Mantegazza si sfoga: "Vergognoso il comportamento della terna"

Marcello Mantegazza, tecnico trecatese
Marcello Mantegazza, tecnico trecatese
- 40713 letture

E' un fiume in piena il tecnico del Trecate Marcello Mantegazza, che si scaglia senza mezzi termini su una condizione di gara che, a partire dal rigore che ha decretato la sconfitta biancorossa ma non solo, ha di fatto deciso in termine di risultato una partita altrimenti incanalata su un risultato di pareggio che sarebbe stato accolto di buon grado da tutto l'ambiente trecatese. "Credo che il rigore che è stato assegnato all'Oleggio sia scandaloso. Raramente parlo di episodi arbitrali ma in questa partita ci hanno ovviamente condannato perché il fischio è arrivato in pieno recupero, anzi forse anche oltre visto che erano stati assegnati solamente quattro minuti. Dispiace perché ritengo che avevamo fatto un'ottima prova contro una buonissima squadra e forse il pareggio l'avremmo meritato; quello che dispiace di più però è stato l'atteggiamento della terna, a cui spesso manca l'umiltà nel porsi verso le persone che trattano invece con presunzione. L'errore ci può stare, siamo in Promozione e si sbagliano i gol quindi può capitare che si sbagli anche a fischiare, però l'atteggiamento che questi tre signori hanno tenuto verso di noi è vergognoso. E c'è da vergognarsi non tanto per l'errore, anche se è normale che chi lo subisca si arrabbi, ma per il comportamento disarmante; purtroppo spesso e volentieri la domenica ci capita di subire degli atteggiamenti del genere ma non solo noi, credo anche le altre squadre. Questi signori dovrebbero rendersi conto che gli arbitri non sono i protagonisti del gioco ma coloro che sono chiamati a far rispettare le regole: i protagonisti sono quelli che giocano a calcio, gli undici giocatori di una squadra e dell'altra, e loro invece di preoccuparsi di guardare la partita e di spiegare perché sia stata presa una decisione anziché un'altra badano a che chi fa riscaldamento abbia la casacchina o controllano che l'allenatore non faccia un passo oltre la propria area tecnica". 

Chiuso lo sfogo contro l'operato del mondo arbitrale, Mantegazza analizza anche la partita, leggendo tra le pieghe di una gara che ha proposto un Trecate attento ad ottenere un risultato positivo su un campo difficile come quello di Oleggio: "Abbiamo interpretato bene la partita in cui ci trovavamo ad affrontare una squadra bilanciata e ben messa in campo, ci sta sicuramente venire ad Oleggio e pensare di dover soffrire un pochino. Arriviamo da un momento un po' delicato in cui tutte le cose non ci riescono facili ma al di là di una punizione da fuori che ha preso la traversa non abbiamo corso grossi pericoli; questa flessione che abbiamo patito in campionato è però colpa nostra perché abbiamo regalato nel corso delle giornate squalifiche che all'interno della nostra rosa si fanno sentire, pagandole sotto forma di punti in classifica. Non sono però preoccupato quando vedo la squadra in campo, vedo un Trecate vivo che lotta su ogni pallone e questo mi fa ben sperare perché ritengo che abbiamo la capacità per tirarci fuori da questo momento. Sperando che ce lo lascino fare".

Carmine Calabrese