Siete tutti indispensabili

Novara-Entella, azzurri al bivio
Novara-Entella, azzurri al bivio

Venerdì sera credo senza esagerare sia una delle partite più importanti della storia del Novara Calcio e ci arriviamo con l’amarezza enorme di non aver vinto neanche una partita negli ultimi due mesi che ci avrebbe consegnato praticamente la salvezza. Il destino ha voluto che con due punti in più avremmo fatto retrocedere quell’Entella che venerdì sarà in scena al “Piola” in una situazione che nello sport è molto pericolosa ovvero quella di una formazione che sabato era retrocessa se Puscas avesse segnato e che quindi nella condizione di “miracolata” avrà poco da perdere anche se potrà contare su un solo risultato a disposizione.

La sorte vuole che avremo 4 squalificati tra cui il nostro MVP stagionale Moscati che al “Curi” potrebbe aver finito la sua stagione, Sciaudone, Golubovic e Macheda sono sostituibili ma è necessario un atteggiamento diverso da quello visto anche a Perugia a tratti, in vari frangenti è sembrata la classica partita di fine stagione, il “grifo” aveva qualche problema come testimonia l’esonero a sorpresa di Breda e per l’ennesima volta non siamo stati in grado di approfittarne.

Ci è sempre mancata la zampata vincente tranne nei due match contro Brescia e Cesena, i 3 punti contro i bianconeri sembravano voler dire salvezza ed effettivamente era così perché era difficile immaginarsi un cammino così disastroso da inizio aprile in avanti, un’astinenza che non promette niente di buono perché o venerdì o, in caso di pareggio contro l’Entella, nei play-out un match almeno bisognerà vincerlo senza se e senza ma.

Un successo potrebbe addirittura garantirci la salvezza diretta ma mai come in questo caso dobbiamo pensare a noi stessi, bisogna essere consci che vincendo avremmo nella peggiore delle ipotesi un grosso vantaggio nei play-out ovvero quello di giocare il ritorno in casa e di poter contare su un verdetto favorevole in caso di parità di gol, nessuno di noi avrebbe mai voluto giocare un altro spareggio dopo quello nefasto di 4 anni fa contro il Varese ma se dovesse succedere almeno stavolta cerchiamo di farlo con un piccolo ma significativo vantaggio.

E’ capitato di fare appelli per far venire più gente allo stadio, in certi momenti mi sono arrabbiato con quelli che sono saliti sul carro solo nei nostri momenti di massimo splendore. Venerdì semplicemente abbiamo bisogno di tutti, dal tifoso più fedele a quello che non sa cosa fare e viene per la prima volta a vedere il Novara; siamo disperati e ci sarà da soffrire ma chi tifa per la nostra gloriosa maglia sa il significato della parola sofferenza, sa che non finirà di amare gli azzurri anche se dovesse andare tutto male contro l’Entella, chi è in campo ci rappresenta e spero che metta su quel rettangolo verde un centesimo della nostra passione e del nostro orgoglio.

Avanti Novara!!!

Marco Dho

Leggi altre notizie:NOVARA