Calciomercato LIVE

Fara abbraccia Amatrice: dalla solidarietà nasce un gemellaggio

Fara e Amatrice uniti sul campo
Fara e Amatrice uniti sul campo

Era l'appuntamento clou di questo avvio di 2018, un evento voluto fortemente da tutta la società Fara Calcio che ha lavorato sodo per mandare un messaggio forte alla popolazione di Amatrice, colpita da un terremoto devastante che ha messo in ginocchio non solo la cittadina laziale ma tutte le zone limitrofe. "Uniti non si trema": questo lo slogan, azzeccato e ridondante, che la società farese ha scelto per accogliere la squadra di Amatrice con il chiaro intento di raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione ancora in corso, non solo attraverso la partita giocata domenica mattina ma anche con la cena a prenotazione, tenutasi la sera prima festeggiando l'Epifania presso i locali del Circolo "Alzate attiva" di Alzate di Momo.

"E' stata una due giorni perfetta - confessa con orgoglio il tecnico del Fara Mauro Nigro a cominciare dalla cena di sabato sera in cui abbiamo raccolto attorno al tavolo 180 persone per un ricavato di 4500 euro che la sera stessa abbiamo consegnato personalmente a Romeo Bucci, l'allenatore della squadra di Amatrice. Tutti i ragazzi nostri ospiti sono stati contenti perché non si aspettavano un accoglienza simile da parte nostra: dopo aver mangiato e bevuto con noi hanno anche fatto serata insieme a miei ragazzi mettendo in piedi un vero e proprio gemellaggio tra le due società: meglio di così non sarebbe potuta andare. La domenica mattina poi abbiamo diviso l'ulteriore incasso che abbiamo avuto al campo sportivo consegnando ulteriori 500 euro ai nostri ospiti, per un totale di 5mila euro consegnati per la ricostruzione: alla gara sono intervenuti circa 200 persone e, anche se la giornata non era metereologicamente parlando delle più rosee, ci aspettavamo qualche persona in più dai paesi limitrofi; probabilmente anche il periodo festivo non ha aiutato ad aumentare il numero degli intervenuti ma noi siamo ugualmente contenti di quello che siamo riusciti a fare, abbiamo raccolto una bella somma ma, cosa ancora più importanti, siamo riusciti a rendere gioioso il soggiorno dei nostri ospiti".

Domenica è nato quindi un vero e proprio legame tra le società Fara e Amatrice tanto che i laziali hanno addirittura ricambiato l'invito alla società novarese: "Ci ha fatto piacere che tutta la società Amatrice - continua Nigro - ci abbia invitato a raggiungerli in primavera, tra la fine di maggio e l'inizio di giugno, per ricambiare il nostro invito ed essere ospiti da loro. Ci stiamo già organizzando per dare un seguito alla nostra giornata, questa volta in casa loro, e continuare a condividere le emozioni che abbiamo provato in questo riuscitissimo weekend; ancora stamattina il presidente della società mi ha rinnovato telefonicamente l'invito dimostrando grande disponibilità, la stessa che abbiamo noi nel ripetere l'evento da loro".

Carmine Calabrese