Eccellenza girone A - Trino e Stresa, col fiatone ma vittoriose

Lo Stresa resta agganciato alla vetta
Lo Stresa resta agganciato alla vetta

Hanno dovuto attendere il recupero le prime della classe per poter festeggiare ma alla fine sono tre punti importanti quelli colti a Piedimulera e Alice Castello dalle due battistrada, perché permettono di scavare un solco ancora più ampio con le inseguitrici che vivono ancora una domenica in chiaro scuro. Due doppiette, di Dayné per il Le Grange Trino e del nuovo arrivato Beretta per i borromaici, identico punteggio: i vercellesi di Cretaz rischiano grosso di fronte ad un Piedimulera voglioso, che va per primo in vantaggio, ma nella ripresa rialzano la testa portando a casa il risultato (1-2); quasi in fotocopia il risultato dei "blues" di Galeazzi che prendono prima lo schiaffo da Mancuso per poi ribellarsi in una gara al limite della giocabilità per la nebbia. La Biellese, terza forza del campionato, cade al "Pedroli" sotto i colpi di Austoni che rilancia il Verbania e cede il terzo gradino del podio ad un Città di Baveno a cui serve una doppietta di Hado per violare il campo della Pro Settimo (1-2). Risale la china il PDHA di Brando, che fa colare a picco il suo passato passeggiando su una Juventus Domo quasi mai in partita (3-1), mentre Aygreville e Ro.Ce. imponendosi in trasferta con tre gol di scarto iscrivono il proprio nome tra le pretendenti ad un posto playoff; discorso a parte merita il Borgovercelli, che dà vita ad una gara ricca di gol (5-3) con l'Arona in cui il protagonista è l'ex Vergadoro, autore di un'impietosa doppietta. Scivola nuovamente in zona rossa il Lucento mentre il pari (2-2) tra Pavarolo e San Maurizio Canavese non risolve i problemi delle due compagini torinesi.

Crolla La Biellese, perso il terzo posto - Tutti i risultati del 21° turno e la classifica aggiornata

Carmine Calabrese