A Jacobelli il premio "Astra per lo Sport", ospite la Juventus Women

Jacobelli premiato da Marchesin
Jacobelli premiato da Marchesin

E' senza dubbio riuscito l'evento che si è tenuto ieri sera nella sede di Astra SpA a San Pietro Mosezzo e che ha visto le calciatrici di Juventus Women intervenire per un aperitivo per poi trattenersi con i fan per firmare autografi e scattare foto ricordo. Durante la partecipata serata, promossa da Astra in qualità di concessionaria ufficiale Jeep per tutta la provincia di Novara e grazie alla sponsorship da anni in corso fra il marchio di FCA e Juventus, è stato premiato anche Xavier Jacobelli - giornalista sportivo fra i più noti a livello nazionale - insignito del nuovo premio "Astra per lo Sport".

La consegna del premio al professionista bergamasco è stata affidata all'Ingegner Massimo Marchesin e alla signora Mariella Savoini e ha aperto ufficialmente la serata. A seguire l'ingresso delle ragazze di Juventus, arrivate a San Pietro con 4 calciatrici, una per ruolo: il portiere Laura Giuliani, la numero 6 e difensore Michela Franco e due figure iconiche del calcio femminile italiano per quanto riguarda centrocampo e attacco: Martina Rosucci e Barbara Bonansea. Rosucci e Bonansea unitamente a Laura Giuliani da anni sono anche protagoniste in maglia azzurra e con la casacca della Nazionale si accingono a disputare i mondiali di calcio femminili in Francia, in programma per il prossimo giugno.

Organizzatrice dell'evento e perfetta padrona di casa, Chiara Maesano (Marketing & CRM per Astra) ha introdotto ospiti e supporters invitandoli poi al ricco rinfresco a buffet nei saloni della struttura, mentre le calciatrici si mettevano a completa disposizione di fan e curiosi per le strette di mano, gli autografi e le foto di rito. A margine dell'evento abbiamo realizzato delle interviste proprio a Chiara Maesano per parlare della "mission" sportiva dell'azienda ed in esclusiva al direttore Xavier Jacobelli, che si è dimostrato persona disponibile e cordiale confermandosi grande professionista per modi e spessore giornalistico: un destinatario sicuramente meritevole per il primo "Astra per lo Sport".

Stefano Calabrese