Well done Briga, solo due gol concessi alla Pro Patria

Un'immagine dalla gara di Briga
Un'immagine dalla gara di Briga

Ha perso, è vero, ma le forze in campo era nettamente dissimili soprattutto in un periodo, quello di fine estate, in cui la squadra ha appena ricominciato a lavorare sul serio. Il Briga di Glauco Ramazzotti ha fatto bella figura contro la Pro Patria, società appena ritornata a misurarsi tra i professionisti dopo aver vinto il campionato di Serie D: due le reti di scarto inflitte dai bustocchi ai padroni di casa che però hanno tenuto viva una partita che avrebbe potuto aver ben altro risultato.

E' stato un gol di Ghioldi a far saltare il banco a favore dei varesini ma i padroni di casa sono stati capaci di mantenere lo 0-0 fino a pochi minuti dalla fine del primo tempo, opponendo agli avversari atteggiamento tutt'altro che passivo. In avvio di ripresa la grande occasione l'ha sprecata Salvatore, calciando a lato il tiro dal dischetto che avrebbe potuto significare un clamoroso pareggio prima che nel finale una vecchia conoscenza del calcio novarese, Ersid Pllumbaj, mettesse la parola fine all'incontro con il gol del raddoppio.

"Siamo soddisfatti del lavoro che la squadra sta impostando con mister Ramazzotti - dichiara il direttore sportivo Giovanni Serao - e partite come quella di oggi servono soprattutto per far crescere una squadra, la nostra, che si presenta ai nastri di partenza del prossimo campionato con tanti giovani da mettere in vetrina. Con la società si è deciso di lavorare proprio in questo senso, investendo a piene mani sui giovani forti dei risultati già arrivati anche nella scorsa stagione e consapevoli che il prossimo sarà un campionato molto difficile perché molto competitivo, con almeno tre o quattro squadre che partono davanti a tutte le altre. Siamo però convinti che questo Briga possa giocarsela con tutte le compagini rimanenti, per arrivare ad ottenere qualcosa di più di quanto di buono già fatto nel passato torneo".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:BRIGA