Il Carpignano ha Carta bianca, si riparte dalla Seconda?

Carta si congeda da Ghemme
Carta si congeda da Ghemme

Il modo migliore per ripartire dopo una delusione cocente come quella riservata dagli ultimi playoff di Terza categoria al Carpignano è quella di rilanciare subito, costruendo una squadra ancora più forte per provare a vincere il campionato. E, perché no, magari provare a fare ugualmente il grande salto chiedendo direttamente il ripescaggio nella prossima Seconda categoria. Un passo che la società vuole fare, che fa parte del progetto prossimo venturo dei sesiani e che sarà solamente il primo passo per riportare in alto i granata.

L'ambizione del nuovo Carpignano lo si capisce bene leggendo il nome del primo nuovo acquisto per la prossima stagione, un attaccante che alle nostre latitudini non ha certo bisogno di presentazioni: Roberto Carta"Sono stato favorevolmente impressionato dal progetto del Carpignano - confessa l'ormai ex bomber della Pro Ghemme - non soltanto per la domanda di ripescaggio che la società si appresta a presentare. Per quel che mi riguarda la categoria non era certo la cosa più importante, mi interessa di più che ci sia la volontà di costruire un gruppo che possa fare davvero bene nella prossima stagione, cercando la vittoria indifferentemente in Terza o Seconda categoria. Ci sono delle buoni basi e si stanno cercando tanti altri buoni giocatori, spero che il mio arrivo sia solamente l'inizio di un'estate fantastica per il Carpignano".

Carta è stato fortemente voluto dal Carpignano che cercava un attaccante con le sue caratteristiche per la prossima stagione. La volontà di provare una nuova esperienza del giocatore ha fatto il resto, portando ad un trasferimento difficile da ipotizzare solo qualche settimana fa: "Ghemme resterà sempre casa mia - dice il giocatore - ma la scelta di Carpignano è puramente professionale, differente da quanto fatto quando sono andato a Valduggia per testarmi, a 30 anni, in una categoria diversa da quelle vissute solitamente: il direttore sportivo Rol è una persona competente ed era già da diverse stagioni che mi tentava con la sua proposta, avevo voglia dopo tanti anni di provare un'esperienza tutta nuova e sono certo di poter essere davvero protagonista a Carpignano Sesia. In queste sei stagioni a Ghemme ho giocato due volte i playoff andando quasi sempre in doppia cifra (nella mezza stagioni di ritorno da Valduggia Carta ha segnato nove reti, n.d.r.): ho sempre cercato di dare tutto ma purtroppo non ce l'ho mai fatta a portare questa squadra in Prima categoria e questo resterà un grande rimpianto. Ho la coscienza pulita e la società ha fatto di tutto per cercare di trattenermi però quando hanno capito che questo è quello che voglio in questo momento, seppur con dispiacere, mi hanno lasciato libero di andare altrove".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:CARPIGNANO