L’Accademia bissa la vittoria dell’andata ed elimina l’Arona

Il rigore di Beretta
Il rigore di Beretta

Con un 3 a 1 maturato ad inizio ripresa l’Accademia si qualifica per il secondo turno di Coppa Italia eliminando l’Arona con un’altra vittoria dopo il 2 a 1 dell’andata.

La formazione di Rossini disputa un ottimo primo tempo e va anche in almeno tre circostanze vicino al vantaggio, l'uno a zero di Cabrini indirizza la gara che nei primi dieci minuti della ripresa viene chiusa da Giovagnoli e Beretta, utile solo ai fini statistici il gol di Briola dell'uno a tre.

L’Arona non demerita ma passa in vantaggio l’Accademia Fascia e ritorno dal primo minuto per Luca Cherchi dopo il brutto infortunio dello scorso dicembre, un po’ di turnover per entrambi gli allenatori rispetto al campionato e a sorpresa è l’Arona a partire meglio facendo la partita contro un’Accademia un po’ distratta, al 14’ Cherchi M. serve Usei che conclude fuori, al 16’ un errore di Pici permette a Briola di involarsi verso la porta ma da posizione decentrata può solo impegnare Piras; al 22’ finalmente si vedono i padroni di casa, Beretta alza troppo di testa un bel cross di Cherchi L., tre minuti più tardi Secci serve Cabrini che trova sulla sua strada un attento Fasso.

Tante occasioni ed emozioni negli ultimi dieci minuti di primo tempo, alle chance di Beretta e Secci risponde Briola il cui sinistro secco termina appena alto sulla traversa; Accademia in vantaggio al 39’ con un magico sinistro di Cabrini, la sfera bacia la traversa e batte l’incolpevole Fasso; c’è ancora spazio per il 2 a 0 sfiorato da Giovagnoli e soprattutto per una super azione sulla sinistra di Usei che si beve la difesa agognina e viene fermato in maniera quanto meno dubbia da un difensore di casa in piena area di rigore.

In dieci minuti pratica archiviata Entra in campo decisa dopo la pausa l’Accademia mentre l’Arona dopo il buon primo tempo cala vistosamente, al 2’ Giovagnoli con una precisa conclusione su cross di Salice raddoppia, al 9’ Beretta trasforma un rigore assegnato per fallo su Secci e sul 3 a 0 il discorso qualificazione è chiuso.

I padroni di casa sfiorano il poker con il nuovo entrato Poi e con Salice, al 35’ la meritata rete della bandiera degli ospiti con una bella punizione di Briola che supera Piras per il definitivo 3 a 1.

ACCADEMIA BORGOMANERO-ARONA 3-1

Reti: 39’Cabrini (AB), 2’st Giovagnoli (AB), 9’st Beretta (AB) su rig., 35’st Briola (AR).

Accademia Borgomanero (4-3-3): Piras; Anderson (26’st Donia), Pici, Moia, Salice; Giovagnoli (37’st Agyei), Cherchi L. (13’st Leto Colombo), Manfroni; Cabrini (19’st Monzani), Beretta (13’st Poi), Secci. A disposizione: Tornatora, Cerutti, Ottina, De Bei. All. Ferrero

Arona (4-3-3): Fasso; Paganini (10’st Prone), Finetti, Dosso, Girardi; Fraglica (26’st De Giorgi), Paolillo, Medina (38’st Anelli); Cherchi M. (36’st Ragazzoni), Briola, Usei. A disposizione: Beltrami, Monaco, Pescarolo. All. Rossini

Note: Corner 3-1. Ammoniti Monzani per l’Accademia Borgomanero, Paolillo per l’Arona. Spettatori 150ca.

 

Marco Dho

Leggi altre notizie:ARONA ACCADEMIA BORGOMANERO