Novara-Cuneo 1-3, azzurri umiliati al Piola

Il due a zero di Kanis
Il due a zero di Kanis

Sembra già finito l’effetto Sannino per il Novara che subisce un imbarazzante sconfitta in casa contro il Cuneo e offre una prestazione per tutti i novanta minuti sconcertante, gli ospiti conquistano tre punti prestigiosi e senza la penalizzazione si troverebbero davanti al Novara in classifica di un punto.

Le formazioni Tante assenze per Sannino che vara un inedito 3-5-2 con Cacia recuperato dall’influenza in attacco in coppia con Gonzalez, Cinaglia viene avanzato sulla linea dei centrocampisti con Zappa dall’altra parte, Buzzegoli in cabina di regia con Bianchi e Bastoni interni, in difesa davanti a Di Gregorio agiscono Tartaglia, Rigione e Bove. Cambia tanto Scazzola rispetto al Cuneo visto a Pistoia, è un 4-3-3 quello dei biancorossi con Defendi punta centrale, Emmausso a destra e l’ex Kanis a sinistra.

Cuneo show C’è solo una squadra in campo e a sorpresa è il Cuneo, il Novara fin dalle prime battute sembra sulle gambe e soffre la vivacità degli uomini di Scazzola che si rendono pericolosi al 4’ con un tiro di Emmausso, al 9’ Defendi serve in profondità Kanis che incespica al momento della conclusione. Clamorosa chance per Defendi un minuto più tardi che manca incredibilmente la deviazione vincente; al 12’ il primo tentativo del Novara è un destro “masticato” di Buzzegoli. Il Cuneo torna ad essere pericoloso al 17’ con un colpo di testa di Defendi che liberissimo in area manda alto, al 18’ Bertoldi per poco non sorprende Di Gregorio.

Novara inesistente che si vede annullare una rete dubbia al 19’, Bastoni non sembra in fuorigioco come segnala l’assistente di Panettella; sembra che gli azzurri possano arrivare all’intervallo immeritatamente in parità ma al 40’ su un cross di Kanis Di Gregoria devia nella sua porta dando il meritato vantaggio ai cuneesi, l’estremo di Sannino si riscatta al 43’ su Kanis che trova il gol contro la sua ex squadra al 45’ con un preciso sinistro sotto la traversa che fa partire gli inevitabili fischi alla formazione di casa.

Riscatto azzurro? Un’altra volta… Sannino cambia tre giocatori inserendo Stoppa, Nardi e Bellich, la conclusione di Cacia al 3’ che impegna Cardelli sembra far presagire ad una partita diversa ma è un fuoco di paglia perché al 18’ il Cuneo chiude i conti con Said che ribadisce in rete una parata di Di Gregorio su Caso. Potrebbe riaprila Eusepi ma prima Cardelli respinge la conclusione dell’attaccante azzurro che successivamente calcia sull’esterno della rete; addirittura Jallow potrebbe fare poker, salva un passivo ancora più pesante Di Gregorio. A due minuti dal termine Stoppa sigla la rete della bandiera.

NOVARA-CUNEO 1-3

Reti: 40’Autorete di Di Gregorio, 45’Kanis (C), 18’st Said (C), 43’st Stoppa (N).

Novara (3-5-2): Di Gregorio; Tartaglia, Rigione (1’st Bellich), Bove; Cinaglia, Bianchi (18’st Fonseca), Buzzegoli, Bastoni (1’st Stoppa), Zappa (1’st Nardi); Gonzalez, Cacia (16’st Eusepi). A disposizione: Benedettini, Marricchi, Ronaldo, Cordea, Kyeremateng. All. Sannino

Cuneo (4-3-3): Cardelli; Castellana, Tafa, Cristini, Bertoldi (38’st Piermarteri); Said, Suljic, Paolini; Emmausso (12’st Caso), Defendi (22’st Jallow), Kanis (22’st Celia). A disposizione: Gozzi, Santacroce, Alvaro, Ferrieri, Reymond, Scarano, Offidani, Marin. All. Scazzola

Arbitro: Panettella di Bari.

Note: Corner 3-3. Ammoniti Cinaglia, Buzzegoli e Bellich per il Novara, nessuno per il Cuneo. Spettatori 2989, abbonati 2308, paganti 681.

Marco Dho

Leggi altre notizie:NOVARA