Dormelletto, bello di notte: tre schiaffi al Briga

Di Gessa lo 0-3
Di Gessa lo 0-3

A Cressa, campo designato dal Briga per giocare le proprie infrasettimanali, sotto lo sguardo attento di una settantina di persone si gioca il ritorno di Coppa Piemonte Promozione tra gli agognini e il Dormelletto, terminata all'andata sull'1-1. Ramazzotti si presenta all'apuntamento con problemi di formazione, dovendo rinunciare almeno in partenza a Massara (problemi alla schiena), Kouadio (ancora acciaccato) e Pereira (spalla lussata). Dall’altra parte le assenze pesanti sono quelle di Lionello e dell'ex Coscia, alle prese con problemi fisici ma in grado di ritornare a breve a disposizione di mister Bigi.

Partenza shock Che l’assenza di Massara potesse rappresentare un problema per il Briga era immaginabile, ma al 4' ne arriva la conferma: prima verticalizzazione di Giroldi verso Sacco che in un solo colpo mette a sedere Penariol e Moretti prima di fulminare Baccin e portare i suoi in vantaggio. Davvero da dimenticare la partenza dei ragazzi di Ramazzotti, all’8 e poi al 9’ rischiano di capitolare nuovamente quando prima Gessa mette alto di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi è sempre il numero 10 ospite a creare scompiglio tra le maglie avversarie: Romano alza il pressing, recupera palla e verticalizza verso Gessa che al limite dell’area viene steso da Baccin in uscita disperata, l’arbitro lo grazia estraendo solo un cartellino giallo. Ma il raddoppio è nell’aria e arriva su calcio d’angolo: ennesima disattenzione difensiva del Briga, la palla dopo una sponda in area arriva a Notte che con un semplice tap-in sigla lo 0-2. È un Dormelletto che riesce a sfruttare l’ampiezza del campo con i suoi esterni Gessa e Montagnese decisamente in serata, continui i cambi gioco dettati da Giroldi e Motta sempre più padroni del centrocampo. Al 34’ arriva la prima occasione per il Briga, è il solito Salvatore a farsi vedere, salta bene il suo diretto avversario, calcia verso la porta di Scottini che risponde presente. All’ultimo minuto di gioco della prima frazione arriva la più limpida palla gol per i padroni di casa: dopo una mischia furibonda a centro area la palla arriva a Rocca che di destro calcia di prima intenzione, il suo pallone esce di poco.

Gol dell'ex È un secondo tempo totalmente diverso dalla prima frazione quello che si gioca a Cressa, il Dormelletto non ha più intenzione di spingere a fondo come è successo nel primo tempo e si limita a ripartire in contropiede; il Briga invece cerca di trovare un’inquadratura con gli inserimenti di Kouadio e Massara senza però mai rendersi pericoloso dalle parti di Scottini. Al 12’ l’occasione per triplicare ce l'ha il Dormelletto: Motta pennella un cross verso Sacco che non riesce a trovare la rete mettendo a lato. Dalla panchina arrivano i protagonisti delle ultime occasioni del match: al 41’ Abello, autore del gol del pareggio all’andata per il Dormelletto, scalda i guantoni del portiere con un sinistro sul quale Baccin si fa trovare pronto. Al 45’ va vicinissimo al gol della bandiera Kouadio, ispirato da Salvatore, che a tu per tu con Scottini non riesce a realizzare. Nei minuti di recupero arriva il più classico dei gol dell’ex, è Gessa a firmarlo con un tocco ravvicinato dopo una corta respinta di Baccin su un tiro scagliato dal neo entrato Vaglica.

BRIGA-DORMELLETTO 0-3

Reti: 3' Sacco, 11' Notte; 47'st Gessa.

Briga (4-3-3): Baccin, Scarmato, Fornara, Penariol, Moretti (4'st Massara), Pezzoni (11'st Kartoubi), Parachini, Rocca, Cataldo (24'st Finotti), Salvatore, Murabito (8'st Kouadio). A disposizione: Sapescu, Pereira, Prelli. All. Ramazzotti.

Dormelletto (4-3-3): Scottini, Zotti (9'st Curioni), Archita (9'st Merchioni), Motta, Castelli, Notte, Romano (29'st Da Pena), Giroldi, Sacco (30'st Vaglica), Gessa, Montagnese (38'st Abello). A disposizione: Vescio, A. Galletti, G. Galletti, Gonzales Herrera. All. Bigi.

Note: Ammoniti Baccin, Murabito e Penariol per il Briga; Motta per il Dormelletto. Presenti 70 persone circa. Partita cominciata con 5 minuti di ritardo per problemi ad una rete di porta.

Gianni Foralosso

Leggi altre notizie:DORMELLETTO BRIGA