Terza Vco, le società in subbuglio

Cambia il calendario di Terza Vco?
Cambia il calendario di Terza Vco?

Non è andata giù alle società di Terza categoria Vco la nuova composizione del calendario proposta dal Comitato Regionale che dispone il termine della stagione non più al 12 maggio ma anticipa tutto di una settimana per allineare le date di tutto il calcio piemontese. La decisione unilaterale, che obbligherebbe le società succitate ad un doppio turno infrasettimanale programmate per il 25 aprile e il 1 maggio, è stata fortemente contestata nel corso della convocazione presso la sede della Delegazione Provinciale del Vco di Verbania, tenuta per comunicare alle squadre la nuova calendarizzazione delle giornate di campionato.

Le società stesse per ovviare a questa situazione hanno presentato una controproposta su cui ora verte la discussione e hanno firmato una lettera aperta da inviare al Comitato Regionale e successivamente girata anche agli organi di informazione per far conoscere all'esterno la complicata situazione.

"Abbiamo appreso in data odierna, dopo essere stati convocati dalla Delegazione del Vco, della Vostra decisione di anticipare la conclusione dei campionati di Terza categoria al 5 maggio p.v., anticipando dunque l'ultima giornata originariamente prevista il 12 maggio.

Si tratta per noi di una situazione insostenibile in quanto, per poter disputare l'ultima giornata il 5 maggio, occorrerebbe prevedere ben due gare infrasettimanali da qui al 5 maggio, con conseguente aumento di costi per tutte le società coinvolte, a cui va aggiunta la difficoltà di avere a disposizione i propri tesserati in gare infrasettimanali per motivi di lavoro, e la difficoltà di sostenere un numero elevato di partite in pochi giorni.

Nell'ipotesi che è stata avanzata dalla nostra Delegazione si prevedono due gare infrasettimanali il 25/04 e l'1/05. Ciò renderebbe estremamente difficoltoso lo svolgimento delle ultime quattro gare di campionato, in quanto costringerebbe le squadre a sostenere le ultime quattro partite di stagione regolare in soli 15 giorni, a ritmi impossibili per squadre dilettanti, soprattutto nella fase più delicata della stagione. Non solo, ma l'1/05 e soprattutto il 25/04 diversi tesserati sono impegnati in attività lavorative (come ad esempio chi lavora nella vicina Svizzera) per cui ne risulterebbe minata la regolarità del torneo. Infine non va esclusa l'ipotesi della necessità di ulteriori rinvii in caso di condizioni atmosferiche avverse in occasione dei prossimi turni (eventualità purtroppo statisticamente non trascurabile).

Poiché, stando a quanto ci viene comunicato, la domenica 12 maggio andrebbe riservata ad eventuali spareggi in caso di arrivo a pari punti delle prime due classificate (e che dunque oltretutto potrebbe essere libera o nella peggiore delle ipotesi coinvolgere solo due società), proponiamo quanto segue:

- nessun turno andrà disputato il 25/04 (e in tal modo si tiene libera una possibile "finestra" in caso fossero necessari altri recuperi);

- la 10ª gara di ritorno sarà disputata il 28/04/2019;

- l'11ª gara di ritorno sarà disputata l'1/05/2019;

- la 12ª gara di ritorno sarà disputata il 5/05/2019;

- la 13ª e ultima gara di ritorno sarà disputata il 12/05/2019;

- nella settimana tra il 12 e il 19 sarà disputato l'eventuale spareggio;

- il primo turno playoff sarà disputato il 19/05/2019;

- la finale di playoff sarà disputata il 26/05/2019.

Proponiamo questa soluzione, in pieno spirito di collaborazione, ritenendo che questa soluzione possa salvaguardare le esigenze di tutti. Confidiamo quindi in un favorevole riscontro, rimanendo a disposizione per ogni chiarimento".

La proposta in questione è stata sottoscritta da tutte le otto società (su 13 partecipanti al campionato) presenti alla riunione di ieri mattina presso la Delegazione provinciale del Vco, ossia Barengo, Branzack United, Fondotoce, Maggiora, Montecrestese, Oratorio San Vittore, San Maurizio e Varallo e Pombia.

Carmine Calabrese