Gozzano, parla Casella: "Inaccettabile situazione della Pro Piacenza"

Casella con il tecnico Soda
Casella con il tecnico Soda

Nel post gara della sfida dell'ultima domenica di Vercelli, persa di misura contro il forte Arezzo il direttore sportivo del Gozzano Alex Casella ha voluto far sentire forte la voce dei novaresi circa l'"affaire Pro Piacenza", che rischia di falsare in qualche modo il campionato del girone A di Lega Pro. La compagine piacentina è di fatto saltata e le gare da qui al termine della stagione si chiuderanno di fatto con un 3-0 a tavolino a favore di chi sarà chiamato a giocare, settimana dopo settimana, con i rossoneri. "E' inaccettabile che ad oggi non si sappia ancora che destino avrà la Pro Piacenza con la sua esclusione dal campionato - tuona con forza Casella - perché ci sono degli articoli che parlano chiaro e che recitano che quando una squadra non termina il girone d'andata venendo così esclusa prima del girone di ritorno tutti i risultati fin lì conseguiti, positivi o negativi, devono essere cancellati. Ora essendo la Pro Piacenza saltata a cavallo tra girone d'andata e girone di ritorno crea la possibilità che venga applicata un'interpretazione non corretta da parte della Federazione, e cioè che la squadra venga considerata esclusa dalle prime due partite del girone di ritorno. L'interpretazione è sbagliata perché ad oggi mancano ancora quattro gare alla Pro Piacenza per chiudere il girone d'andata, le ultime due della stagione regolare più i recuperi con Virtus Entella e Novara, quindi la squadra piacentina deve essere considerata esclusa ancora nel girone d'andata, non è accettabile nessun'altra interpretazione regolamentare".

La lettura di questa particolare passaggio regolamentare tocca da vicino la squadra rossoblu che, avendo perso la sua gara contro la Pro Piacenza, trarrebbe vantaggio dall'annullamento dei risultati fin qui conseguiti dai rossoneri: "La società - continua Casella - si muoverà in ogni campo per tutelare i propri diritti a prescindere da quelli che saranno gli orientamenti delle altre società. Il Gozzano non è in questa categoria per caso, ci è arrivata facendo sacrifici e ci sta tuttora pagando gli emolumenti, i contributi e tutte le spese che richiede una categoria così importante. E' chiaro che diventa già difficile accettare che competano con noi società che hanno difficoltà a pagare le spese e i contributi, che ogni due mesi quando c'è un controllo vengano rinviate e deferite per essere penalizzate e che ancora ad oggi non hanno la fideiussione corretta: ci sorge il dubbio di sapere, visto che c'è chi ancora gioca senza aver bloccato del denaro, se sia possibile chiedere indietro la nostra fideiussione se venga consentito loro di giocare senza fino a fine stagione".

In definitiva Casella si rivolge direttamente al presidente della Lega Pro Ghirelli affinché intervenga a chiarire come si dovrà andare avanti: "Il Gozzano Calcio chiede al presidente Ghirelli di avere un'interpretazione chiara su quanto sta succedendo: vogliamo sapere se potremo chiedere indietro la nostra fideiussione o se la Pro Piacenza verrà esclusa subito dal campionato come da regolamento, a prescindere dalle sanzioni per non aver ancora presentato una fideiussione corretta e dagli otto punti di penalizzazione assegnati con la sentenza di pochi giorni fa. Spero che società come il Gozzano, per fortuna ce ne sono tante, che sono serie e professionali possano sempre essere tutelate in ogni campo perché sennò si perde quella fiducia nelle istituzioni che società come la nostra hanno sempre avuto".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:GOZZANO