Arezzo-Novara 3-1, azzurri rimontati dopo il vantaggio di Sbraga - I AM CALCIO NOVARA

Arezzo-Novara 3-1, azzurri rimontati dopo il vantaggio di Sbraga

Sbraga autore del momentaneo 1 a 0
Sbraga autore del momentaneo 1 a 0
NovaraSerie C Girone A

Il Novara torna dalla trasferta di Arezzo con zero punti e tanto amaro in bocca, gli azzurri nel contesto di una partita equilibrata trovano il gol del vantaggio con Sbraga ma vengono subito ripresi dal classe 2000 Corrado, sull’uno a uno viene assegnato un rigore discutibile all’Arezzo che indirizza il match, Cutolo trasforma il penalty e triplica sempre dagli undici metri a tempo scaduto.

Le formazioni Un cambio rispetto a settimana scorsa, Piu al posto di Belloni che ha qualche problema fisico e non è al meglio, in attacco c’è Gori a far coppia con Cutolo. Solito 4-3-2-1 per il Novara con Peralta e Piscitella dietro a Bortolussi, si rivede Barbieri in panchina dopo l’esperienza con l’under 17 in Brasile.

Prima frazione interlocutoria Sicuramente non saranno ricordati i primi quarantacinque minuti di gioco tra Arezzo e Novara, gli spunti di cronaca si contano sulle dita di una mano, al 5’ un destro di Nardi viene bloccato da Pissardo, stessa sorte al 22’  per una conclusione dalla distanza di Buzzegoli. Al 30’ si vede l’Arezzo con l’occasione più pericolosa del primo tempo, Gori è abile a girarsi in un fazzoletto, il suo tentativo non termina distante dal palo alla sinistra di Marchegiani, prima dell’intervallo Cutolo, il più attivo dei toscani, dalla distanza non crea troppo patemi all’estremo azzurro.

Novara rimontato, proteste per il rigore del due  a uno Quattro gol e tante emozioni nella ripresa molto diversa dalla prima frazione, il Novara trova il vantaggio al 3’ con Sbraga che su cross di Buzzegoli batte Pissardo con una rete da attaccante consumato, l’uno a zero dura sette minuti, Corrado con un gran sinistro riporta le due squadre in parità. Il match è equilibrato, al 20’ Peralta serve Buzzegoli che calcia altissimo, al 24’ girata di Gori che costringe Marchegiani in angolo, al 29’ il nuovo entrato Schiavi su punizione sfiora il palo con Pissardo che tira un sospiro di sollievo nel vedere la sfera terminare fuori dallo specchio della porta. Al 32’ l’episodio che decide il match, contatto di spalla tra Sbraga e Caso che cade a terra, per l’arbitro è rigore che Cutolo trasforma spiazzando Marchegiani; Banchieri le prova tutte inserendo Gonzalez e Pinzauti ma è l’Arezzo a fare tris al primo minuto di recupero con un altro rigore di Cutolo procurato da Gori per l’entusiasmo del pubblico di casa che festeggia una vittoria fondamentale.

AREZZO-NOVARA 3-1                 

Reti: 3’st Sbraga (N), 10’st Corrado (A), 33’st su rigore e 46’st su rigore Cutolo (A).

Arezzo (4-4-2): Pissardo, Luciani, Borghini, Baldan, Corrado; Piu (12’st Melloni), Foglia, Tassi, Caso (45’st Rolando); Cutolo, Gori. A disposizione: Daga, Mosti, Sereni, Nolan, Picchi, Belloni, Mesina, Ceccarelli, Benucci, Raja, Cheddira. All. Di Donato

Novara (4-3-2-1): Marchegiani; Cassandro, Sbraga, Pogliano, Cagnano; Bianchi, Buzzegoli (34’st Pinzauti), Nardi (34’st Gonzalez); Peralta (25’st Schiavi), Piscitella (14’st Capanni)); Bortolussi. A disposizione: Marricchi, Ferrara, Bove, Visconti, Fonseca, Bellich, Barbieri. All. Banchieri

Arbitro: Perenzoni di Rovereto.

Note: Corner 3-4. Ammoniti Foglia per l’Arezzo, Bianchi e Cassandro per il Novara.

Marco Dho

Leggi altre notizie:NOVARA Serie C Girone A