Maggiora, salta la panchina di Ferri

Sebastiano Ferri
Sebastiano Ferri

Era una voce che nelle ultime settimane, dopo che il Maggiora aveva vinto il campionato di Terza categoria Vco ottenendo così il pass per la prossima Seconda, è spesso stata paventata per via di un rapporto difficoltoso tra la dirigenza e la guida tecnica della squadra, al quale venivano rimproverati alcuni atteggiamenti al di fuori delle righe. Da quest'oggi è però diventato ufficiale il divorzio tra la compagine maggiorina e Sebastiano Ferri che dunque non sarà il tecnico della squadra nella prossima stagione.

"Purtroppo le coppie si fanno e le coppie si disfano - commenta il presidente del Maggiora Davide Annichini e su tante cose non siamo riusciti a trovare una linea comune. Sono tanti gli atteggiamenti che hanno urtato la società, a partire da quello che è successo il primo maggio quando la squadra ha vinto il campionato ed è successo il patatrac a Borgomanero con il San Maurizio. Cose di questo genere non rappresentano la società ed io e il vice presidente Falabella abbiamo pensato di scusarci con la società avversaria, sentendoci dire anche che avremmo sbagliato, che nel calcio queste cose succedono sempre... Dal nostro punto di vista queste cose non dovrebbero succedere, chi va in giro rappresentando la nostra società deve sempre mantenere un certo atteggiamento e questo purtroppo non è successo".

Da quel che trapela la decisione a Maggiora è stata presa da tempo ma si è aspettato a comunicarla per cercare di mantenere cordiale il rapporto tra le parti: "Mister Ferri nelle scorse settimane ci ha comunicato di avere richieste da categorie più alte per andare altrove e ci ha chiesto una quindicina di giorni per decidere il da farsi. Noi abbiamo usato questo tempo per capire che tipo di percorso volevamo seguire e, avendo capito di voler valutare altri progetti, abbiamo optato per la scelta credo lecita di non proseguire insieme. Non siamo arrivati al punto di parlare di progetto tecnico, vogliamo prima capire quali saranno i giocatori della stagione appena conclusa che proseguiranno con noi anche nella prossima: al momento non abbiamo ancora parlato con nessuno di loro perché ci sembrava giusto risolvere prima la questione allenatore. La settimana prossima credo che ci sarà il nome del nuovo mister".

Sono tante le opzioni messe in campo dalla società per la sostituzione di Ferri, a partire da Igor Seghezzi che è stato interpellato ma che avrebbe già rifiutato per proseguire la sua avventura a San Maurizio. Il nome più caldo in questo momento parrebbe essere quello di Domenico Potenza, nelle ultime stagioni alla guida del River Sesia, ma molto credito viene dato anche alle piste che porterebbero a Gianni Calafiore e a Marco Morosini. 

Sebastiano Ferri non sarà però l'unico a lasciare il Maggiora al termine di questa stagione perché la stessa sorte toccherà anche al direttore sportivo Filippo Bigi, che con il tecnico proprio quest'anno aveva creato un forte sodalizio e che per gli stessi motivi la società ha deciso di mettere alla porta. "Le divergenze di opinione credo che fossero insanabili anche con lui - conclude Annichini - anche se in questa ultima settimana abbiamo fatto di tutto per lasciarci nel miglior modo possibile anche in virtù della stagione che abbiamo vissuto assieme. A livello personale non abbiamo problemi con nessuno dei due, anzi sono due persone che a livello calcistico nel corso della stagione appena passata hanno insegnato molto ai dirigenti di una società che ha solamente due anni di vita. Spero che al di fuori del calcio continuerà ad esserci quella stima che c'è sempre stata".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:MAGGIORA