La coppia Manzoni-Bosso firma l'impresa del San Maurizio

Alberto Bosso, suo il gol vittoria
Alberto Bosso, suo il gol vittoria

Per attesa, valore per la classifica, rivalità e tutto quello che ne consegue, la sfida tra Maggiora e San Maurizio valevole per la quarta giornata di ritorno del campionato di Terza categoria Vco è sicuramente quello che si suol dire un match di cartello; la partita si disputa a Cavallirio, giardino di casa della capolista allenata da Ferri. All’andata a campo invertito erano stato il Maggiora a portare a casa i tre punti con un 1-2 corsaro tra le mura ospiti ma l’obiettivo della squadra diretta da Seghezzi può essere solo la vittoria per accorciare ancora di più verso la testa della classifica che il Maggiora condivide con la Dinamo Omegna. Solito sistema di gioco per il tecnico ospite che deve fare a meno soltanto di Travaini, alle prese con uno stiramento che lo terrà fuori un mese; diverso il discorso per i padroni di casa che sembrano non trovare pace e tra infortuni e squalifiche devono rinunciare a Ienzi, Erbetta e Lissoni, ma schierano dal primo minuto il neo arrivato Bottone, ex Briga.

Difese allegre Quello che si aspetta il centinaio di persone arrivate al “Comunale” di Cavallirio è un match spettacolare, un botta e risposta che già nei primi minuti viene infiammato dal gol che al 5' porta avanti il Maggiora: Motta perde un pallone sanguinoso in uscita che Bottone è bravo a recuperare palla e crossare verso il centro dove Cittadino aggancia male ma trova la provvidenziale deviazione di Bacci che genera il più classico degli autogol. Il San Maurizio non si fa abbattere dall'immediato svantaggio e carica a testa bassa, Bosso calcia ma per Cordini la presa è di ordinaria amministrazione. A soffrire in maniera particolare sono le due difese che sbandano paurosamente,  al minuto 11 Vallerani e Bacci vanno in difficoltà e Pontiroli è lesto ad approfittare dell’errore calciando ad incrociare trovando però il palo a dirgli di no. Non c’è un attimo di pausa, al 20' nitida palla gol per Denicola che lascia partire un destro su suggerimento di Bacci che anche in questo caso termina la sua corsa contro il palo. È ancora l’ex Anspi Fontaneto a farsi vedere dalle parti di Cordini quattro minuti dopo, uno-due con Bosso e destro sul quale per poco non riesce ad inserirsi Manzoni. Il Maggiora, che fatica ad esprimere un gioco fluido, punta tutto sulle ripartenze con la velocità di Pontiroli a farla da padrona ma il pallonetto del numero 7, bravo ad inserirsi tra le maglie della difesa ospite, sorvola la traversa (32'). L'ultimo sussulto di una prima frazione giocata a ritmi altissimi è il colpo di testa di Bacci sugli sviluppi di un calcio d’angolo che però finisce alto senza impensierire più di tanto l’estremo difensore di casa.

Sorpasso vertiginoso Il Maggiora, più pronto a tornare in campo nella ripresa, ha subito l'occasione per raddoppiare: bellissimo il filtrante di Panella che trova Pontiroli libero e pronto ad involarsi verso la porta di Ruga, provvidenziale è la diagonale di Mora che ruba il tempo all’attaccante di casa impedendogli di calciare. Al 13' arriva il meritato pareggio per la squadra di Seghezzi: Bacci imbecca Manzoni che di prima intenzione scaraventa un destro potente sul quale Cordini non può nulla. La rete del pareggio mette letteralmente le ali al San Maurizio che sfrutta anche il momento negativo del match per i padroni di casa che non riescono più ad innescare Cittadino, sul quale Bacci e Vallerani hanno preso le misure e al 23' ribaltano la situazione: Manzoni veste i panni dell'assist-man, serve Bosso che di testa colpisce la traversa ma sulla ribattuta è lesto a rispondere presente depositando in rete. La contesa non può finire così, anche se di gol non ce ne saranno più: al 32’ Bosso potrebbe chiudere anticipatamente la partita ma a tu per tu con Cordini non riesce a firmare la terza rete biancoverde; l'occasione per pareggiare capita anche al Maggiora al 36’ su calcio d’angolo, Ruga esce a vuoto ma Zanetta non ne approfitta e da due passi infrange tutti i sogni dei padroni di casa. Non succede più nulla, i tre punti vanno al San Maurizio di Seghezzi che vendica la sconfitta dell’andata ponendo in bilico un campionato che, in virtù del pareggio della Dinamo Omegna che permette ai cusiani di volare in testa, per la prima volta in stagione non vede il Maggiora al primo posto anche se tutto rimane aperto con tre squadre nel giro di due punti, promessa di un finale di stagione scoppiettante.

MAGGIORA-SAN MAURIZIO 1-2

Reti: 5' aut. Bacci (M); 13'st Manzoni (S), 23'st Bosso (S).

Maggiora (4-3-2-1): Cordini, Piazza (46'st Bardini), Gonella, Erbetta, Micheletti, Fiandaca, Pontiroli, Panella, A. Gallo, Cittadino (25'st L. Gallo), Bottone (30'st Barbaglia). A disposizione: Zucchet, Di Giovanni, Del Boca, Zola, Sorrentino. All. Ferri.

San Maurizio (4-3-3): Ruga, M. Mora, Pizzetta, Bacci, Vallerani (26'st Buceza), Fascì (6'st Prone), Manzoni (38'st Ciaglia), Saidi (40'st S. Mora), Bosso (47'st Zeffiretti), Motta, Denicola. A disposizione: Moroni, Aquilia, Gallo, Del Gaudio. All. Seghezzi.

Arbitro: Magagna di Biella.

Note: Ammoniti Cordini e Barbaglia per il Maggiora; Pizzetta, Vallerani, Motta, Bosso, Saidi e Manzoni per il San Maurizio. Presenti 100 spettatori circa.

Gianni Foralosso

Leggi altre notizie:MAGGIORA SAN MAURIZIO