Accademia come da pronostico, Valduggia a testa alta

L'espulsione di Barbetta
L'espulsione di Barbetta
- 39966 letture

Non ha deluso le attese il big match della prima giornata del girone A di Promozione tra la neo promossa Valduggia protagonista di un campionato trionfale lo scorso anno in Prima Categoria e l’Accademia Borgomanero favoritissima per la vittoria finale e per il conseguente passaggio in Eccellenza, gli ospiti hanno vinto in rimonta 2 a 1 dopo essere passati in svantaggio per una rete di Bottega che ha illuso i padroni di casa che sono stati raggiunti da Poi dopo quattro minuti e superati a fine primo tempo da un gol di Fontaneto; la ripresa ha visto l’Accademia sprecare tanto, il Valduggia ha pagato anche il fatto di essere rimasto in dieci per l’ingiusta espulsione di Barbetta che ha impedito ai ragazzi di Giacobino di tentare nel finale di raggiungere il 2 a 2.

Ribaltone Giacobino schiera i suoi con un 4-4-2 che vede in attacco la collaudata coppia Bottega-Urban, da notare la corsia sinistra che è presidiata da Mariani e Staccotto, due classe 1999; solito 4-3-3 per Bonan senza troppe sorprese, Fontaneto vince il ballottaggio con Terzi e viene schierato a fianco di Caramanna nel ruolo di centrale difensivo, confermato il tridente più utilizzato nelle amichevoli composto da Secci, Cosentino e Poi. Il match ha subito un buon ritmo con i padroni di casa che agiscono di rimessa ma non rinunciano a fare gioco, la prima grande occasione capita al 16’ sui piedi di Cosentino che calcia su Cattaneo in uscita, il Valduggia risponde con Staccotto che elude Francioli ma calcia sull’esterno della rete; la coppia Urban-Bottega crea grattacapi alla difesa rossoblù, al 23’ il numero nove di casa non trova il giusto angolo, un minuto più tardi è letale sempre su invito di Urban a trafiggere Tornatora. Secci si carica sulle spalle i suoi, al 28’ supera Mariani e mette in mezzo un pallone perfetto per Poi che non fallisce l’appuntamento con il pareggio; la partita cambia, gli ospiti prendono in mano il match mentre il Valduggia cala sia a livello fisico che morale, Cosentino e Poi sfiorano il vantaggio che arriva prima dell’intervallo con Fontaneto che finalizza uno schema iniziato da Cherchi e proseguito con la sponda di Cosentino per il difensore borgomanerese che è freddo e batte Cattaneo.

Chi sbaglia non paga La ripresa parte con un gesto tecnico da sottolineare, Urban calcia di prima intenzione un rinvio della difesa ospite ma per sua sfortuna non angola abbastanza la conclusione, sarebbe stato un gol da cineteca ed invece Tornatora riesce a respingere in angolo; l’Accademia torna a macinare gioco, da un momento all’altro sembra poter calare il tris ma Secci e Poi non riescono a superare un ottimo Cattaneo; il match prende ancor di più la direzione di Borgomanero al 28’ quando viene espulso Barbetta per un fallo su Ticozzelli, il capitano del Valduggia entra in maniera decisa ma il giallo sarebbe stato più che sufficiente e non avrebbe rovinato l’ultimo quarto d’ora in cui l’Accademia gioca al gatto con il topo dopo aver corso un brivido per un retropassaggio di Terzi che per poco non sorprende Tornatora, De Bei e due volte Poletti falliscono il 3 a 1, il Valduggia in inferiorità numerica non ha la forza di cercare il pareggio e i tre punti vanno a Cherchi e compagni.

VALDUGGIA-ACCADEMIA BORGOMANERO 1961 1-2

Reti: 24’ Bottega (V), 28’ Poi (A), 42’ Fontaneto (A).

Valduggia (4-4-2): Cattaneo; Blanco, Lucanera (43’st Bertona), Testa, Mariani; Rotti (31’st Carta), Barbetta, Armiraglio, Staccotto (47’st Terazzi); Bottega, Urban. A disposizione: Monti, Scaramuzzi, Mancin, Gaboardi. All. Giacobino

Accademia Borgomanero 1961 (4-3-3): Tornatora; Francioli (17’st De Bei), Fontaneto, Caramanna, Ticozzelli; Silva Fernandes, Valsesia (40’st Carantoni), Cherchi; Secci, Cosentino (17’st Terzi), Poi (31’st Poletti). A disposizione: Savoini, Antonioli A., Antonioli L. All. Bonan

Arbitro: Squara di Chivasso.

Note: Corner 2-3. Ammoniti Rotti, Cattaneo e Staccotto per il Valduggia, Poi per l’Accademia Borgomanero. Espulso Barbetta al 28’st per gioco scorretto. Spettatori 200ca con buona rappresentanza ospite.

Marco Dho