Calciomercato LIVE

Meritato il pareggio della Ro.Ce., fermata la capolista

Un'azione della partita
Un'azione della partita

A volte è molto sottile la linea che divide una prestazione da prima in classifica con una mentalità vincente e una in cui, verosimilmente sottovalutato l'avversario, ci si trova a difendersi con tenacia e in alcuni frangenti con affanno da una squadra che, nonostante alcune assenze importanti, ha costretto gli avversari ad essere pericolosi solo in contropiede. Questa la fotografia della sfida che al "Beretta&Muttini" ha contrapposto la Romentinese e Cerano di Rotolo alla capolista Le Grange Trino guidata da Cretaz. La formazione di casa schiera tutti e quattro i suoi nuovi acquisti, che nei rispettivi reparti hanno contribuito in maniera determinante al raggiungimento del risultato nonostante il muro difensivo eretto nel finale di ripresa dalla retroguardia vercellese. Il vantaggio degli azzurri, giunto quasi allo scadere della prima frazione di gara, non ha scalfito la voglia di riscatto dei granata che, anche durante la seconda parte di gara, hanno spinto sul fronte offensivo e raggiunto meritatamente il pareggio nei minuti di recupero. 

Morso della capolista La spinta offensiva dei padroni di casa è subito evidente, la linea mediana a baricentro avanzato guidata dalla fantasia di Ciana difende bene la profondità senza mostrare il fianco ai tentativi del trio Esposito, Fumana e Dayné che frequentemente hanno tenuto alta l’attenzione della retroguardia granata. Ma è la Ro.Ce. ad essere pungente per prima al 7' con Fogazzi che per un soffio manca la deviazione a rete di testa su preciso traversone di Losi. Di carattere la replica dei vercellesi al 10' quando Dayné conquista palla sulla propria trequarti, serve nel corridoio Fumana che calcia a botta sicura ma sulla traiettoria s’immola Nasali che devia in angolo la pericolosa conclusione. Superata la prima fase di gioco, la Ro.Ce. aumenta la pressione offensiva costringendo gli avversari ad una massiccia attività di difesa che, a volte con affanno, riesce a contenere le progressioni di Ballgjini e Fogazzi. Una serie di azioni offensive per entrambe le squadre hanno mantenuto viva la sfida: al 26' Gallace dalla distanza ma la mira non è precisa, un minuto dopo sono gli ospiti a bussare dalle parti della difesa granata con la combinazione Esposito-Fumana, l’assist di quest’ultimo è per l’accorrente Bertola ma la sua conclusione, forte e centrale, è parata senza problemi da Bonassi; infine al 28' Josiah Tengorank porta palla sulla fascia prima di scambiare con Malaspina e accentrarsi per lasciar partire un fendente che Pomat para in due tempi. La costante pressione offensiva dei granata costringe gli ospiti a serrare la linea mediana e cercare l’occasione per colpire in contropiede e, dopo una paio di tentativi ben arginati dalla difesa di casa, al 42' i vercellesi passano in vantaggio con il guizzo vincente di Fumana che ribatte in rete la corta respinta sulla linea di Ciana sul tiro di Esposito, non trattenuto da Bonassi. 

Pressione costante Dopo un primo tempo votato interamente all’attacco, l’atteggiamento offensivo dei padroni di casa nella ripresa non muta l’andatura e gli undici di Rotolo ripartono subito in quarta alla ricerca del gol che riporterebbe la parità dopo l’inaspettato svantaggio. Nel giro di pochi minuti la Ro.Ce. potrebbe arrivare al pareggio provando prima con Ciana su calcio piazzato (9') con Pomat bravo a vigilare su un varco lasciato dalla barriera e bloccare a terra, poi con la conclusione di Losi che, trovata una fortuita deviazione si alza pericolosamente a campanile prima di spegnersi sull’esterno della rete (13'); al 17' tocca a Malaspina concludere di poco alto sopra la traversa. Sembra fatta per il pareggio al 22' quando Pomat, disturbato dalla pressione di Ballgjini, non trattiene il traversone di Malaspina permettendo a Josiah Tenkorang di segnare a porta sguarnita ma il direttore di gara interrompe il gioco per presunto fallo sullo stesso Pomat. Al 25' la botta di Gallace dalla distanza, deviata da Capelli, sfiora la traversa ma non c’è tregua per i vercellesi che subiscono l’avanzata granata perché al 34’ ancora Gallace indirizza il suo diagonale fuori di poco. Agli ospiti non resta che serrare ancor più le fila difensive e tentare il colpo del raddoppio in contropiede che si sviluppa al 43' con il lancio di Bonel fermato non perfettamente dai difensori granata, la palla viene riconquistata da Dayné che prova la conclusione con palla alta sulla traversa. Il direttore di gara annuncia 4' di recupero che saranno fatali per gli ospiti, ancora stretti in difesa a proteggere il vantaggio che proprio al 49' sfugge sul preciso colpo di testa del neo acquisto Ballgjini che sull’ennesimo tiro dalla bandierina a favore dei padroni di casa svetta più in alto di tutti e di testa batte Pomat siglando il meritato pareggio. 

 

ROMENTINESE E CERANO-LE GRANGE TRINO 1-1

Reti: 42' Fumana (L), 49'st Ballgjini (R).

Romentinese e Cerano: Bonassi, Eliseo, Losi, Jo. Tengorank, Nasali, Deri (6'st Mullici), Malaspina, Gallace, Ballgjini, Ciana, Fogazzi (25'st Ottino). A disposizione: Rizzetto, Gashi, Ja. Tengorank, Moscardi, Naggi. All. Rotolo. 

Le Grange Trino: Pomat, Bonel, Ajaraam (27'st Bonura), Lopes, Capelli, Canino, Esposito (38'st Montari), Comentale (41'st Fiore), Fumana (48'st Soster), Dayné, Bertola. A disposizione: Vescio, Cappadona, Duraci. All. Cretaz.

Arbitro: De Prato di Udine.

Note: Angoli 8-1. Ammoniti Ciana e Ballgjini per la Romentinese e Cerano, Bertola per Le Grange Trino.

Antonino Lanzetta