri che sfugge a Monticone ma non riesce ad impattare a sufficienza il pallone sull'uscita di Rainero. Il momento è favorevole agli uomini di Corini che sfiorano nuovamente il pari con Chiosa. Il centrale (oggi capitano) svetta su angolo di Ronaldo ma da pochi passi spedisce a lato portandosi le mani al volto. Al 29' sugli sviluppi di una punizione ribattuta, Peluso tira forte dalla distanza trovando le braccia di Benedettini ben posizionato. Il finale è di marca azzurra: al 43' Ronaldo riceve uno scarico da sinistra e fa partire un pericoloso tiro da fuori, palla di poco a lato alla sinistra di Rainero. Lo stesso estremo folgorino salva il risultato allo scadere della prima frazione, rispondendo con efficacia l'incornata di Schiavi su cross dalla sinistra.

Pressione sterile, i gol non arrivano  La ripresa si apre con un buon gesto tecnico di Simeri che riceve da Armeno, si gira su sé stesso e calcia a giro sul secondo palo mancando di poco l'incrocio. Il Novara prova a spingere, ma colleziona solo angoli e qualche mischia. All'ottavo Del Fabro calcia alto su una ribattuta da corner della difesa brianzola, Al 10' c'è un rimpallo nell'area della Folgore, Del Fabro fa da torre e sottomisura Schiavi conclude in acrobazia, colpendo però il corpo di Chiosa che a sua volta cercava la deviazione vincente. Ancora protagonista l'esordiente centrale ex Cagliari che al 15' svetta in area mandando la palla sopra la traversa. A metà secondo tempo scatta un'ampia girandola dei cambi che cambia completamente la fisionomia delle squadre. Uno dei neo entrati è Maniero (al debutto), che rischia di timbrare il cartellino dopo tre minuti di Novara, più precisamente al 24': riceve da destra, parte sul filo del fuorigioco ma incrocia troppo la sua conclusione sul palo opposto. Gli azzurri premono, ma manca intesa fra i giocatori e i singoli reparti, oltre alla lucidità nelle giocate. Si chiude con un punteggio che non fa certo sorridere la più blasonata fra le due contendenti.

FOLGORE CARATESE - NOVARA  1-0

Folgore Caratese (4-2-3-1): Rainero (17'st Varesio); Picone Chiodo (34'st Mama Ngom), Monticone, Ros, De Santis; Burato (38'st Moreo), Bianco (17'st Ciko); Rivaldinho (1'st Castellani), Peluso (26'st Nodari), Carbonaro (33'st Rudi); Moretti (12'st Vingiano). A disposizione: Mangili, Cattaneo, Antonucci, D'Avenia, Nodari, Corioni, Drovetti. All.: Sandro Siciliano.

Novara (4-3-3): Benedettini (1'st Farelli); Beye (22'st Tartaglia), Del Fabro (26'st Troest), Chiosa (26'st Scognamiglio), Armeno (22'st Calderoni); Nardi (22'st Casarini), Ronaldo (24'st Chajia), Schiavi; Di Mariano (22'st Sansone), Simeri (22'st Maniero), Da Cruz (22'st Macheda). A disposizione: Campus, Penna. All.: Eugenio Corini.

Arbitro: Angelo Bonfrisco.

Note: angoli 13-0 per il Novara, nessun ammonito.

Stefano Calabrese