Vogogna, tre punti all'ultimo sospiro

Tutto pronto per Sizzano-Vogogna
Tutto pronto per Sizzano-Vogogna

Guardando alla classifica sarebbe potuta sembrare una gara scontata, quella tra il Sizzano in lotta per la salvezza e il Vogogna primo della classe del girone A di Prima categoria; ma la compagine novarese dopo aver battuto una big del raggruppamento come il Momo voleva dimostrare ancora una volta il suo valore al cospetto della capolista ossolana. I verdi di Chiaravallotti avevano però bisogno di continuare la propria marcia verso la Promozione e potevano schierare il loro miglior undici mentre tra le file sizzanesi si contavano molte assenze tra squalifiche e indisponibilità.

Equilibrio Parte molto forte la squadra di mister Paladin, ben organizzata difensivamente e pronta a ripartire con il tridente schierato dall’allenatore per impensierire il pacchetto arretrato della capolista Vogogna. Già al 3' Grazioli, apparso in grande spolvero, combina con Bouzida e mette al centro un pallone teso che Cristino spedisce a lato. La reazione degli ospiti tarda ad arrivare ma al minuto 23 sfruttando un errore in ripartenza del capitano del Sizzano Frassi la prima palla gol ossolana porta la firma di Pasin, che mette un pallone filtrante verso Moggio ipnotizzato da Corciolani, autore di una grandissima parata. Sfruttando il buon momento il Vogogna si presenta di nuovo davanti al portiere novarese pochi minuti dopo: Cerini dalla trequarti mette un cross nel cuore dell’area, Finotti sbaglia l’intervento ma Orsi nell’area piccola calcia debolmente. Il Sizzano al 36’ sfonda di nuovo a sinistra con i soliti Grazioli e Bouzida, questa volta la palla arriva a Fracassina che lascia correre verso Cristino che però svirgola il pallone e non riesce a portare avanti i suoi. La sensazione è che nonostante i tanti punti di differenza le due squadre nei primi 45' si siano equivalse; il Vogogna non è riuscito ad innescare Moggio e il gioco espresso è molto contratto, sul fronte opposto invece si è visto un bel Sizzano in grado di tener testa ad una squadra che si è presentata ai nastri di partenza di questo campionato con grandi ambizioni. 

Finale scoppiettante Nella ripresa il piede sull’acceleratore lo mette la squadra ospite, consapevole di non poter lasciare punti per strada. All'8' Orsi è pericoloso dalle parti di Corciolani, sfruttando una non perfetta chiusura di Pelosi si trova al limite dell’area dove sfodera un destro che trova attento il portiere di casa. Passano altri sette minuti ed è ancora Vogogna, nel cuore dell’area c’è un’indecisione tra Pelosi e Lombardo e il più lesto è di nuovo Orsi che porta via palla ai due difensori e calcia, ancora una volta si salva con una grande parata il portiere del Sizzano. Grande forcing della capolista che cerca disperatamente il gol del vantaggio ma in realtà le palle gol non sono molte; al 26' il Sizzano parte in contropiede con Cristino sul lato sinistro, l’attaccante novarese vede il movimento di Migliavacca a rimorchio e lo serve, il numero 8 centra in pieno la traversa. Passano i minuti e la sfida sembra potersi concludere a reti bianche, ma al 40’ ancora Grazioli scarica un bolide dai trenta metri che costringe il portiere ospite alla parata in calcio d’angolo; sugli sviluppi del corner ecco il vantaggio per gli uomini di Paladin ed è Grazioli a bucare la rete con un colpo di testa in mezzo a due difensori ospiti. Neanche il tempo di festeggiare ed è pareggio Vogogna; è il 42’ ed esce l’istinto da bomber di Moggio: rimessa laterale dal lato destro, l’attaccante si avventa sul pallone anticipando tutti e battendo di testa un incolpevole Corciolani. La gara è ben lungi dal considerarsi conclusa, al 44' il Vogogna va vicinissimo al sorpasso ancora con lo scatenato Moggio che, galvanizzato dalla rete, effettua un cambio campo verso il neo entrato Ollio che dal vertice calcia benissimo verso la porta ma trova l’ennesima parata del portiere. Nei minuti di recupero l'episodio chiave del match: Carginale, in netto ritardo, stende in area Nino inducendo l’arbitro Damasco a concedere il calcio di rigore; si incarica del tiro dagli undici metri proprio il numero 9 verbanese che non sbaglia e porta in casa Vogogna tre punti pesantissimi per come si era messa la partita a soli quattro minuti dalla fine.

SIZZANO-VOGOGNA 1-2

Reti: 41'st Grazioli (S), 42'st Moggio (V), 47'st Nino rig. (V).

Sizzano (4-3-3): Corciolani, Lombardo, Iulini, Pelosi, Frassi, Finotti, Grazioli, Migliavacca, Cristino, Bouzida, Fracassina (19'st Carginale). A disposizione: Cario, Nanna, Marangon, Borruto, Mainardi. All. Paladin.

Vogogna (4-3-3): Lattanzio, Scesa, Giorgetti, Balducci , Cotroneo, Cerini, Moggio, Tabacco, Nino, Orsi (36'st Ollio), Pasin (31'st Zanoni). A disposizione: Pavesi, Sgrò, Martinelli. All. Chiaravallotti.

Arbitro: Damasco di Collegno.

Note: Ammoniti Fracassina e Grazioli per il Sizzano; Tabacco, Cerini e Scesa per il Vogogna. Presenti 70 persone ca.

Gianni Foralosso