Calciomercato LIVE

Novara-Pescara 1-1, terzo pareggio di fila per gli azzurri

Le due squadre schierate
Le due squadre schierate

Il Novara perde un’occasione colossale di fare un passo avanti decisivo verso la salvezza non andando oltre il pari in casa contro il Pescara, il pomeriggio era iniziato bene per la formazione di casa con la rete di Moscati e un buon primo tempo, nella ripresa è scesa in campo una squadra demotivata e senza grinta che ha subito il pareggio di Valzania e rischiato anche di perdere.

I rimpianti sono tanti, anche una mancata espulsione di Perrotta quando si era sull’uno a zero ad una manciata di minuti dalla fine del primo tempo.

Le formazioni Di Carlo cambia cinque undicesimi della formazione che ha pareggiato martedì a Cesena, a sorpresa fuori Puscas con Maniero titolare in coppia con Sansone anche per la squalifica di Macheda, nel 4-4-2 dell’ex tecnico dello Spezia trovano spazio dal primo minuto Dickmann, Chiosa e Sciaudone. Pillon conferma in toto gli undici del turno scorso, in avanti tridente composto da Mancuso, Pettinari e Capone.

Un buon Novara chiude il primo tempo meritatamente in vantaggio Parte forte il Novara che pressa a tutto campo e da fastidio al Pescara che subisce la veemenza degli azzurri, al 2’ Di Mariano calcia alto, al 10’ una punizione di Sansone attraversa l’area e sfiora il palo con Fiorillo immobile.

Al 14’ si vede il Pescara, bravo Troest ad anticipare Valzania che stava per concludere in rete, è un episodio perché la partita è nelle mani del Novara che con Sansone e Sciaudone va vicinissimo al vantaggio ma in entrambi i casi la sfera esce di pochissimo.

Il gol è nell’aria e arriva al 31’, Sansone brucia Perrotta già ammonito  e mette in area un pallone che Moscati senza problemi scaglia in fondo al sacco, uno a zero che rimane invariato fino all’intervallo, da segnalare solo un fallo di Perrotta già ammonito su Sansone che poteva costargli il rosso, Pillon annusa lo scampato pericolo e lo sostituisce.

Appuntamento con la vittoria interna ancora rinviato, salvezza diretta difficilissima Come spesso accade dopo la pausa il Novara entra in campo molle e al 7’ il Pescara pareggia con Valzania che dopo uno scambio con Pettinari batte Montipò, passano solo due minuti e Machin in mischia colpisce il palo sfiorando l’incredibile uno a due.

La partita si spegne, al Pescara va bene il pareggio e il Novara non è quello del primo tempo, Di Carlo si gioca la carta Puscas ma per vedere una conclusione bisogna aspettare il 37’ quando il neo entrato Ronaldo non inquadra la porta da oltre trenta metri, c’è ancora tempo per un brivido su un diagonale di Mancuso ma il risultato non cambia ed è un pareggio che soddisfa sicuramente più il Pescara.

NOVARA-PESCARA 1-1

Reti: 31’ Moscati (N), 7’st Valzania (P).

Novara (4-4-2): Montipò; Dickmann, Del Fabro, Troest, Chiosa; Moscati, Sciaudone (33’st Ronaldo), Casarini, Di Mariano; Sansone (37’st Lukanovic), Maniero (23’st Puscas). A disposizione: Farelli, Benedettini, Mantovani, Maracchi, Seck, Orlandi, Calderoni, Golubovic, Bove. Di Carlo

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Fiamozzi, Gravillon, Perrotta (41’ Coda), Crescenzi; Machin, Brugman, Valzania; Mancuso, Pettinari (44’st Bunino), Capone (28’st Baez). A disposizione: Baiocco, Yamga, Ferreira, Fornasier, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly, Savelloni. All. Pillon

Arbitro: Piccinini di Forlì.

Note: Corner 3-7. Ammoniti Dickmann e Troest per il Novara, Perrotta e Coda per il Pescara. Spettatori 3991, 2739 abbonati e 1252 paganti.

Marco Dho