Calciomercato LIVE

Maglione, cambio di vita: "Ho deciso, vado a Turbigo"

Marco Maglione
Marco Maglione

C'era bisogno di aria nuova a Trecate dopo la retrocessione che ha ricondotto la compagine biancorossa in Prima categoria, persa la sfida playout con lo Sparta Novara. La stagione agrodolce vissuta dai novaresi ha imposto sia alla società che ai giocatori un esame di coscienza che si concluderà quasi certamente con alcuni dolorosi distacchi, il primo dei quali porta ai saluti della bandiera della squadra trecatese, quel Marco Maglione che dopo dieci anni intensi, sette dei quali vissuti da capitano, era desideroso di provare esperienze nuove.

La scelta è ricaduta su Turbigo e condurrà il difensore oltre il Ticino per mettersi alla prova nella Prima categoria lombarda, dove mister Giubertoni sta costruendo una squadra che possa lottare per i piani alti della classifica: "Dopo tutti questi anni - conferma il giocatore - avevo bisogno di mettermi alla prova altrove e la soluzione Turbigo mi soddisfa sia dal punto di vista economico che da quello personale, mi hanno fatto sentire al centro del progetto".

Un distacco drastico quello da Trecate, che a qualcuno ha lasciato immaginare qualche dissapore dopo una stagione sfortunata che ha visto il giocatore poche volte in campo, anche per via degli infortuni che lo hanno tenuto lontano dal terreno di gioco. Dissapori però che è lo stesso Maglione ad allontanare: "Non ho avuto nessun problema a Trecate, mi sono lasciato bene con la società che mi offriva un ruolo diverso da quello del calciatore; io però avevo ancora troppa voglia di giocare e non sono stato lì troppo a pensarci anche se dopo più di 300 presenze e 49 gol in maglia biancorossa è ovvio che mi dispiaccia. Ci tengo però a ringraziare per questi anni Marino Rapetti, Gaetano Barbieri e Rocco Roma perché Trecate è stata casa mia e auguro loro ogni bene".

Carmine Calabrese