Oggi ti presento: Gabriele Lenz

"Oggi ti presento" è stata tra le rubriche più apprezzate del 2018 per cui non potevamo mancare di riproporla anche nel nuovo anno. Il match analyst di IamCalcio Mirco Vecchi non ha riposato neanche durante le feste e per l'esordio in campionato di domenica ha scelto di celebrare nuovamente il Verbania analizzando le prestazione di uno dei più promettenti giovani che si stanno mettendo in luce con la casacca biancocerchiata, il terzino Gabriele Lenz. Buona lettura.

Anno nuovo, nuovi giovani talenti da presentare: torna la rubrica di Iam Calcio dedicata ai più promettenti Under della categoria di Eccellenza. Per questa prima puntata del 2019 ci sembrava d'obbligo fare una tappa in casa dei “Campioni d’inverno” del Verbania. La squadra di Frino ha portato a compimento un grandissimo girone d’andata, i numeri della capolista parlano chiaro: miglior attacco e miglior difesa del girone, 34 punti conquistati in 15 giornate di campionato. Nella corazzata verbanese si sta mettendo sempre più in evidenza un giovane terzino classe 2000: Gabriele Lenz.

Cresciuto nel settore giovanile del Baveno dove ricopriva anche ruoli da centrocampista, nella scorsa stagione Lenz ha avuto modo di mettersi in mostra in Eccellenza con la Juventus Domo; a fine annata la compagine ossolana è retrocessa ma le qualità del “millenial” hanno convinto il Verbania in estate a puntare su di lui. Un avvio non facile nella nuova realtà ma, dopo un infortunio muscolare che l’ha tenuto per qualche partita fermo ai box, al rientro Lenz si è conquistato sul campo un posto da titolare.

L’ottimo momento dei biancocerchiati è coinciso anche con il miglioramento graduale di Lenz, la sua continua crescita gara dopo gara ha dato quella stabilità a livello di Under da schierare alla formazione di Trino; l’exploit esponenziale del terzino classe 2000 è stato tale da permettere alla formazione del patron Del Monaco di puntare, nel mercato di dicembre, su un rinforzo d’esperienza e grande affidabilità come il portiere Russo.

Lenz, alto circa 180 centimetri, fisico asciutto ma in costante crescita a livello muscolare, ottime capacità condizionali in particolare eccelle per la sua rapidità e la sua velocità sia nel breve che in progressione; buona forza esplosiva, discreta tenuta fisica, a volte tende ad arrivare appannato nella fase finale dei novanta minuti ma è un atteggiamento comprensibile visto che le sue numerose sgroppate sulla fascia comportano un innumerevole dispendio di energie fisiche e mentali. La sua qualità coordinativa per eccellenza è l’anticipazione dei movimenti, ottimo nei tempi di reazione, buon equilibrio, non sempre orientato perfettamente con il corpo, applica grande ritmo alle giocate; non dispone di fantasia motoria ma se la cava comunque bene nei dribbling con giocate semplici ma efficaci.

Il terzino verbanese è un destro naturale: preciso nei passaggi e nei cross specie con il piede forte, tende ad utilizzare meno il mancino ma dimostra complessivamente una buona tecnica anche con il piede debole. Dotato di una buona visione di gioco, prezioso in fase di rifinitura con i suoi “cross al bacio” e i traversoni “all’inglese”.

Dal punto di vista tattico Lenz viene utilizzato come terzino in una difesa a 4, in questa stagione è stato impiegato su entrambe le corsie laterali ma solitamente viene posizionato sulla corsia mancina dove riesce ad esprimersi bene pur non giocando sulla fascia del piede forte. Sempre propositivo in fase di possesso e sviluppo della manovra, bravo a dialogare con i compagni attraverso triangolazioni ed uno-due, tende a partire largo in ampiezza pestando quasi la linea per poi proporsi in sovrapposizione e puntare il fondo per crossare, preciso nei tempi di gioco sia nell’esecuzione degli interscambi che nelle rotazioni. In fase di non possesso si dimostra molto attento all'avversario diretto, una grande elevazione unita ad un buona lettura dell’azione gli consentono di eccellere negli anticipi specie nella zona mediana del campo; determinato e caparbio nell’uno contro uno e nei tackle, difficile da superare in velocità, concede qualcosa su cambi di gioco e nelle transizioni negative dove non sempre è impeccabile; nella marcatura su cross laterali a volte fatica nel controllare gli smarcamenti preventivi del diretto avversario ma ha tutto il tempo per migliorare questi errori di gioventù.

Nel complesso Lenz si dimostra un laterale basso con grandi qualità fisiche ed atletiche correlate ad una buona tecnica individuale, dotato di grande concentrazione e forza di volontà ha tutto per crescere ancora ed affermarsi tra i top nel suo ruolo in questa categoria; la sua grande ascesa è coincisa con il momento d’oro del Verbania e siamo convinti che il giovane laterale basso e la società biancocerchiata potranno togliersi innumerevoli soddisfazioni in questo 2019.

Mirco Vecchi

Leggi altre notizie:VERBANIA
Gabriele Lenz
Gabriele Lenz