La lettura di Morosini: "Maggiora più in palla di noi" - I AM CALCIO NOVARA

La lettura di Morosini: "Maggiora più in palla di noi"

Marco Morosini, tecnico del Veruno
Marco Morosini, tecnico del Veruno
NovaraSeconda Categoria Girone A

Si sapeva in casa Veruno che la gara di recupero con il Maggiora, una delle squadre più in forma del campionato, avrebbe potuto riservare non poche sorprese negative. E così è stato perché i ragazzi di Marco Morosini sono passati in svantaggio dopo pochi minuti non riuscendo più a riportare in equilibrio la bilancia della gara: "Abbiamo incontrato una squadra ben messa in campo, in grado di correre per tutti i novanta minuti arrivando sempre per prima sulle seconde palle, cosa che ci ha messo in difficoltà. E' stata un'ottima prestazione quella sfoderata dai nostri avversari, che sono stati bravi a passare con questo gol un po' strano, con la palla che è girata verso la porta e Poletti che non l'ha probabilmente vista arrivare; credo che ci sia da fare i complimenti al Maggiora ma anche che il Veruno sotto il punto di vista del palleggio qualcosa abbia creato. Siamo andati vicini al gol del pareggio in qualche occasione ma siamo stati poco fortunati e poco lucidi, non riuscendo a raddrizzare la partita".

Il Veruno è una squadra a cui piace giocare il pallone, tessere trame di gioco mantenendo l'iniziativa nelle proprie mani, e forse anche il campo di Cavallirio non è stato dalla parte degli ospiti anche se lo stesso Morosini tende a tralasciare determinati discorsi che possono quasi addurre delle scusanti non richieste: "In realtà sinceramente pensavamo di trovare un campo in condizioni molto peggiori ma in realtà il terreno di gioco ha tenuto bene, non c'era troppo fango e nemmeno pozze e la palla poteva essere giocata, come piace a noi. Ci sta, quando si cerca di giocare la palla, fare degli errori gratuiti in fase di appoggio e disimpegno, soprattutto quando giochi contro una squadra corta che ti pressa su tutti i palloni: abbiamo cercato di fare del nostro meglio ma il Maggiora è stato probabilmente più bravo di noi nel mantenere il vantaggio acquisito".

Un'assenza pesante è stata quello di Valloggia, attaccante da doppia cifra che potrebbe anche non rientrare per il resto della stagione. Una tegola pesante sul lavoro di un Veruno che anche sul proprio bomber basava le proprie ambizioni di salita in Prima categoria: "Sappiamo tutti il valore che ha Valloggia in questa categoria, non possiamo discuterlo perché è un giocatore di qualità che a questo Veruno può far fare quel salto di qualità e di imprevedibilità che in alcuni frangenti altrimenti ci manca, però sono contento di quello che ha fatto chi ha giocato al suo posto e sarebbe irrispettoso nei confronti degli altri componenti della rosa fare altri tipi di discorsi. Speriamo di recuperare al più presto il giocatore perché fa parte del nostro gruppo però questo Veruno ha fatto delle buone giocate anche contro il Maggiora".

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche