La Ro.Ce. respira l'aria dell'alta classifica: 2-0 al Baveno - I AM CALCIO NOVARA

La Ro.Ce. respira l'aria dell'alta classifica: 2-0 al Baveno

La rete del vantaggio di Migliavacca
La rete del vantaggio di Migliavacca
NovaraEccellenza Girone A

E' sempre più la Romentinese e Cerano di Stefano Civeriati quella che sta aggredendo il campionato dall'arrivo del tecnico lombardo, risalendo la corrente della classifica fino a stanziarsi al terzo posto in attesa del big match che al "Vigino" metterà di fronte i novaresi al Borgovercelli, che la precede in graduatoria. La seconda sfida nel giro di quattro giorno al Città di Baveno promuove i padroni di casa a cui basta il minimo sforzo, all'interno di una gara controllata quasi interamente, per ottenere la massima resa guadagnando ulteriore credito e proporsi come una delle realtà più interessanti proposte al momento dall'Eccellenza regionale. Per il Baveno è tempo di leccarsi le ferite senza però cullarsi troppo a lungo che la classifica, al momento deficitaria per gli uomini di Molle, non permetterà ulteriori passi falsi.

Una sola porta Primo tempo a senso unico quello che va in scena al "Beretta e Muttini" di Romentino. I padroni di casa, pur senza incantare, stringono d'assedio gli avversari nei primi venti minuti di gioco fino a trovare il vantaggio che acquieta i verde-granata di Civeriati che vivono di rendita favoriti dalla mancata intraprendenza dei borromaici, mai veramente pericolosi dalle parti di un inattivo Rizzetto. Difesa a tre per la Ro.Ce. affida la fase offensiva al duo Aniekan-Colombo mentre il Baveno, forse scottato dalla gara di Coppa persa in settimana, cambia le carte in tavolo disegnando un attacco a tre punte dove Cerutti affianca l'ex Salzano e Romano. L'intraprendenza dei novaresi è subito tangibile al 5' quando Aniekan sfonda sul fianco sinistro da dove lascia partire un traversone su cui Chiodi sbaglia l'uscita, Migliavacca sbaglia la coordinazione per la battuta in porta al volo; un minuto dopo Colombo fa da sponda per Augliera il cui tiro a giro sfiora l'incrocio dei pali. Il meritato vantaggio al 18', il traversone di Augliera dal fronte sinistro, tallone d'Achille della retroguardia ospite, trova lo stacco imperioso di Migliavacca che sale in cielo e schiaccia nell'angolino dove Chiodi non può arrivare. Il gol rallenta ulteriormente i ritmi di una gara non travolgente, la Ro.Ce. gestisce il possesso con facilità ma non affonda, solamente al 38' ha un sussulto con Bugno che direttamente da calcio d'angolo prova a sorprendere Chiodi, pronto a rifugiarsi nuovamente in angolo.

Contropiede letale E' evidente a tutti, e quindi per primo a mister Molle, che c'è bisogno di una sterzata decisa al rientro in campo e il tecnico bavenese la cerca nell'ingresso di Di Leva che sostituisce Eliseo. Gli ospiti approfittano di un leggero calo della Romentinese e Cerano, che lascia campo e possesso agli avversari, ma manca al momento di concludere verso la porta avversaria con Salzano, Cerutti e Romano che raramente riesco a giocare nei sedici metri dei padroni di casa. La Ro.Ce. intanto va a fiammate, ma tanto basta per tenere in apprensione il Baveno: al 3' Augliera si prende tutta la fascia prima di rifinire per Colombo la cui botta si infrange sul corpo di Casarotti, al 6' lo stesso Colombo svetta su calcio d'angolo ma non ha fortuna e la conclusione lambisce l'incrocio dei pali. Il Baveno prova a smorzare la tensione al 19', con Di Leva che fa correre Cerutti sulla destra per una conclusione degna più di una gara di rugby che di calcio; al 23' Di Leva si mette in proprio e in acrobazia sfiora il bersaglio grosso impattando il corner battuto da Salzano. Al 26' Cestagalli buca la barriera senza sorprendere Chiodi, al 31' prova la stessa giocata Salzano sul fronte opposto del campo ma per l'attaccante biancoblu non è giornata e la sfera termina lontano dai pali di Rizzetto. La gara si trascina stancamente fino al 90' ma l'invenzione di Bugno al 36', che lancia in profondità Colombo abile a far sedere Casarotti e a beffare il portiere con un pallone sotto le gambe che regala il raddoppio ai padroni di casa, ravviva per un attimo l'ambiente mettendo al sicuro tre punti che per la Ro.Ce. diventano fondamentali in chiave classifica.

ROMENTINESE E CERANO-CITTA' DI BAVENO 2-0

Reti: 18' Migliavacca; 36'st Colombo.

Romentinese e Cerano (3-5-2): Rizzetto; Michi, Rosato, De Dionigi; Migliavacca, Torin, Bugno (37'st Naggi), Augliera, Cestagalli; Colombo (47'st Moscardi), Aniekan (15'st Ballgjini). A disposizione: Rainero, Nieli, Ogliari, Piva, Ibba, Gulin. All. Civeriati.

Città di Baveno (4-3-3): Chiodi; Eliseo (1'st Di Leva), Casarotti (39'st Gitteh), Stanglini, Ramalho (44'st Merio); Danzo, Gjonaj, Ferrara (12'st Motetta); Salzano, Cerutti (37'st Preiata), Romano. A disposizione: Poletti, Clausi, Petrulli. All. Molle.

Arbitro: Mancuso di Ivrea.

Note: Ammoniti Michi e Augliera per la Romentinese e Cerano, Stanglini e Gjonaj per il Città di Baveno.

Carmine Calabrese