Il Novara, il futuro: avanti forte su stadio e cittadella dello sport

Rivoluzione per il
Rivoluzione per il "Piola"?

Grandi novità in arrivo in casa Novara Calcio, con la questione stadio che va verso un futuro che si sta delineando: presto i tifosi azzurri potrebbero avere una casa moderna, completamente coperta e con una capienza che andrà da 10.000 a 18.000 posti, un catino ideale per la tifoseria locale. Va avanti intanto il progetto della Cittadella dello Sport, l'area che riqualificherà la periferia ovest della città, portandola ad essere un'eccellenza sportiva. In quest'ottica, importante l'incontro tenutosi ieri a Novarello, per il quale pubblichiamo interamente il comunicato del Novara Calcio, tramite il suo sito ufficiale:

Tratto da Novaracalcio.com

"Si è svolta questa mattina (ieri, n.d.r.) a Novarello la conferenza stampa, congiunta tra il Novara Calcio e YARD S.p.A., di presentazione dell’avanzamento lavori e delle prossime iniziative relative al progetto del nuovo stadio di Novara Calcio e della “Cittadella dello sport”. Relatori della conferenza stampa Carlo Accornero, Vice-Presidente di Novara Calcio S.p.A. e Alessandro Pasquarelli Chief Executive Officer di YARD S.p.A.

Il Novara Calcio, con il supporto del Gruppo YARD, si è fatto promotore nel mese di aprile di un concorso di idee relativo al progetto “Cittadella dello Sport” di Novara, per la rigenerazione di diversi edifici prevalentemente ad uso sportivo tra i quali lo Stadio Silvio Piola, localizzati a sud-ovest della città.YARD S.p.A. ha affiancato il promotore, realizzando un primo concept dell’area di circa 210.000 mq ed ha organizzato il Concorso di idee per la selezione dei team di progettisti.

Al Concorso sono stati invitati sei studi e società di architettura di caratura internazionale con una comprovata esperienza nella progettazione nell’impiantistica sportiva:

– ANDREA MAFFEI ARCHITECTS S.R.L.- AMA, con sede a Milano dell’architetto Andrea Maffei– ARCHEA ASSOCIATI, con sede a Firenze dell’architetto Marco Casamonti– ARUP, con diverse sedi in America, in Australia, nell’est dell’Asia e in Europa (Londra e Milano) con l’architetto James Finestone– ARCHITECTURAL RESEARCH WORKSHOP con sede a Brescia degli architetti Botticini e Facchinelli– GAU ARENA, con sede a Roma dell’architetto Gino Zavanella– OFFICINA ARCHITETTI con sede in Colombia e Spagna con l’architetto Hembert Penaranda.

Gli studi di architettura sono stati chiamati a proporre sull’area un progetto di trasformazione e valorizzazione che comprendesse l’intero compendio, tenendo conto in particolare della grande vocazione sportiva dell’area, riqualificando alcune delle strutture esistenti e implementandone altre con nuove funzioni, mettendo a sistema l’asset e restituendo a Novara una porzione di città rigenerata e rinnovata.

L’obiettivo del concorso è quello di raccogliere le migliori idee per il progetto di valorizzazione della “Cittadella dello Sport”, per proporre alla città di Novara un progetto che rigeneri una porzione di città, trasformando la forte identità sportiva dell’area in volano per la riqualificazione, mettendo a fattor comune nuove e vecchie infrastrutture sportive, sfruttando il sistema infrastrutturale esistente e potenziandolo (viabilità, reti e servizi), dotando la città di nuove funzioni con un ridotto consumo di suolo e una forte sostenibilità ambientale.

I progetti saranno illustrati il prossimo mercoledì 5 giugno alle ore 18,00 presso il Centro Congressi di Novarello".

Stefano Calabrese

Leggi altre notizie:NOVARA