Calciomercato LIVE

Novara-Brescia 2-1, rimonta azzurra firmata Puscas e Sansone

Il toccante minuto di silenzio
Il toccante minuto di silenzio

Il Novara torna al successo dopo tre sconfitte consecutive nello scontro diretto contro il Brescia dell’ex Boscaglia ma non è stato un successo facile per gli azzurri che sono passati in svantaggio al 32’ del primo tempo per mano di Bisoli, tra il 5’ e il 13’ della ripresa le reti di Puscas e Sansone ribaltano il match e consegnano tre punti casalinghi che mancavano al Novara dalla prima giornata di ritorno contro il Carpi.

Le formazioni Di Carlo cambia e passa al 4-4-2, nei quattro dietro sacrificati Mantovani e Dickmann, la coppia centrale è formata da Troest e Chiosa con Golubovic e Calderoni esterni, in mezzo al campo Casarini e Orlandi con sulle fasce Moscati e Di Mariano, in avanti la coppia Sansone-Puscas; schema speculare per Boscaglia che cambia cinque elementi rispetto alla sconfitta di Perugia, parte dalla panchina l’ex Caracciolo, a far coppia con Torregrossa c’è Okwonkwo, in mezzo al campo il classe 2000 Tonali assieme a Martinelli, dietro Somma e Gastaldello davanti a Minelli, terzino destro Coppolaro, a sinistra Longhi.

Profumo di classe Il match parte su buoni ritmi con soventi capovolgimenti di fronte, al 6’ un destro di Di Mariano termina di poco a lato, al 13’ grande occasione per i padroni di casa con Orlandi che impatta bene al volo un pallone ribattuto ma Minelli con ottimi riflessi sventa la minaccia, al 18’ si vede il Brescia con un sinistro appena alto di Embalo. La partita è equilibratissima, il più vivace del Novara è Di Mariano che va ancora alla conclusione al 22’ ma difetta di precisione, tre minuti più tardi una ripartenza del Brescia porta Bisoli davanti a Montipò ma l’estremo azzurro è super a chiudere la porta all’esterno bresciano che però si prende la rivincita al 32’ quando su un assist al bacio di Tonali fulmina il portiere novarese e fa esplodere i tifosi che in buon numero sono arrivati dal capoluogo lombardo; prima dell’intervallo il Novara ha la chance di pareggiare ma Di Mariano viene murato da Coppolaro quando già assaporava la gioia del gol.

Ribaltone azzurro Dopo cinque minuti della ripresa il Novara pareggia con il solito Puscas che su assist di Moscati batte Minelli e realizza la sua sesta rete in maglia azzurra; al 13’ la formazione di Di Carlo ribalta la partita, un errore della difesa ospite permette a Sansone di lanciarsi solo verso la porta di Minelli e batterlo con un preciso piatto. Boscaglia si gioca la carta Caracciolo, al 16’ il Brescia va vicino al 2 a 2 con un tiro cross di Martinelli che per poco non sorprende Montipò. Gli ospiti intensificano la pressione, un errore della difesa novarese permette a Bisoli in spaccata di sfiorare il 2 a 2; si arriva abbastanza in fretta ai minuti finali, Maniero va vicino al 3 a 1 e nonostante i sei minuti di recupero il Novara rischia relativamente poco e conquista un successo fondamentale.

NOVARA-BRESCIA 2-1                 

Reti: 32’ Bisoli (B), 5’st Puscas (N), 13’st Sansone(N)

Novara (4-4-2): Montipò; Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni; Moscati, Casarini, Orlandi, Di Mariano (44’st Sciaudone); Puscas (37’st Maniero), Sansone (26’st Dickmann). A disposizione: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Mantovani, Macheda, Seck, Lukanovic, Ronaldo, Bove. All. Di Carlo

Brescia (4-4-2): Minelli; Coppolaro, Somma, Gastaldello, Longhi (37’st Spalek); Bisoli, Tonali, Martinelli (28’st Furlan), Embalo; Torregrossa, Okwonkwo (9’st Caracciolo). A disposizione: Pelagotti, Curcio, Lancini, Ndoj, Meccariello, Cancellotti. All. Boscaglia

Arbitro: Chiffi di Padova.

Note: Corner 6-0. Ammoniti Casarini, Montipò, Orlandi e Troest per il Novara, Embalo, Okwonkwo e Coppolaro per il Brescia. Spettatori 4689, prima della partita osservato un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori.

Marco Dho