Novara-Olbia 4-0, una goleada azzurra per sfatare il tabù Piola

Cacia, doppietta di rigore
Cacia, doppietta di rigore

Il Novara torna alla vittoria fra le mura amiche e lo fa sfatando così un tabù che durava addirittura dal 29 marzo (Novara-Cesena 1-0). Netto successo sull'Olbia maturato sin dai primi minuti di gioco, con l'uno-due firmato da Cacia e Schiavi già al decimo ad aprire la strada al 4-0 finale.

Stato di forma  Il Novara arriva alla sfida con l'Olbia reduce da otto risultati utili consecutivi, caratterizzati però da ben 7 pareggi. I galluresi dopo il cambio di panchina che ha portato Guido Carboni al timone dei bianchi hanno ottenuto 3 punti in 5 gare, senza dunque ottenere la sterzata in classifica desiderata.

Formazioni  Gli azzurri devono rinunciare a Cattaneo, Bianchi, Peralta, Sbraga e Stoppa oltre allo squalificato Di Gregorio. Torna Bove al centro della difesa con Chiosa. Fiducia a Ronaldo in cabina di regia, chance per Nardi dal primo minuto. Torna la coppia di panzer offensivi, con Cacia ed Eusepi a comporre il tandem d'attacco. Gli ospiti devono fare a meno dello squalificato Iotti e del lungodegente (e novarese) Caligara. Carboni schiera un inedito 4-2-3-1 con Biancu, Vallocchia e Ragatzu a supporto di Ceter, questo modulo concederà spazio fatale agli ospiti nei primi minuti.

Ampi spazi, Novara letale  L'avvio di gara è da sogno per gli azzurri che già al terzo minuto guadagnano il penalty: Cacia per Schiavi, cross dell'argentino e braccio largo di Cotali. Dal dischetto va il bomber col 21 e trasforma con sicurezza al 4'. Al 9' reazione dell'Olbia con Calamai che calcia forte dalla distanza non trovando i pali. Il Novara però gode di grande libertà centralmente, con l'Olbia depauperato dal modulo suicida di Carboni che espone una non sicura coppia centrale alle continue folate azzurre. Al decimo i sardi capitolano ancora; Eusepi scatta sul filo del fuorigioco e stoppa il lancio dalle retrovie, temporeggia nell'uno contro uno e serve Schiavi a centro area che insacca con un tocco sporco anticipando di un soffio il portiere, 2-0 e gara già indirizzata. Al 16' l'Olbia ha la sua grande chance, azione insistita in area, Ceter scarica per Biancu che da ottima posizione si fa respingere il tiro in angolo. Il Novara è però in controllo e quando accelera ha l'opportunità di fare male.

Secondo penalty, gara chiusa  Al 32' Ronaldo fa gridare al gol con una punizione a giro quasi perfetta dai 25 metri che si spegne a centimetri dall'incrocio, ma poco male perché tre minuti dopo il Novara con una grande azione di rimessa condotta da Schiavi che pesca in area Eusepi con un lancio lungo in diagonale. Il bomber di Tivoli, nel momento in cui sente la trattenuta di Marson, si lascia cadere e l'arbitro che ha visto la trattenuta indica il dischetto. Siamo al 36' e Cacia trasforma di potenza firmando una personale doppietta dagli 11 metri. Al 44' altra combinazione fra Eusepi e Schiavi che si intendono a meraviglia, col panzer a lottare in area fra tre uomini per poi servire Nico, tiro respinto in angolo.

La ripresa è un monologo azzurro, con l'Olbia a far girare palla e gli azzurri a colpire di rimessa un avversario ulteriormente sbilanciato dall'ingresso di Ogunseye per un centrocampista. Al 5' Tartaglia appostato sul secondo palo fallisce di poco da calcio d'angolo l'appuntamento con il 4-0, che giunge due minuti dopo col solito asse Schiavi-Eusepi: Cacia sfugge a destra e taglia il campo per Schiavi, il numero 5 di testa serve Eusepi che stoppa e nel cuore dell'area chiude l'azione a mò di calcetto con un tocco di punta che trafigge per la quarta volta Marson. Al 9' grande combinazione fra Nardi ed Eusepi, due dei migliori in campo, con soluzione potente del biondo centrocampista da fuori che scheggia la traversa. Ancora Eusepi-Schiavi protagonisti al 20' col numero 9 a rifornire l'argentino, diagonale perfetto o quasi ad incrociare e palla sul palo. Al 23' Ragatzu con una bella punizione impegna severamente Benedettini. Al 39' il subentrato Mallamo incorna su cross di Tartaglia ma Marson respinge.

NOVARA-OLBIA  4-0

Reti: 4' su rig. e 36' su rig. Cacia, 10' Schiavi, 7'st Eusepi.

Novara (4-3-2-1): Benedettini; Tartaglia, Chiosa, Bove, Visconti; Nardi (27'st Mallamo), Ronaldo (43'st Fonseca), Sciaudone; Schiavi (36'st Cordea), Eusepi (27'st Manconi); Cacia (43'st Kyeremateng). A disposizione: Drago, Ferrara, Cinaglia, Migliavacca. All.: Viali.

Olbia (4-2-3-1): Marson; Pinna, Bellodi, Vergara, Cotali; Calamai (41' Ogunseye); Piredda; Biancu, Vallocchia (10'st Pennington), Ragatzu; Ceter (33'st Muroni). A disposizione: Crosta, Martiniello, Pitzalis, Tetteh, Pisano, Cusumano. All.: Carboni.

Arbitro: Sig. Panettella di Bari.

Note: Angoli 3-6 per l'Olbia. Ammoniti Nardi per il Novara, Pinna e Vallocchia per l'Olbia. In panchina per il Novara Massimiliano Guidetti in luogo dello squalificato Viali.

Spettatori: 2622, 2308 abbonati e 314 paganti.

Stefano Calabrese

Leggi altre notizie:NOVARA