Oleggio e Castellettese, regna l'equilibrio: 1-1

Un'azione della gara
Un'azione della gara
- 39569 letture

Spesso i risultati di parità mettono in evidenza l'equilibrio regnante tra le contendenti in campo; è però anche vero che a volte le tante occasioni sciupate su entrambi i fronti danno la misura del livello di concentrazione che caratterizza per certi versi anche lo spettacolo offerto sul campo. La sfida tra Oleggio e Castellettese, terminata con un pareggio che lascia inappagate entrambe le formazioni, si sarebbe potuta trasformare all’improvviso in una vittoria per l’una o per l’altra compagine; ma non essendo, resta sulle due panchine l'amarezza per non aver sfruttato appieno le svariate opportunità create nel corso della gara. 

Subito gol È già vantaggio al 5' per l'Oleggio: Capacchione trova un varco nella linea difensiva avversaria per porgere a Maio un pallone al limite dell'area piccola, Santangelo non esce dando all'attaccante di casa tutto il tempo di mirare l'angolo opposto rispetto a quello in cui si trovava il portiere ticinese. Passare in vantaggio al primo affondo risulta però quasi deleterio per i padroni di casa che  si rilassano troppo dando agli avversari modo di replicare: sebbene colpita a freddo la Castellettese reagisce al 12' con il centrale difensivo Motta che aggancia un traversone di Petrone e prova la conclusione dal limite che Martinone para in due tempi. L'undici di Dossena riassesta il centrocampo affidato al veterano Salvigni, oggi alla sua prima da titolare, e a Caporale che con estro disegna le manovre offensive spesso finalizzate da Capacchione, sempre pungente sulla trequarti avversaria. I ticinesi di Forzatti, la cui forza tattica è delegata all’eclettico Parachini, faticano a trovare dei varchi utili per gli inserimenti di Negrello che, in quanto ex della partita, è ben conosciuto dai difensori orange. E' spettacolare al 17' l’intervento in bello stile di Martinone che devia la conclusione dello stesso Negrello indirizzata all’incrocio, poco dopo (25') la punizione calciata da Petrone termina di poco alta; nella seconda parte della prima frazione la partita inizia a offrire una sequenza di errori in fase d’impostazione che abbruttiscono lo spettacolo e per annotare un’azione degna di nota si arriva al 40' con l’occasione da rete capitata sui piedi Nino che solo davanti a Martinone calcia al lato. 

Quanti errori! Il match nella ripresa sembra cambiare volto, l’Oleggio si getta subito in avanti alla ricerca del raddoppio rendendosi pericoloso in area ospite al 1' con il tiro di Maio che coglie in pieno la traversa. L'episodio sembrerebbe anticipare un forcing dei padroni di casa promettendo spettacolo ma non sarà proprio così. Al 5' il pareggio della Castellettese suona quasi come una beffa per la panchina di Dossena: a siglare il tap-in vincente è proprio Negrello che deposita di testa alle spalle di Martinone un prezioso suggerimento di Marra. La ritrovata parità si trasforma in linfa vitale per le offensive ticinesi che al 7' sfiorano il sorpasso con il tiro di Bompan che sibila vicino all’incrocio. Gli "orange" però non abbassano la guardia e si rilanciano all’offensiva con Capacchione che al 12', dopo un’azione solitaria, si vede annullare un gol che sarebbe stato del tutto regolare se sulla traiettoria della palla, diretta sicuramente in rete, non fosse intervenuto a dir poco ingenuamente Maio che tocca prima che la palla si infili in rete facendo scattare l’offside. E sul capovolgimento di fronte è l’Oleggio che paga ancora un’ingenuità, questa volta difensiva, con l’espulsione per fallo da ultimo uomo, del giovane Anchisi che, superato in velocità da Petrone, lo ferma irregolarmente costringendo il direttore di gara ad estrarre il rosso diretto. Dossena corre ai ripari infoltendo la linea mediana a scapito della punta Stefanazzi ma ciò non sembra sufficiente a contenere l’attacco dei ticinesi che al 28' chiamano il giovane Martinone ad un difficile intervento sul tiro di Negrello. Al 33' una clamorosa occasione da rete per gli ospiti viene sciupata dall’ottimo Parachini che fa partire l'azione con una voleè a centrocampo che pesca Negrello sulla trequarti e poi va a concludere su suggerimento dello stesso attaccante che si traveste da assist-man: Parachini si avvede dell'uscita di Martinone ma, pressato dai difensori avversari, calcia al lato a porta vuota. Alla mancata occasione da rete ospite risponde al 39' quella orange con Shabanaga che raccoglie in area un lancio di Zuliani e da un metro dalla porta alza la mira gettando alle ortiche una favorevole opportunità. L’ultima chance di vittoria è per la Castellettese al 45' con Marra che scambia con Negrello ma si lascia anticipare dall'uscita disperata di Martinone che salva il risultato e chiude in parità la sfida. 

 

OLEGGIO-CASTELLETTESE 1-1

Reti: 5' Maio (O), 5'st Negrello (C).

Oleggio: Martinone, Anchisi, Zuliani, Salvigni (29'st Ardizzoia), Sironi, Budelli, Caporale, Capacchione (39'st Ferraris), Maio, Vacirca (33'st Shabanaga), Stefanazzi (20'st Villa). A disposizione: Passarelli, Diana, Maioli. All. Dossena.

Castellettese: Santangelo, Simone, Zaniboni, Bompan, Gaiga, Motta, Parachini (34'st Mattioni), Nino (23'st M. Ruggia), Negrello, Marra, Petrone. A disposizione: Ruga, Dallefeste, Bianchi, Battaglia, V. Ruggia. All. Forzatti.

Arbitro: Berta di Novara.

Note: Angoli 4-1, terreno in buone condizioni. Espulso al 12'st Anchisi (O) per fallo da ultimo uomo  Ammoniti Marra e Motta per la Castellettese.

Antonino Lanzetta