Il rammarico di Seghezzi: "Perché cambiare metro in corsa?" - I AM CALCIO NOVARA

Il rammarico di Seghezzi: "Perché cambiare metro in corsa?"

Igor Seghezzi, tecnico del San Maurizio
Igor Seghezzi, tecnico del San Maurizio
NovaraSeconda Categoria Girone A

E' forse il modo peggiore di perdere una partita, quello in cui è incappato domenica il San Maurizio che ha dovuto subire la rimonta del Veruno concretizzatasi nei minuti di recupero, infrangendo le speranze cusiane di poter accorciare in modo evidente la classifica. Nonostante questo mister Igor Seghezzi, digerito il boccone, è già proiettato alla prossima partita: "C'è amarezza per come è arrivata la sconfitta, anche perché venivamo già da una domenica a Gravellona in cui avevamo subito il pareggio pochi secondi prima del novantesimo. Dispiace perdere punti così perché oggi avevamo fatto una partita importante ma il calcio è così e le partite non sono mai finite fino al fischio finale e non bisogna mai abbassare la guardia. Contesto solamente l'episodio del primo gol ma non tanto il rigore che ci poteva stare, quanto il fallo precedente da cui è scaturita la punizione che ha permesso al Veruno di mettere il pallone in mezzo all'area. L'arbitro fin lì non aveva arbitrato male, tenendo un metodo permissivo in campo per tutte e due le squadre per cui non capisco il cambio di metro all'improvviso che ha cambiato il corso della partita".

E' una squadra in crescita quella di Seghezzi, che domenica dopo domenica dimostra di poter provare ad inserirsi anche nelle zone d'alta classifica nonostante la battuta d'arresto che ne ha fermato la risalita. "A livello di classifica - commenta il tecnico - le ultime due giornate purtroppo pesano perché ci ritroviamo con cinque punti in meno che a fine stagione peseranno. Dove dobbiamo crescere? Con il Veruno abbiamo fatto bene perché affrontavamo uno degli attacchi migliori del campionato; dobbiamo imparare ad essere più incisivi quando ci capitano i palloni per chiudere le partite, quando si ha l'opportunità di fare il 2-0 bisogna essere concreti. Possiamo comunque arrivare in alto e non saranno questi due passaggi a vuoto a farci perdere la determinazione che serve per puntare al nostro obiettivo".

Bisogna tenere da conto, come aspetto positivo, le due prestazioni offerte dal San Maurizio contro due delle squadre che in quest'avvio di stagione stanno ottenendo risultati migliori del resto del gruppo; prestazioni che fanno ben sperare anche in ottica futura. "Tolte le prime due partite, che abbiamo perso giocando male, ci stiamo ben comportando anche in questo campionato di Seconda categoria, facendo risultato e soprattutto belle partite. Sono contento della partita dei ragazzi anche se nel calcio conta molto il risultato, l'unica cosa che questa domenica mi rammarica".

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche