La Juve Domo frena la corsa Ro.Ce.

La punizione che vale l'1-1 domese
La punizione che vale l'1-1 domese
- 80622 letture

Esordio casalingo per la neonata Romentinese e Cerano che, dopo la vittoria esterna di Baveno che ha portato il morale alle stelle, impatta nella sfida contro una Juventus Domo ancora a secco di vittorie e al secondo pareggio consecutivo in campionato. Tutte le reti nella prima frazione di gioco dove i ragazzi di Rotolo, che hanno prevalso a centrocampo e sfruttato gli ampi varchi sulle fasce, hanno costretto i bianconeri di Mellano ad arretrare spesso la linea difensiva che a fatica è riuscita ad arginare le offensive avversarie. Dopo vari tentativi a rete del solito Salzano, vera anima dell’attacco, la Romentinese e Cerano è passata in vantaggio grazie alla pregevole voleè di tacco in mischia del centrale difensivo Deri per poi essere raggiunta nel finale di tempo dalla perla balistica su calcio piazzato di Casas Sanchez. 

Gioco vivo Tra i ricordi più vividi che hanno caratterizzato la sfida tra le due compagini risalta alla mente la recente e bruciante sconfitta degli ossolani nel finale dello scorso campionato, anche se all'epoca di parlava di Cerano, che ha di fatto rovinato il finale di stagionale domese. Fattore questo che ha subito infervorato lo spirito aggressivo degli ospiti che al 1', con il bolide di Casas Sanchez, saggiano l’attenzione di Zenoni che a stento riesce ad evitare l’immediato passivo. Trascorrono solo 3' e alla punta domese risponde Bigioni che fa la barba al montante di un attonito Fovanna. L’impostazione tattica della Juve Domo, con una linea difensiva spesso a cinque, non consente ai padroni di casa incursioni centrali ma, contrariamente a quanto previsto, lascia spesso scoperto l’out di destra dove Salzano spadroneggia tentando la via della rete in svariate occasioni. Al 15' un’incertezza sulla mediana difensiva dei padroni di casa consente a Casas Sanchez di servire centralmente Bottone che viene però anticipato dall’uscita di testa fuori dalla propria aerea di un coraggioso Zenoni che sventa il pericolo. Dopo la reattiva risposta della Romentino e Cerano al 17' con l’incursione di Ottino che guadagna una punizione dal limite che Salzano deposita poco oltre la traversa di Fovanna, al 19' il tiro cross di Alessi Anghini filtra tra una selva di gambe avversarie e arriva sui piedi di Bottone che mira sul primo palo ma ancora Zenoni si oppone trattenendo il pallone diretto nell’angolo. Il gol è nell’aria e nonostante i padroni di casa prevalgano controllando il centrocampo i domesi non sembrano voler piegarsi all’egemonia degli avversari; ma al 29', dopo l’ennesimo tentativo a rete di Salzano che Fovanna devia d’istinto in angolo, la Romentinese e Cerano passa in vantaggio con l’uomo che nessuno si aspetta: l'azione del vantaggio dei locali nasce sulla fascia sinistra avversaria ancora con Salzano che con un rasoterra mira il primo palo alla sinistra di Fovanna, sulla traiettoria s’inserisce Deri che con la classica voleè di tacco inganna l’estremo difensore domese. La Juventus Domo accusa il colpo e rimane in balia delle offensive avversarie e al 35' Salzano, servito da Tenkorang, prova a raddoppiare lo score sfiorando il palo. Gli undici di Rotolo tengono bene il campo ma la Juventus Domo non è una squadra da sottovalutare in nessun caso; e poco prima dello scadere del primo tempo (43’) conferma questa sua immagine pareggiando i conti con la pregevole punizione calciata da Casas Sanchez che s’infila sul sette dove Zenoni non può arrivare. 

Prevale la stanchezza Al contrario del primo tempo, la ripresa risulta davvero avara di emozioni; le squadre per i primi venti minuti si annullano vicendevolmente senza impegnare i rispettivi portieri ma aumentando l’agonismo che spesso assume un carattere troppo aggressivo, obbligando il direttore di gara a continue interruzioni. La prima azione di rilievo al 21’ con Bigioni protagonista che prova il tiro dai sedici metri ma la palla viene smorzata dall’intervento di un difensore terminando la sua corsa tra le braccia del portiere domese. Al 36' doppio intervento di Fovanna che prima si oppone a pugni chiusi sulla punizione di uno scatenato Salzano dal limite d’area e sulla corta respinta, ancora il folletto di casa tenta un rasoterra parato da Fovanna. Il forcing della Juventus Domo si delinea senza successo fino allo scadere dei novanta minuti con svariati tentativi di sfondamento della difesa avversaria nella quale Deri e compagni non si sono mai fatti sorprendere. 

 

Romentinese e Cerano-Juventus Domo 1-1

Reti: 29' Deri (R), 43' Casas Sanchez (J).

Romentinese e Cerano: Zenoni, Eliseo, Mullici, Jo. Tengorank, Dorigo, Deri, Salzano, Ciana, Bigioni, Malaspina, Ottino (1'st Grieco). A disposizione: Di Pierri, Ibba, Ja. Tengorank, Gashi, Moscardi, Perrotta. All. Rotolo.

Juventus Domo: Fovanna, Piccirilli, Carrera, Iulini (40'st Pesce), Piscopo, Alessi Anghini, Bogani, Falcioli (28'st Appetito), Bottone (22'st Borgnis), Kate, Casas Sanchez (33'st Viscomi). A disposizione: Pavesi, Cento, Guerra. All. Mellano.

Arbitro: Marin di Portogruaro.

Note: Angoli 8-0. Ammonito Falcioli per la Juventus Domo.

Antonino Lanzetta