Bonetti soddisfatto: "Le prossime giornate diranno che Gargallo sarà" - I AM CALCIO NOVARA

Bonetti soddisfatto: "Le prossime giornate diranno che Gargallo sarà"

Luca Bonetti, tecnico del Gargallo
Luca Bonetti, tecnico del Gargallo
NovaraTerza Categoria VCO

Il Megolo per tanti motivi è ancora fuori portata per un Gargallo tutto nuovo che si sta affacciando adesso alla ribalta del calcio delle prime squadre ma nonostante ciò sono tanti i motivi di soddisfazione per il tecnico Luca Bonetti che è consapevole che proprio passando da queste gare la sua squadra potrà crescere ulteriormente: "Abbiamo pagato un dazio pesante all'esperienza contro il Megolo così com'era stato contro la Montecrestese, due squadre che lotteranno per traguardi diversi dai nostri; su questo punto però dobbiamo migliorare, la mancanza di esperienza non deve diventare un alibi ma la molla che ci spinge a crescere ancora. In settimana avevamo lavorato sulle caratteristiche del Megolo e ci siamo fatti sorprendere facendo errori proprio sulle cose su cui sapevamo che i nostri avversari avrebbero potuto farci male: Forzani, ad esempio, sapevamo che non andava lasciato giocare perché l'età non conta e lui è ancora un giocatore in grado di calamitare i tre quarti dei palloni giocati dalla sua squadra; gli abbiamo lasciato troppo spazio perché non siamo stati bravi a contenerlo, abbiamo regalato punizioni in posizioni pericolose e lui ci ha punito".

Ci sono però tanti aspetti positivi da sottolineare perché il Gargallo, soprattutto dopo essere pervenuto al pareggio, ha creato più volte i presupposti per rovinare la domenica del Megolo: "Siamo un gruppo giovane che porta avanti l'idea di giocare il pallone, c'è da ben sperare per il futuro. Sappiamo che, per com'è composta la squadra, dobbiamo sempre mettere le partite sull'aspetto tecnico e non su quello fisico perché altrimenti con i giocatori esperti che ci troveremo di fronte in questa Terza non vinceremo neanche una partita. A volte ci riusciamo, altre meno perché non riusciamo a tenere la stessa intensità per tutta la durata della partita ma del gioco non possiamo che essere soddisfatti per ora. Dobbiamo salire un gradino in più, capire per davvero come affrontare questa Terza categoria perché troveremo tante squadre ostiche anche se magari non tutte al livello del Megolo che ritengo la meglio attrezzata per vincere questo campionato e faccio loro i miei complimenti".

Margini di miglioramento ce ne sono e sono evidenti, resta da capire nelle intenzioni del tecnico dove questa squadra possa arrivare in questo suo primo anno nel ritorno in categoria: "Sappiamo che possiamo migliorare ma anche che nelle prime tre giornate abbiamo affrontato due delle squadre (Megolo e Montecrestese, n.d.r.) che probabilmente si giocheranno la vittoria del campionato; c'è qualche giocatore che sappiamo avere le potenzialità per dare qualcosa in più, e cito per tutti Gallo che ha qualità e abbiamo voluto fortemente ma sta giocando ancora al di sotto di quelle che sono le sue qualità. Nelle prossime giornate affronteremo squadre più alla nostra portata, da lì probabilmente potremo capire qualcosa di più sulle possibilità di questo Gargallo".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:GARGALLO Terza Categoria VCO