Il Novara presente al ricordo di Weisz

La targa dedicata a Weisz
La targa dedicata a Weisz

Era presente anche il Novara Calcio domenica 3 febbraio presso la Sala Executive dello Stadio San Siro di Milano per la commemorazione di Arpad Weisz a 75 anni dalla morte avvenuta nel campo di concentramento di Auschwitz. L'allenatore ungherese di origine ebrea infatti ha allenato anche la squadra gaudenziana nel 1934-35 prima di cadere vittima della follia omicida nazista nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Weisz, il più giovane allenatore a fregiarsi del titolo di Campione d'Italia conquistato a soli 34 anni con l'Ambrosiana-Inter nella prima stagione disputata a girone unico (1929-30), vinse altri due titoli con il Bologna prima di essere costretto a fuggire dall'Italia per la promulgazione delle leggi razziale che l'anno costretto a riparare nei Paesi Bassi, senza tuttavia riuscire a sfuggire alle strette maglie della pulizia etnica nazista.

Il Comune di Milano ha scoperto una targa dedicata proprio all'allenatore ungherese, invitando all'evento organizzato prima di Inter-Bologna oltre ai nerazzurri padroni di casa e ai rossoblu emiliani, le tappe sicuramente più importanti dell'avventura di Weisz in Italia, anche le altre squadre allenate dal tecnico ungherese nella sua breve ma intensa parabola da allenatore, Novara, Bari ed Alessandria. L'evento è stato tenuto dal giornalista e presidente onorario del Memoriale della Shoah Ferruccio De Bortoli ed ha visto la partecipazione anche di Matteo Marani, giornalista responsabile dell'area eventi calcio di Sky Italia ed ex Direttore di Sky Sport 24 e Guerin Sportivo, che proprio a Weisz ha dedicato uno dei suoi più importanti scritti, il libro "Dallo scudetto ad Auschwitz: vita e morte di Arpad Weisz, allenatore ebreo".

Per il Novara Calcio, la cui maglietta dedicata a Weisz sarà esposta presso la Fondazione Memoriale della Shoah come tutte le altre casacche, hanno partecipato all'evento il Vice Presidente Carlo Accornero e il Consigliere Massimo Accornero.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:NOVARA