Colombo tira un sospiro di sollievo: "Fondamentale battere il Crodo"

Diego Colombo
Diego Colombo

Quella con il Crodo è sicuramente un successo che ridà morale ad una squadra, come il Bulè Bellinzago, che nelle ultime settimane ha fatto fatica a muovere la propria classifica, inabissandosi dopo un avvio di campionato tutto sommato positivo. Una vittoria importante sia per come questa è arrivata sia perché ridisegna la classifica dei novaresi, tornati a sorridere dopo aver temuto di dover lottare per obiettivi a cui forse il gruppo gialloblù non era preparato: "A livello di classifica - confessa il tecnico novarese Diego Colombo questa è stata una vittoria fondamentale. Siamo riusciti a tenere il Crodo a distanza, sfruttando anche il turno di riposo del Sizzano per guadagnare tre punti che ci possono servire in una lotta che rimane in ogni caso aperta; siamo tutti in pochi punti per cui nessuno può ritenersi già salvo. Come atteggiamento sono contento della gara dei ragazzi, ma devo dire che sono un po' di partite che facciamo bene sia sotto questo aspetto che a livello di gioco: con il Crodo abbiamo dimostrato che continuando a crederci alla fine si raccolgono i risultati, che non ti può andare sempre male".

Il Bulè Bellinzago con questi tre punti si lascia alle spalle un periodo nero fatto di ben otto turni senza vittorie, sebbene in queste partite siano comunque arrivati cinque pareggi. Un ruolino in cui i novaresi hanno scalato all'inverso diverse posizioni in campionato, ritrovandosi nel calderone delle squadre bisognose di fare punti per evitare le zone più a rischio della classifica. "In realtà ci sono mancati solamente i punti in questo periodo - puntualizza Colombo -, non abbiamo sicuramente raccolto per quanto riuscivamo a produrre sul campo. Non so dire esattamente quali siano stati i motivi e non mi piace parlare di buona o di mala sorte, fatto sta che probabilmente in questo periodo meritavamo qualcosa di più; non mi aggrappo neanche ad infortuni o squalifiche, perché queste bene o male le hanno avute tutti. Ci prendiamo questa vittoria che era da tanto che mancava, a livello di morale è fondamentale".

La classifica rimane difficile da decifrare, le squadre in coda fanno punti e nessuno può ancora considerarsi spacciato per cui anche chi sta davanti e in questo momento si sente relativamente al sicuro non può abbassare la guardia, pena il rischio di essere risucchiati nuovamente nel gorgo della bassa classifica. Questo vale forse ancor di più per un Bulè Bellinzago che rischia, nelle prossime giornate, di essere arbitro del campionato dovendo affrontare in rapida successione Feriolo e Vogogna: "Non possiamo permetterci il lusso di guardare alla domenica quale sarà il nostro avversario di turno - conclude Colombo -, dobbiamo conquistare punti su tutti i campi; abbiamo rispetto di squadre come Feriolo e Vogogna ma lo stesso rispetto lo proveremo anche di fronte a Cameri e Vallestrona. Noi in questo momento abbiamo bisogno di punti e cercheremo di rendere la vita difficile a tutti per portare a casa quello che ci serve per mantenere questa categoria".

Carmine Calabrese