L'Arona nuovamente al tappeto, Lionello: "Ci va anche tutto storto" - I AM CALCIO NOVARA

L'Arona nuovamente al tappeto, Lionello: "Ci va anche tutto storto"

Alessandro Lionello
Alessandro Lionello
NovaraPromozione Girone A

La gara di Santa Cristinetta per l'Arona è un passo indietro dopo il buon pareggio colto dalla squadra a Bellinzago sul campo del Bulè. I molti errori commessi durante la gara e una gestione della stessa con poco raziocinio hanno prodotto una sconfitta pesante, che rischia di far perdere alla compagine lacuale il treno della salvezza.

La ricetta per operare il cambio di marcia? Secondo il direttore sportivo Alessandro Lionello potrà arrivare solamente attraverso il lavoro: "Il risultato, per quello che si è visto sul campo, probabilmente è un po' pesante. Gli errori ci sono stati e non vanno negati ma nella prima frazione la partita l'ha fatta l'Arona e, al di là del gol del pareggio arrivato com'è arrivato, forse meritavamo qualcosa di più. La verità è che in questo momento va tutto storto, quando sembrava ci stessimo un po' riprendendo è arrivata questa mazzata ma al livello di prestazione non butterei via tutto. Quattro gol al passivo però sono tanti e vanno ben analizzati".

La classifica parla chiaro e, a parte il Vogogna, l'Arona non si trova più nessuno alle spalle. Una condizione che sicuramente non aiuta a giocare con la giusta tranquillità per provare a colmare il divario con il resto del gruppo. "L'unica nota positiva della serata con il Briga è stato il rientro di Vergadoro, che ha subito dimostrato di poterci aiutare anche in fase realizzativa. Con qualche freccia in più davanti mi auguro che arrivino anche i risultati positivi perché la classifica in questo momento piange e bisogna far punti; tutte le nostre avversarie, anche se a piccoli passi, stanno muovendo la loro classifica e noi non possiamo essere da meno. Abbiamo delle carte da giocarci e, pur se non è facile uscire da un momento come questo, lo dobbiamo fare".

Un allenatore nuovo chiama inevitabilmente il discorso a virare sul fronte mercato. Ragazzoni sta valutando il materiale umano a disposizione ma appare indubbio che questo Arona abbia bisogno di ulteriori innesti per provare a rientrare in carreggiata: "Manca un mese all'apertura della finestra di mercato invernale, il tempo che servirà a Ragazzoni per valutare la rosa che l'Arona possiede in questo momento. Sicuramente il tecnico farà le sue richieste, giocatori che siano in grado di adattarsi al suo modo di giocare, e noi come dirigenza cercheremo di accontentarlo: in certi reparti appare evidente che ci manca qualcosa, lì andremo sicuramente ad intervenire".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:ARONA Promozione Girone A