I gol arrivano nel finale, il Varallo e Pombia vola in Coppa - I AM CALCIO NOVARA

I gol arrivano nel finale, il Varallo e Pombia vola in Coppa

Il Varallo e Pombia
Il Varallo e Pombia
NovaraCoppe

Alla fine il Varallo e Pombia è riuscito a vincere una partita che ha lungamente condotto creando tantissime occasioni da rete ma il risultato finale, un 3-0 maturato a gara praticamente conclusa, potrebbe ingannare sulla difficoltà incontrata dalla formazione di mister Bonafede di trovare la rete, rischiando peraltro di capitolare sulle poche ma importanti occasioni create dal Casalino. Una vittoria giusta e meritata dunque per i padroni di casa che possono disporre di maggior qualità rispetto agli avversari, ma in casa varalpombiese bisognerà aumentare l'incisività sotto rete per evitare di disperdere la grande mole di gioco prodotta sul campo.

Quanti errori di mira La gara, scoppiettante fin dalle prime battute, ha offerto tantissime occasioni da rete anche se, per iniziare a parlare di reti, si è dovuto attendere ben oltre l'ora di gioco, quando le scemare delle forze ha reso meno attente le chiusure difensive già di per sé blande. Passano pochi secondi e il Varallo e Pombia già grida al gol, sul diagonale di Borgini che sfiora il palo alla destra di Gallesi. Al 5' Caretti dà prova della sua pericolosità obbligando Vosali al fallo al limite: punizione con cui Stissi aggira la difesa, attento il portiere del Casalino alla deviazione in angolo. L'equilibrio potrebbe rompersi al 17' quando il positivo Borgini, che si fionda sul cross preciso di De Giorgi, viene trattenuto da Saia al momento di intervenire sulla sfera: è rigore, dal dischetto si presenta Pietracatella che si fa ipnotizzare da Gallesi, il tiro è angolato ma fiacco e il portiere sventa. Che Gallesi sia un protagonista diventa evidente al 21', quando il portiere chiude con il corpo il tentativo di Caretti, partito a scheggia sull'ennesimo suggerimento di De Giorgi. Ma in campo c'è anche il Casalino e la squadra di Cassaro più volte rischia di confezionare la sorpresa, approfittando di una difesa avversaria non certo impenetrabile: al 24' la punizione di Lucenò è perfetta, Vosali stacca tutto solo a centro area ma non trova la porta; al 27' tocca a Raimondo partire in campo aperto ma l'esterno ospite, al momento di calciare, alza troppo la mira. Gallesi rischia tanto al 29', l'intervento sulla punizione da distanza siderale di Baiardi non è perfetto, ma il tap-in vincente di Pietracatella arriva in posizione di offside. Il trequartista varalpombiese va vicino alla rete anche al 32', quando conclude una bella azione in ripartenza dei padroni di casa con un fendente che muore sull'esterno della rete dando l'illusione del gol che però non arriva neanche al 37', quando Borgini elude il fuorigioco lanciandosi verso l'area avversaria obbligando Gallesi all'uscita spericolata in scivolata per evitare guai peggiori. Incredibilmente al riposo potrebbe andare in vantaggio il Casalino se Rizzotti, giusto allo scadere, non si vedesse il diagonale da buona posizione deviato in angolo, dopo aver scippato il pallone da piedi di Ortu, bravo a raccogliere in piena area la punizione precisa di Lucenò.

Si rompono gli argini L'approccio alla partita del Varallo e Pombia è sicuramente migliore perché, come successo nel primo tempo, i primissimi secondi di gioco portano subito i padroni di casa al tiro, questa volta con De Giorgi la cui conclusione è fuori misura veramente per una questione di centimetri. Il Casalino prova ad uscire dal guscio all'8' con Raimondo che, di testa, inganna Sabatini, uscito male e rimasto a metà strada tra porta e pallone, ma pecca ancora una volta di precisione; la squadra di Bonafede tuttavia aumenta la pressione obbligando gli ospiti prima di tutto a difendersi con affanno. Al 22' Caretti di contro balzo spedisce un pallone invitante alle stelle ma il gol è nell'aria e nonostante un paio di tentativi affannati della difesa del Casalino di evitare il gol salvando sulla linea, è Zazzu al 24' a trovare il tocco giusto in acrobazia e ad insaccare la sfera per il vantaggio varalpombiese. Il Casalino sbanda, al 27' Massara fa il vuoto sulla destra centrando per Caretti che insacca ma si vede la rete annullata per fuorigioco, ma trova la forza di creare importanti occasioni per il pareggio, puntualmente sprecate: al 28' Bellafemina, in piena area di rigore, calcia al volo precipitosamente mancando il non difficile bersaglio, al 34' il rinvio corto di Zazzu diventa facile preda di Raimondo che controlla ma non ha la freddezza di inquadrare la porta. Lo stesso Raimondo al 38', persa palla, si lascia andare ad un epiteto irriguardoso che l'arbitro considera rivolto verso di sé, mostrando il rosso al giocatore: per il Casalino è la fine dei gioco, in inferiorità numerica non riesce più a far fronte agli attacchi del Varallo e Pombia che presto chiude la partita. Al 40' la difesa ospite si salva, anticipando all'ultimo Stissi dopo la buona parata di Gallesi su Caretti ma quando l'attaccante varalpombiese strappa, presentandosi a tu per tu con il portiere prima di servire, sull'uscita di Gallesi, il liberissimo Nisi che che a porta sguarnita non può sbagliare (44') scorrono i titoli di coda. In pieno recupero arriva anche il rocambolesco 3-0, il cross radente di Pietracatella non ha alcuna pretesa ma nessuno interviene sulla sfera che si infila lentamente in porta.

VARALLO E POMBIA-CASALINO 3-0

Reti: 24'st Zazzu, 44'st Nisi, 48'st Pietracatella.

Varallo e Pombia (4-3-1-2): Sabatini; Piro (6'st Zazzu), Valloggia (11'st Biasolo), Forastiero, De Giorgi (28'st Fumanelli); Rago (1'st Massara), Baiardi (35'st Nisi), Stissi; Pietracatella; Borgini, Caretti. A disposizione: Pezzin, Gibogini, Jaydy. All. Bonafede.

Casalino (4-5-1): Gallesi; Rova (20'st Bunone), Vosali, Righetti, Saia; Raimondo, Lucenò, Vesci (40'st Raqmi), Ortu (44'st Cavallotti), Rizzotti (4'st Cucchi); Bellafemina. A disposizione: Gargiulo. All. Cassaro.

Arbitro: Ciaparrone di Novara.

Note: Espulso al 38'st Raimondo (C) per comportamento non regolamentare. Ammoniti Valloggia e Baiardi per il Varallo e Pombia, Rova, Saia, Vosali, Vesci e Cucchi per il Casalino. Al 17' Pietracatella (V) si è fatto parare un calcio di rigore.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:VARALLO E POMBIA CASALINO Coppe