Morgillo manda in orbita il River Sesia

Clemente Morgillo, doppietta decisiva
Clemente Morgillo, doppietta decisiva

Non era sicuramente nelle intenzioni della Juvenzo perdere tra le mura amiche tre punti vitali per la classifica ma la prestazione dei bianconeri di Mancini, apparsi determinati, grintosi e con una manovra fatta di interessanti spunti sui movimenti tra la linea mediana avversaria e dove l’apporto offensivo di Michielon e Ascolese hanno spesso fatto la differenza, si è rivelata però poco pungente nel reparto offensivo, caratteristica che ha infine pagato a caro prezzo a causa delle favorevoli occasioni sprecate sotto rete. Particolarmente spavalda e aggressiva invece il River Sesia guidato dal tecnico Potenza che con una tattica avvolgente ha chiuso efficacemente gli spazi offensivi agli avversari e grazie alla doppietta di bomber Morgillo è stato capace di superare, anche se con un po’ di fatica, la formazione di casa. 

Errore marchiano Sono subito i bianconeri di casa a rendersi pericolosi in area sesiana con la conclusione al 4' di Vinotti che lambisce il palo alla sinistra di Traversini ma nonostante l'ottima prova di Michielon, preciso ed efficace nei suggerimenti per gli avanti locali, è il River ad acquistare maggior fiducia iniziando a condurre il gioco con manovre offensive sempre più pungenti che al 11’ portano al vantaggio: un calcio d'angolo respinto corto dalla difesa novarese diventa buono per Acheampong che reindirizza in area dove svetta la testa di Morgillo che indovina l’incrocio. Doccia fredda, in un tiepido pomeriggio, per i novaresi che reagiscono con veemenza all’inatteso svantaggio senza però mettere in grosse difficoltà la retroguardia ospite.; anzi, sono ancora momenti di intenso brivido per la panchina bianconera al 17' quando, su un disimpegno difensivo, l’estremo difensore novarese Negri, pressato dall’avanzata di Morgillo, tarda il rilancio favorendo l’intervento dell’attaccante sesiano che a porta vuota calcia incredibilmente a lato mancando il raddoppio. L'occasione spreca dagli avversari suona come carica emotiva per i padroni di casa che incrementano lo sforzo offensivo trovando in Ascolese e Michielon pedine importanti e sempre decisive nei passaggi per i propri attaccanti; e dopo una serie di trame offensive non finalizzate dagli attaccanti di casa che trovano in Acheampong e Ilaria due autentici baluardi, al 29’ la grinta dei novaresi viene premiata dal forte e preciso colpo di testa di Ascolese che da calcio d’angolo batte Traversini siglando il momentaneo pareggio che chiude praticamente la prima frazione di gioco.

Beffa nel finale Galvanizzati dal pareggio, i padroni di casa avviano la ripresa con maggior energia e al 2’ potrebbero passare in vantaggio con Piazza che per un soffio non arriva a deviare in rete il preciso suggerimento di Ascolese. La sfida tra le due formazioni inizia ad accendersi ma, grazie all’ottima direzione arbitrale, rimane sempre su binari di sano agonismo che alla fine premia soprattutto lo spettacolo. Si arriva al 6' con la doppia occasione per il raddoppio sprecata dagli ospiti: Morgillo che da posizione favorevole calcia a rete trovando sulla traiettoria l'intervento in extremis di Pasini che respinge la sfera; la stessa arriva sui piedi del neo entrato Pregnolato che non trova l’angolo calciando senza convinzione addosso ad un nugolo di difensori. La voglia di superare l’avversario è davvero evidente nel gioco delle due squadre ma nella fase centrale della ripresa, complice la fatica per le energie spese, le giocate si annullano tra le maglie delle difese avversarie senza arrivare a conclusioni di rilievo. Al 27' opportunità per il vantaggio bianconero ancora con Ascolese, pericoloso di testa in area sesiana, che sfiora la doppietta personale alzando di poco sulla traversa e al 30’ con il subentrato Grimoldi che trova un varco sulla fascia e in area tenta la conclusione con un sinistro sul quale interviene Ricci che respinge però corto recapitando palla a Piazza che mira l’angolo opposto senza aver fatto i conti con Trevisio che arriva sulla traiettoria allontanando il pericolo dalla propria area. Sembra un pareggio poco interessante per le due formazioni quello che si profila all'orizzonte ma al 37' l’azione condotta sulla trequarti da Favaglioni sfocia in un traversone all’apparenza innocuo per i difensori novaresi, prima del guizzo fulmineo di Morgillo che di testa confeziona una beffa difficile da digerire per i padroni di casa. Nel finale il forcing da copione della Juvenzo permette alla compagine di Mancini di sfiorare il pareggio al 40' con il colpo di testa di Scalvini che però termina di poco alto. 

 

JUVENZO SAN ROCCO-RIVER SESIA 1-2

Reti: 11' Morgillo (R), 29' Ascolese (J), 37'st Morgillo (R).

Juvenzo San Rocco: Negri, Fortuna, Musso (43'st Gatti), Schioppa (40'st Pregnolato), Vicenzi, Pasini, Piazza, Ascolese (38'st Calderisi), Vinotti (22'st Grimoldi), Michielon, Scalvini. A disposizione: Giacometti, Callipari. All. Mancini. 

River Sesia: Traversini, Ricci, Trevisio, Ilaria, Francese, Acheampong (10'st Gili), Favaglioni, Franco (36'st Mantovan), Morgillo, Bolamperti, Marzolo (1'st Ongaro). A disposizione: Saladino, Dimitri, Frantuz, Zozzi. All. Potenza.

Arbitro: Di Gioia di Novara.

Note: Angoli 4-2. Ammoniti Ascolese, Vicenzi e Michielon per la Juvenzo San Rocco, Francese e Franco per il River Sesia.

Antonino Lanzetta