Vince la condizione del Cameri, eliminata la Juvenzo

Cameri festeggia il passaggio del turno
Cameri festeggia il passaggio del turno
- 55223 letture

Negli annali del calcio pronostici sovvertiti e vittorie negli ultimi minuti sono sempre state una costante la cui ombra aleggiante sui terreni verdi ha contribuito a narrare inimmaginabili rimonte. E a conferma dell'incipit nella prima sfida playoff la Juvenzo San Rocco, favorita dai pronostici, ha lasciato il passo ad un Cameri grintoso, testardo e volitivo che, come da copione, ha agguantato la vittoria nei minuti finali del secondo tempo supplementare con un gol non irresistibile di Re che ha però rivelato una marcata leggerezza della squadra di Vidali, specie nel reparto difensivo. I ragazzi di Squeo hanno invece interpretato la partita con una maggiore determinazione, qualità questa che ha concesso agli attaccanti cameresi svariate occasioni da rete che avrebbero potuto consentire di chiudere l’incontro già nei tempi regolamentari.

Fioccano i gol Sebbene un pareggio fosse sufficiente per passare il turno, i padroni di casa partono subito con decisione approdando in area camerese con un paio di conclusioni di Grimoldi che però non destano preoccupazioni nella retroguardia nerazzurra. L’atteggiamento tattico del Cameri appare però più propenso ad attaccare che a difendere gli assalti degli avversari e al 9' i nerazzurri passano in vantaggio su calcio di rigore: l'azione si sviluppa dalla mediana con fuga solitaria di Baronchelli che, al momento del passaggio filtrante, viene atterrato in area; dal dischetto lo specialista Re spiazza Guariniello. Incoraggiati dall’immediato vantaggio gli ospiti cercano addirittura il raddoppio con il tiro dalla distanza di Negrello che sfiora il palo. La reazione della Juvenzo è di carattere, al 18’ Vinotti dalla distanza mira al lato mentre al 23’ la fuga solitaria del fantasista Testa non ha fortuna perché l’azione si spegne tra le mani di Galli che in uscita blocca l’insidioso traversone. Alla mezz'ora però i padroni di casa pareggiano grazie all’ingenuo quanto inutile fallo in area di Bertone che concede la massima punizione a Vinotti che, dagli undici metri, indovina l’angolino per la disperazione di Galli che tocca la sfera ma non abbastanza per poterla deviare in angolo. Il Cameri accusa il colpo arretrando d'istinto la linea mediana, manovra che consente alla Juvenzo di schiacciare gli avversari nella loro trequarti e raddoppiare lo score al 35' con Grimoldi che raccoglie un suggerimento di Michielon depositando la sfera alle spalle dell’incolpevole Galli. Il pronostico della partita sembra quindi rispettato, ma la grinta dei cameresi non è ancora esaurita e un minuto dopo Negrello riporta tutto in equilibrio indovinando l’angolo giusto che vale il pareggio. La parità di punteggio è carica vitale per i nerazzurri che con un assedio pressante non permettono neanche la possibilità di un contropiede agli avversari. Nei minuti finali (42’) ci prova Baronchelli in torsione di testa sfiorando la traversa e al 45' la botta di Cherubin viene respinta in affanno da Guariniello. 

Caldo asfissiante Nella ripresa il Cameri non depone le armi e riprende il gioco con una continua manovra offensiva. L’occasionissima si presenta già al 9’ quando Baronchelli aggirando l’intervento di Vicenzi inganna anche Guariniello che sbaglia il tempo in uscita lasciando la porta sguarnita, ma l’attaccante camerese cincischia palla la piede e consente l’intervento dei difensori avversari che gli sbarrano la strada per uno dei gol più facili da segnare. La reazione della Juvenzo si evidenzia solo al 12’ con il tiro al volo di Vinotti che chiama Galli ad una pronta deviazione. Al 20’ la Juvenzo rimane in dieci uomini a seguito dell’espulsione di Michielon per doppia ammonizione alla quale dieci minuti dopo fa eco quella di Cherubin per il Cameri (anch’egli per doppio giallo) che riequilibra la parità numerica in campo. L’afosa giornata estiva che ha affaticato le squadre giustifica il conseguente calo di tensione nel gioco ma vede comunque il Cameri a gestire la partita cercando di innescare, con lanci lunghi, l’azione vincente per i propri attaccanti. Il risultato tuttavia non si sblocca e c'è bisogno dei tempi supplementari per sancire chi passerà al turno successivo. 

Solo Cameri I minuti di riposo sono sufficienti solo al Cameri e al fantasista camerese Re per riprendere le redini del gioco poiché la Juvenzo sembra dissolta dal caldo sole estivo. Ben tre le occasioni per gli ospiti per aggiudicarsi la sfida: la prima al 5’ con il tiro del centrocampista nerazzurro che sorvola di poco la traversa, poi al 7’ con la rasoiata di Colombo che Guariniello para i due tempi e al 10' ancora con il fantasista camerese che su punizione chiama nuovamente il portiere avversario ad una difficile parata. L’assedio del Cameri continua anche nel secondo tempo supplementare e ad impegnare Guariniello ci pensa ancora l’instancabile Re ma questa volta il suo tentativo “telefonato” si spegne tra le braccia dell’estremo difensore avversario. Al 12’, nell’ultimo sforzo offensivo del Cameri di penetrare tra le maglie dell’ormai fragile difesa avversaria, il regista nerazzurro Re sfrutta il traversone di Negrello trovando il tempo giusto dell’inserimento per siglare la propria doppietta personale che sigilla il risultato e decreta il passaggio del turno per i ragazzi di Squeo che al secondo turno saranno impegnati contro il Borgolavezzaro, avversario di tutto rispetto.

 

JUVENZO SAN ROCCO-CAMERI 2-3 d.t.s.

Reti: 9' Re rig. (C), 30' Vinotti rig. (J), 35' Grimoldi (J), 36' Negrello (C), 12'sts Re (C). 

Juvenzo San Rocco: Guariniello, Fortuna, Callipari, Schioppa, Vicenzi, Pasini (16'pts Buonfiglio), Michielon, Testa, Vinotti (22'st Musso), Grimoldi (32'st Piazza), Bisesi. A disposizione: Abbazia, Giacometti, Gatti, Imparato. All. Vidali.

Cameri: Galli, Lo Iacono, Bertone (1'st Zappettini), Colombo, N. Finazzi, Anversa (45'st Iazzetta), Baronchelli, Tessaro (27'st Galloni), Cherubin, Re, Negrello. A disposizione: Tosato, T. Finazzi, Orlando, Madalin. All. Squeo.

Arbitro: Roagna di Alessandria.

Note: Angoli 7-4. Espulsi 20'st Michielon (J) e al 30'st Cherubin (C), entrambi per doppia ammonizione. Ammoniti Callipari per la Juvenzo San Rocco, Anversa, Colombo e Galloni per il Cameri.

Antonino Lanzetta