Forzatti, la Juve Domo è in crescita: "Meritavamo il successo"

Thomas Forzatti
Thomas Forzatti

Il pareggio raccolto a Briga dalla sua Juventus Domo non è un risultato che va particolarmente a genio a mister Thomas Forzatti che sul campo della compagine novarese puntava a rilanciare la sua squadra anche in ottica di classifica. Gli ossolani sono stati zavorrati da una partenza a rilento che non ha certo aiutato nella rincorsa al risultato e da una serie di decisioni arbitrali che non hanno convinto in casa granata: "Abbiamo letteralmente regalato i primi 15-20 minuti al Briga - conferma Forzatti - ed era una cosa che temevo perché, anche se non dev'essere una scusante, è un mese e mezzo che tra gare e allenamenti non giocavamo su un campo in erba dove le dinamiche sono diverse. Già nel finale di primo tempo siamo però cresciuti e nella ripresa c'è stata un'altra Juve Domo che avrebbe probabilmente meritato di vincere per il predominio sul campo e per le occasioni avute".

Era importante per la squadra di Forzatti dare continuità di risultati dopo il successo maturato nello scorso weekend anche se mancare il successo porta gli ossolani un po' più distanti da quello che era l'obiettivo stagionale: "Per noi nel girone di ritorno è iniziato un altro campionato - conferma il tecnico - per cui diventava fondamentale non perdere su questo campo anche in prospettiva futura. Questo non cancella però il forte rammarico di aver mancato i tre punti per qualche episodio dubbio, come il rigore fischiatoci contro e un gol annullato che non so se fosse da annullare, che hanno pesato sul risultato finale. Prendo da questa partita i tanti aspetti positivi di una gara giocata con qualità e sacrificio che ci fanno credere di poter fare passi avanti in questo campionato".

Anche perché l'impressione è quella di essere di fronte ad una squadra diversa rispetto a quella che ha deluso nella prima parte di stagione, forse anche per gli innesti che ne hanno modificato gli assetti di squadra: "È proprio così - conclude Forzatti - se solo andiamo ad analizzare le azioni da gol si vede che prima avevamo un possesso di palla sterile mentre ora, domenica dopo domenica, riusciamo ad essere sempre più incisivi nella manovra anche se non sempre concretizziamo tutto ciò che riusciamo a creare. Questa squadra è in crescendo e i nuovi innesti ci hanno sicuramente dato una mano".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:JUVENTUS DOMO