Oggi ti presento: Emanuele Bussi

"Oggi ti presento" questa settimana ritorna alla sua veste classica, quella che prende in esame i migliori giovani della categoria Eccellenza di questa stagione, dopo la divagazione sulla figura del match analyst proposta la scorsa settimana da Mirco Vecchi, ormai "compagno di avventure" di IamCalcio che tutte le settimane ci propone il suo punto di vista sullo stato della gioventù del nostro calcio dilettantistico. Questa settimana si torna a Vanchiglia, già toccata da Vecchi con l'analisi di Kaly Sene, da pochi giorni passato al settore giovanile della Juventus: una chiara dimostrazione che a Vanchiglia si sta lavorando bene sul settore giovanile ma anche dell'attenzione e dell'occhio lungo di Vecchi sui migliori giovani della categoria.

La grande sorpresa di questa Eccellenza 2018/19 è senza dubbio il Vanchiglia! Nessuno ad inizio campionato si aspettava di trovare i torinesi al quarto posto in classifica dopo 18 giornate di campionato. I granata si stanno dimostrando una matricola terribile capace di collezionare scalpi importanti, spiccano le vittorie di prestigio collezionate nel girone d’andata contro Accademia Borgomanero e La Biellese. Un calcio grintoso ed a tratti spumeggiante è quello proposto dalla squadra di mister De Gregorio: quarto attacco del campionato per i granata con 29 gol realizzati, la neopromossa deve registrare ancora qualcosa in fase difensiva dove sono ben 28 le reti subite. Tra gli Under di talento della compagine torinese troviamo Emanuele Bussi, classe 2000, perno fondamentale del centrocampo granata.

Bussi è cresciuto nel florido settore giovanile del Vanchiglia; protagonista in prima squadra già nella passata stagione dove è stato tra le sorprese più positive del campionato di Promozione, quando a fine anno i granata hanno ottenuto la loro prima storica promozione in Eccellenza. Nella nuova categoria Bussi ha confermato tutto il suo valore, con ottime prestazioni per un totale di 1370 minuti giocati per il giovane classe 2000.

Bussi, alto poco più di 180 cm, magro longilineo, fisico asciutto con muscolatura nella norma, è molto mobile e reattivo; rapidità e velocità sono nella media sia negli scatti che in progressione, dimostra una buona forza esplosiva ma la sua qualità condizionale migliore è senza dubbio la resistenza: instancabile, macina chilometri per tutto l’arco del match. Dispone di ottime capacità coordinative, bravo nell’orientamento della giocata e nell’anticipazione di movimenti, buoni i tempi di reazione, imprime ritmo nella giocata e dimostra a tratti qualche lampo di fantasia motoria.

Destro naturale, dimostra di possedere buona tecnica anche con il piede sinistro; dotato di un buon tiro, possiede un'ottima visione di gioco correlata da grande precisione nei passaggi. Bene in fase di conduzione palla, non esagera nei dribbling e nelle finte giocando in maniera semplice ed efficace.

Dal punto di vista tattico Bussi è un centrocampista polifunzionale, nel 4-3-3 di mister De Gregorio viene schierato come mezzala sinistra ma può essere utilizzato anche nel centrodestra e all’occorrenza come metodista davanti alla difesa. Prezioso in fase di costruzione e sviluppo del gioco, sempre intraprendente e propositivo, ottima tecnica individuale, ama ricevere palla per poi “illuminare il campo” con i suoi precisi passaggi e lanci; bravo a smarcarsi preventivamente e nell’eseguire rotazioni ed interscambi, ottimo in fase di rifinitura, prezioso con i suoi assist al bacio, bravo nel seguire l’azione, il classe 2000 possiede tempi ed abilità nell'inserirsi in fase di finalizzazione. Inoltre grazie alla sua statura domina sulle palle aree nella zona cruciale del campo. In fase di non possesso Bussi è un grandissimo “rubapalloni”: reattivo nella ri-aggressione, deciso nei tackle e nei contrasti, sempre attento alla sua posizione ed ad eseguire il marco-copro.

Nel complesso Bussi può essere definito come un moderno centrocampista "box to box", bravo nell’impostare e sviluppare l’azione con ottima visione di gioco e sempre pronto ad inserirsi in area di rigore; infaticabile corridore di centrocampo grintoso e determinato, abile a sradicare il pallone dai piedi degli avversari. A dodici giornate dalla fine del campionato non vuole terminare la favola della "Cenerentola" Vanchiglia alla ricerca della “scarpetta giusta” chiamata play off e anche grazie alle prestazioni del promettente "canterano" Bussi il sogno dei granata continua.

Foto: ringraziamento a Sprint&Sport

Mirco Vecchi

Leggi altre notizie:VANCHIGLIA
Emanuele Bussi, Vanchiglia
Emanuele Bussi, Vanchiglia