Arona, tre punti per cominciare bene l'anno

Momenti di gioco
Momenti di gioco

Prima gara ufficiale del 2018 e al "Comunale" di Arona si sfidano i lacuali locali guidati da Porcu e il Piedimulera del reintegrato tecnico Tabozzi. In palio ci sono tre punti pesanti sia per l’Arona, che vuole scappare lontano dalla zona play-out, che per il Piedimulera che in questo girone di ritorno tenterà una disperata corsa contro la retrocessione diretta in Promozione. Ancora indisponibile per i locali il neo acquisto Lissoni che si accomoda in tribuna.

Botta e risposta Si capisce subito che sarà una partita dai ritmi altissimi perché già dopo tre minuti dal fischio iniziale del signor Quarà di Nichelino il Piedimulera si porta in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione sul centrodestra la retroguardia della squadra novarese non è piazzata bene, Papasodaro riesce a trovare Giovanni Romano che davanti a Sivero non sbaglia e porta i suoi sullo 0-1. L'Arona però non ci sta e spinge da subito sull’acceleratore soprattutto con un Lipari ispiratissimo; al minuto 13 sugli sviluppi di un calcio d’angolo Tinaglia mette a lato, passano solo tre minuti ed è pareggio Arona: Lipari lanciato in campo aperto viene steso da Marta, Pescarolo si incarica della punizione e dai 25 metri batte Bionda con un destro ficcante. Anche dopo il pareggio il forcing degli uomini di Porcu non si placa tanto che pochi minuti dopo l'1-1 i padroni di casa si ripresentano dalle parti di Bionda con un tiro di Centani che finisce a lato. Al 26' sempre Arona: Lipari mette in difficoltà la difesa del Piedimulera con giocate di alto livello tecnico poi serve Ntiri Opoku che calcia debolmente. Alla mezz’ora timido risveglio del Piedimulera che sembrava essere alle corde dopo il pareggio dei locali, il tiro di Romano che si spegne a fondo campo. Al 35' l'Arona mette la freccia, Lipari batte una punizione perfetta a tagliare la difesa dal centro sinistra e per Mochi, che si era sganciato dal pacchetto difensivo, è un gioco da ragazzi appoggiare in porta il pallone alle spalle di un incolpevole Bionda.

Dominio lacuale La ripresa si apre con una sostituzione per gli ospiti che lasciano negli spogliatoi il portiere Bionda per inserire il secondo Galli. Ma come aveva finito ricomincia l’Arona con due palle-gol per chiudere il match: al 2' Lipari si trova a tu per tu con il neo entrato Galli sfruttando una perfetta verticalizzazione di Pescarolo ma strozza troppo il tiro e mette a lato; due minuti più tardi si scambiano i ruoli i due giocatori novaresi con Lipari in versione assist-man che serve Pescarolo al limite che però calcia alto sopra la traversa. Girandola di cambi per entrambe le squadre e con l’ ingresso di Ambrosiani il Piedimulera sembra ritrovare un po’ di spirito per provare ad agganciare il pareggio; i ragazzi di Porcu invece sembrano risentire un po’, soprattutto a livello fisico, della spinta offensiva per recuperare il gol di svantaggio. Molti palloni buttati e un po’ di indecisioni soprattutto in mediana fanno sì che il Piedimulera possa alzare il suo baricentro ma in realtà gli uomini di Tabozzi non saranno mai pericolosi dalle parti di Sivero. Al 37’ la svolta del match: Violi, molto nervoso, viene espulso per un brutto fallo su Pescarolo; sembra essere il momento di chiudere la partita per i ragazzi di Porcu, ma di nuovo Lipari non riesce a segnare il gol del 3-1. Al minuto 43 lo stesso Lipari, stremato ma autore di una bella partita seppur non coronata dal gol, lascia il campo all'argentino Romea e l’attaccante sudamericano si dimostra subito in palla e alla seconda sfera toccata, lanciato in contropiede da Centani, mette alla sinistra di Galli firmando il definitivo 3-1 che fa esplodere il pubblico di casa. 

ARONA-PIEDIMULERA 3-1

Reti: 3' Gio. Romano (P), 17' Pescarolo (A), 35' Mochi (A), 45'st Romea (A).

Arona (4-3-3): Sivero, Bergantin, Tinaglia, Pescarolo, Mochi, Viganó, Gia. Romano (35'st Pellicelli), Centani, Ntiri Opoku (16'st Girardi), Lipari (43'st Romea), Mostoni (26'st Bonetti). A disposizione: Beltrami, Notte, Merchioni. All. Porcu.

Piedimulera (4-4-1-1): Bionda (1'st Galli), Sistino, Paganini, Violi, Mammucci, Marta, M. Fernandez (11'st Ambrosiani), A. Fernandez, Gio. Romano, Papasodaro, Cugliandro (31'st Montagnese). A disposizione: Pettinaroli, A. Romano, Moretti. All. Tabozzi.

Arbitro: Quarà di Nichelino.

Note: Espulso al 37'st Violi (P) per gioco pericoloso. Ammoniti Viganó, Romea e Tinaglia per l’Arona, Marta, Cugliandro e Sistino per il Piedimulera. Partita cominciata con 5' di ritardo a causa di un problema alle reti. Presenti 100 persone circa, terreno in buone condizioni.

Gianni Foralosso