Playoff Prima: Sizzano, ad Alice passa il Caselle ma quanti errori... - I AM CALCIO NOVARA

Playoff Prima: Sizzano, ad Alice passa il Caselle ma quanti errori...

Il rigore di Gentile indirizza la gara
Il rigore di Gentile indirizza la gara
NovaraPrima Categoria

Sarebbe riduttivo e anche sbagliato ricondurre una sconfitta così pesante nel risultato come quella patita dal Sizzano sul neutro di Alice Castello nella sfida decisiva per il salto in Promozione con il Caselle al solo operato arbitrale, in casa novarese c'è la consapevolezza di aver sbagliato qualcosa di troppo nell'ultimo atto e forse di aver gettato i playoff non tanto con il risultato dell'ultima partita quanto nel resto della corsa, con il solo punto racimolato tra Vigliano (in casa propria) e Barcanova (in trasferta). Ma gli errori compiuti da Orazietti di Nichelino sono stati comunque evidenti e, quel che peggio, hanno contribuito ad indirizzare una partita che per i ragazzi di Paladin si prospettava già come un'ardua salita e che le viste della direzione arbitrali hanno reso un muro insormontabile. 

Risultato bugiardo Non c'è dubbio però che il Sizzano abbia le proprie colpe perché, forse per il peso psicologico di dover comunque forzatamente segnare, la squadra di Paladin non comincia bene offrendo qualche spazio di troppo al contropiede del Caselle che nei primi minuti qualche pericolo dalle parti di Falconelli lo crea, senza lasciare traccia. Al 15' però tutto cambia quando il portiere novarese, nel respingere un cross tagliato dal lato corto dell'area, manda il pallone contro il braccio di Cupia posto a pochi centimetri da Falconelli stesso: l'arbitro opta per un calcio di rigore cervellotico che il Caselle accetta di buon grado trovando il vantaggio con Gentile. Il gol guasta tutti i piani dei novaresi e il nervosismo, che si impadronisce dei giocatori in campo, fa il resto; nonostante tutto il Sizzano non smette di giocare, al 22' l'azione in velocità e nello stretto spezza l'attenta difesa torinese ma il diagonale di Delfino bacia il palo alla destra di Leone prima di uscire sul fondo. Al 25' Zullo cerca la conclusione acrobatico che termina lontana dai pali novaresi, un minuto dopo Bouzida trova un varco per inserirsi nel fianco destro della retroguardia torinese ma il suo tentativo di raggiungere con un passante il liberissimo Golfetto viene inibito da capitan Afeltra che salva in scivolata. Troppo facile per Leone intervenire sul rasoterra con poca potenza di Grazioli (28'), ben più complicato il doppio intervento a cui il portiere torinese è costretto da Bouzida al 38', con Grimaldi a liberare sulla linea il tap-in solo accennato di Grazioli che sembrava potersi tramutare nel gol del pari. Dalle stelle alle stalle perché al 42', sulla pretenziosa conclusione di Damiani da distanza siderale, Falconelli incappa in una clamorosa topica sbagliando la presa e concedendo il raddoppio agli aeroportuali quando poco prima il direttore di gara aveva negato un evidente rigore per fallo sul guizzante Delfino: il Sizzano è alle corde e al 46' rischia di capitolare definitivamente quando Zullo passa su Cupia per disegnare un servizio arretrato per Damiani che, a porta spalancata, mastica il pallone perdendo l'occasione di triplicare. Si va negli spogliatoi così, non prima di aver visto l'ottimo Leone murare ancora una volta la conclusione potente ma centrale di Bouzida (48').

Festa rossonera, il Caselle in Promozione Tra primo e secondo tempo l'allontanamento di Paladin dal campo è forse la dichiarazione di resa di una Sizzano che nella ripresa andrà via via spegnendosi sotto il cocente sole vercellese. Sarebbe necessario segnare subito ma l'atteggiamento offensivo dei novaresi sbilancia la squadra che rischia più volte l'infilata come al 2' quando Zullo, lanciato in campo aperto in contropiede, davanti a Falconelli temporeggia troppo non riuscendo a calciare per il ritorno trafelato della difesa. E' però solo questione di tempo perché Orazietti al 7' ci mette nuovamente lo zampino, non vede la partenza probabilmente al di là della linea di Zullo che questa volta punta con decisione il portiere infilandolo sul primo palo. E' apoteosi torinese con il Sizzano che si arrende concedendo la ribalta alla panchina: al 16' Damiani lanciato tutto solo nella sguarnita metà campo del Sizzano calcia da fuori area spedendo la palla sul fondo. Al 21' è Bovo a girare debolmente di testa il buon traversone di Iulini ma ci vorrà Bouzida per segnare il punto della bandiera con una punizione defilata che, forse toccata o forse no in mezzo all'area, beffa Leone sul palo lungo (37'). Nonostante il gol subito il Caselle resta in controllo fino al termine e timbra la Promozione vincendo il quadrangolare playoff.

SIZZANO-CASELLE 1-3

Reti: 15' Gentile rig. (C), 42' Damiani (C); 7'st Zullo (C), 37'st Bouzida (S).

Sizzano (4-3-1-2): Falconelli; Iulini (23'st Crespi), Cupia, Forzani (11'st Colombo), Raffaelli (33'st Passarella); Soro, Giroldi, Grazioli; Golfetto (13'st Bovo); Delfino (38'st Biella), Bouzida. A disposizione: Cario. All. Paladin.

Caselle (4-4-2): Leone; Trapella, G. Alestra, Machetta, Grimaldi; Pelà (41'st Navarra), Rucchione, Gentile, Alestra II G. (23'st Aprà); Damiani, Zullo (44'st Ferrero). A disposizione: Grandinetti, Guelfo, Piu, Solazzo, Kamara. All. Di Muro.

Arbitro: Orazietti di Nichelino.

Note: Ammoniti Golfetto, Colombo, Forzani, Soro e Giroldi per il Sizzano, Pelà per il Caselle. Espulso nell'intervallo tra primo e secondo tempo il tecnico del Sizzano Paladin per proteste. La gara è stata giocata sul neutro di Alice Castello.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:SIZZANO CASELLE