Il San Nazzaro spreca quel che il Borgolavezzaro raccoglie

La festa del Borgolavezzaro a fine gara
La festa del Borgolavezzaro a fine gara
- 38872 letture

Poteva essere la partita dell’agognato sorpasso in vetta alla classifica per il San Nazzaro Sesia ma la compagine di Davide Fallarini, che nella sfida casalinga ha affrontato il temuto Borgolavezzaro di Angelo Rimola, si è dovuta arrendere alla compattezza difensiva avversaria e alla costante imprecisione sotto rete dei propri attaccanti. La gara, sostanzialmente dominata dai padroni di casa, nonostante le occasioni da rete si chiude nel primo tempo a reti inviolate; in avvio di ripresa il guizzo di Luidelli scuote psicologicamente i sesiani che non riescono a trovare sbocchi vincenti fino alla mezz’ora quando l’invenzione su punizione di Vaccino riapre i giochi. La determinazione degli ospiti è però l’arma vincente tra le due sfidanti, una determinazione premiata poco dopo dalla rete di Cavaliere che chiude l’incontro nonostante l’assedio finale del San Nazzaro alla ricerca di un improbabile pareggio. 

Punture sesiane Com'é quasi d’obbligo sono i padroni di casa a condurre il gioco che si fa subito interessante al 1' sul traversone di Rambone sul quale Stangalino in elevazione non arriva per un soffio alla deviazione in rete; pochi minuti dopo (10') occasione sui piedi di Rambone che, servito dall’estremo opposto da un preciso lancio di Napoli, tira di destro appoggiando di fatto la palla tra le braccia di Paralovo. I ritmi rallentano nei successivi minuti ma resta la prevalenza in fase offensiva del San Nazzaro che con Merisi, anima del centrocampo sesiano, dimostra di avere una marcia in più, qualità questa non sfruttata appieno dai propri attaccanti. Al 20' la conclusione dalla sinistra di Toninelli diretta sull’angolo opposto trova la fortuita deviazione di Guerrera che sventa il pericolo. La prima vera azione ospite si annota al 25’ con l’intervento di testa di Marsigliante sulla punizione calciata da Ruffini. Lo schieramento tattico dell'undici di Fallarini dispone una linea difensiva alta che sventa sul nascere i velleitari tentativi degli ospiti di varcare la linea d’area avversaria e, sotto una forte spinta offensiva, l’occasione da rete capita ancora a Rambone che dopo la triangolazione con Stangalino prova la conclusione nuovamente con il destro, graziando ancora una volta l’estremo difensore avversario. Il Borgolavezzaro non sembra ancora essere entrato in partita, tant’è che su un’errata transizione difensiva il corto rilancio di Martella arriva sui piedi di Napoli che dai 25 metri tenta un beffardo pallonetto che però si spegne sull’esterno della rete. Sul finire di primo tempo ghiotta l’occasione per il San Nazzaro per passare in vantaggio: la volata sulla fascia di Guarlotti, che poco prima dell’ingresso in area scambia con Toninelli, viene vanificata dallo stesso attaccante che al più favorevole retropassaggio a “rimorchio” preferisce la conclusione personale che viene deviata da Paralovo. 

Escono gli ospiti La qualità e l'intensità di gioco messa in mostra dal San Nazzaro, che dopo la pericolosa conclusione di Toninelli al 1' sembrano ricalcare quasi esattamente quanto visto nella prima metà gara, svanisce all'improvviso favorendo la crescita del Borgolavezzaro che al 3' è già in vantaggio: è Luidelli a piazzare la zampata vincente destreggiandosi in area prima di indovinare il varco che trafigge Grassi sul primo palo; uno scossone davvero inaspettato per i padroni di casa, fin qui convinti che prima o poi sarebbero riusciti a penetrare la compatta difesa avversaria. Il Borgolavezzaro diviene immediatamente consapevole della propria forza e con la prospettiva di un primato in classifica sempre più solido aumenta la propensione offensiva. Al 7' ancora lo scatenato Luidelli prova la conclusione che, deviata da Ambrosoni, si trasforma in un pericoloso campanile che Grassi in uscita non trattiene regalando palla a Taddi che però gli calcia addosso. Efficace ma non vincente la reazione dei padroni di casa: prima (15') con l’incursione in area di Guarlotti che, servito da Merisi, tenta un pallonetto con Paralovo in uscita su cui il portiere non si fa ingannare respinge ndo l’insidiosa conclusione poi (18') con il tiro di Rambone che termina di poco fuori. Al 25' Capogreco getta alle ortiche l’occasione del raddoppio sciupando l'assist di Cavaliere calciando alle stelle da ottima posizione. La rete fallita è il preludio al pareggio sesiano: minuto 29', il direttore di gara concede una punizione dalla trequarti che Vaccino deposita in rete infilando Paralovo sul primo palo. Considerata la posizione in classifica ed il poco tempo restante al termine dei 90' regolamentari, la gara sembra potersi avviare su un classico risultato di parità che manterrebbe inalterata la distanza tra le due contendenti ma è la tenacia degli ospiti ad essere vincente. Infatti passano solo pochi minuti e il Borgolavezzaro riacciuffa il vantaggio con Cavaliere che infila Grassi sull’angolo più lontano (32'). Vano e inefficace il forcing del San Nazzaro che, alla ricerca del pareggio, tenta di sfondare l’impenetrabile difesa ospite schierata a difesa di un risultato prezioso ai fini della classifica.

SAN NAZZARO SESIA-BORGOLAVEZZARO 1-2

Reti: 3'st Luidelli (B), 29'st Vaccino (S), 32'st Cavaliere (B).

San Nazzaro Sesia: Grassi, Musarella, Guarlotti, Merisi, Ambrosoni, Vaccino, Rambone, Ranzani (29'st Ingrassia), Stangalino (19'st Oliva), Napoli, Toninelli (12'st Cito) A disposizione: Boselli, Nominelli, Gavinelli, Occhetta. All. Fallarini.

Borgolavezzaro: Paralovo, Bricco, Martella, Marsigliante, Ruffini (38'st L. Ubezio), Guerrera, Luidelli, Cavaliere, Capogreco (38'st Rizzotti), Borgia, Taddi A disposizione: C. Ubezio, Sgarbossa, Zocco, Moro, Gandini. All. Rimola.

Arbitro: Miccoli di Biella.

Note: Angoli 4-5. Ammoniti Guarlotti, Napoli e Cito per il San Nazzaro Sesia.

Antonino Lanzetta