Playoff Prima - Barcanova, Caselle, Vigliano e Sizzano: tutto in 90'! - I AM CALCIO NOVARA

Playoff Prima - Barcanova, Caselle, Vigliano e Sizzano: tutto in 90'!

Il Barcanova parte avanti
Il Barcanova parte avanti
TorinoPrima Categoria

Tutto in 90 minuti. Oggi si scenderà in campo per l'ultima giornata dei gironi playoff di Prima categoria e mai come nel quadrangolare A la situazione si può definire “ingarbugliata”. Tutte e quattro le squadre che lo compongono, infatti, possono ancora ambire al salto diretto in Promozione o quantomeno al terzo posto che varrebbe comunque lo spareggio definitivo con la seconda classificata del triangolare B. Barcanova-Vigliano e Sizzano-Caselle, queste le due super sfide che offre il menù di un girone sin qui davvero equilibratissimo, in cui i gol sono arrivati col contagocce e che vede il Barcanova davanti a tutti con 4 punti, seguito da Caselle e Vigliano a quota 3, con gli aeroportuali al momento messi meglio rispetto ai biellesi in virtù dello scontro diretto favorevole, e il Sizzano che resta in linea di galleggiamento con 1. Fuorviante perdersi dietro le mille combinazioni di risultati e classifiche che potremmo avere alle 18, ci basti sapere che anche il fanalino Sizzano, battendo il Caselle, potrebbe ancora arrivare secondo e volare quindi direttamente in Promo, così come gli aeroportuali perdendo rischierebbero d'arrivare addirittura quarti ed esseri così eliminati qualora il Vigliano facesse almeno un punto col Barcanova, con i torinesi che rischierebbero di finire al terzo posto, rinviando così il possibile appuntamento con la promozione, qualora perdessero col Vigliano e nello stesso tempo il Caselle battesse il Sizzano, mentre il Vigliano rischierebbe il quarto posto, con relativa eliminazione definitiva, solo se perdesse col Barcanova ed arrivasse nel contempo un successo del Sizzano sul Caselle.

Questi, in linea di massima, gli spauracchi che si delineano in una vigilia che ha, tra i diretti interessati, un unico comun denominatore, cioè il fatto che nessuno abbia voglia di perdersi dietro a troppi calcoli: «Siamo primi equesto è sicuramente un vantaggio – ammonisce i suoi giocatori Giulio Campanile, tecnico del Barcanovama non ci dovremo assolutamente cullare su quanto di buono fatto finora, visto che basterebbe un episodio negativo per guastare tutto quello che abbiamo costruito. Fatte queste premesse, scenderemo in campo per vincere e mantenere così il primo posto nel girone, ben consci di tutte le fatiche che abbiamo dovuto sostenere per arrivare sin qui. In tutte le partite di fine campionato e dei playoff abbiamo sempre dimostrato grande forza di volontà e capacità di concentrazione e non ci faremo beffare sul più bello, ho piena fiducia nella mia squadra. Le nostre armi in più saranno come sempre la forza del collettivo e gli attributi, sapremo stringere i denti e regalarci questa gioia immensa chiamata Promozione!». Nessun indisponibile di rilievo sul fronte rossoblu per il match in programma sul neutro di Bollengo, con Barrella e Lombardo che cercheranno di non badare troppo agli acciacchi fisici, mentre tra i biellesi saranno addirittura tre gli squalificati, ovvero i vari Damas Lopez, Gaio e Pareschi.

Per quanto riguarda, invece, il dentro-fuori di Alice Castello, due i fermati dal Giudice Sportivo nelle fila novaresi, cioè Borruto e Finotti, anche se dovrebbe rientrare il giovane Biella, mentre il Caselle dovrà fare ameno di Palma e non avrà ancora l'infortunato Bussi ma riabbraccerà Guelfo e Grimaldi, rientranti dal turno di stop: «Anche noi logicamente non faremo calcoli e punteremo dal primo all'ultimo minuto alla vittoria – assicura il diesse rossonero Lele Balluardo – l'impresa col Vigliano ci ha galvanizzati e adesso non vediamo l'ora di completare l'opera col Sizzano, ben consapevoli che sarà un'altra sfida difficilissima e decisa dai dettagli. La squadra, però, ha saputo reagire alla grande al k.o. iniziale col Barcanova e si farà trovare pronta a questo appuntamento decisivo. Se dovessimo battere i novaresi, significherebbe che in questa stagione avremmo toccato quota 80 punti, quindi la Promozione sarebbe ampiamente meritata. Abbiamo ancora davanti questo scoglio, probabilmente il più difficile da superare, ma se lo faremo sarà Promozione, basta questo a darci la carica per quest'ultimo sforzo».

Obbligo di vittoria, l'unico risultato che possa ancora tenere in corsa il Sizzano, a maggior ragione anche in casa novarese: «Durante questi playoff siamo cresciuti e abbiamo dimostrato di poter tenere testa a tutte le corazzate che abbiamo affrontato – evidenzia il tecnico biancazzurro Matteo Paladinabbiamo perso col Vigliano solo per la nostra fame di vincere e sfiorato il successo col Barcanova, quindi anche col Caselle, se giocheremo come sappiamo e come siamo perfettamente in grado di fare, abbiamo tutte le carte in regola per batterli e scavalcarli in classifica, poi se sarà promozione diretta o ulteriore spareggio lo vedremo in un secondo momento, ma almeno avremo svolto sino in fondo il nostro compito. Il fatto che cercheremo la vittoria a tutti i costi, però, non significherà buttarsi all'assalto a testa bassa, anche perché sappiamo benissimo quanto i nostri avversari siano bravi nelle ripartenze, ma la nostra abilità starà proprio nel riuscire a sfruttare le situazioni facendole girare a nostro favore, cosa in cui finora abbiamo peccato. Servirà una grande impresa, inutile nasconderlo, ma sono fiducioso che i ragazzi abbiano immagazzinato le ultime dritte e riescano finalmente a essere anche più cinici in fase realizzativa. A livello mentale, poi, le partite in cui si ha un solo risultato a disposizione sono paradossalmente anche quelle più semplici da preparare, vedo la mia squadra pronta sia dal punto di vista atletico che psicologico, la stagione che abbiamo fatto ci ha già regalato la torta, ora starà a noi metterci sopra una bella ciliegina...».

Dawidh Solero

La Redazione