Lecco-Novara 3-2, gli azzurri molli e distratti si arrendono - I AM CALCIO NOVARA

Lecco-Novara 3-2, gli azzurri molli e distratti si arrendono

Primo gol per Cagnano in campionato
Primo gol per Cagnano in campionato
NovaraSerie C Girone A

Un Novara rinunciatario perde meritatamente a Lecco la seconda gara di un 2020 che parte in salita per il club azzurro. 3-2 il finale per il Lecco che, fin dall'inizio, ha fatto vedere più voglia di conquistare i tre punti in palio.

Come arrivano le squadre  Il Novara è reduce da un pesante 0-3 casalingo al cospetto della capolista Monza, un k.o. davanti alla nuova proprietà che però, contrariamente a quanto possa far pensare il punteggio finale, ha mostrato una formazione azzurra con idee, coraggio e gamba. Prima del Monza gli azzurri di Banchieri avevano raccolto due vittorie. Anche il Lecco di D'Agostino è in salute. Il pari di Vercelli è stato il quinto risultato utile per i bluceleste che stanno cercando di sollevarsi dalla zona play-out.

Le formazioni  Squalificato Moleri, D'Agostino lancia subito l'ex azzurro Bolzoni al centro delle operazioni e a sinistra sceglie Giudici per Pastore. Gli altri 9 giocatori vengono confermati rispetto alla trasferta di Vercelli. Banchieri rilancia Piscitella e Collodel fra i titolari al posto dell'acciaccato Gonzalez e dello squalificato Buzzegoli. Altra chance per Peralta, panchina per Bove e Cassandro.

Gara in salsa bluceleste  Parte meglio la formazione di casa che già al 7' si fa viva a sinistra con una combinazione fra D'Anna e Giudici che libera quest'ultimo al tiro sul primo palo da sinistra, Marchegiani non rischia in angolo. Al 10' cross di D'Anna, Capogna anticipa Pogliano ma non riesce a deviare verso la porta. Ancora Lecco al 15' con D'Anna che avanza sulla trequarti destra, punta Pogliano e tira largo sul primo palo. Grande chance al 22' per i lombardi con Capogna che pulisce e rifinisce all'indietro per D'Anna che da ottima posizione raccoglie lo scarico ma spedisce alto. Il Novara si affaccia in zona gol solamente al 26' con una punizione di Peralta dal limite telefonata e alta, vanificando così la punizione conquistata da Bortolussi. Si torna però subito in zona Marchegiani con Giudici che semina Barbieri e centra da sinistra, Sbraga libera in tackle scivolato.

Cagnano all'improvviso, Novara avanti  Arriva così al 28' e a sorpresa il vantaggio degli azzurri che matura con un cross da destra di Peralta. L'anticipo di Carissoni su Piscitella mette la sfera a disposizione di Cagnano che senza pensarci calcia di controbalzo sorprendendo Safarikas che viene battuto da un tiro certamente non irresistibile. Azzurri in vantaggio con il primo gol in campionato di Andrea Cagnano. Il Lecco reagisce subito con l'ennesima sponda di un buon Capogna per Strambelli, il tiro del numero 10 bluceleste è bello e teso, Marchegiani è bravissimo in tuffo ad arrivare all'angolino destro. Al 36' buona ripartenza ospite con Cagnano che da sinistra centra per Bortolussi, il colpo di testa della punta azzurra termina alto.

Dormita fatale, D'Anna pareggia  Quando la spinta dei padroni di casa sembra essersi ridotta, arriva puntuale il pareggio: punizione molto ben calciata da Strambelli dalla trequarti destra, la sfera supera Sbraga e Capogna e piomba sul secondo palo dove D'Anna brucia Barbieri e batte Marchegiani da pochi metri. Siamo al 40', Lecco e Novara sono sull'uno a uno e ci restano fino al duplice fischio che manda le squadre negli spogliatoi senza recupero.

Strambelli show  La ripresa si apre nuovamente con un Lecco aggressivo che vede in Strambelli l'uomo nettamente più ispirato. Al 5' il numero 10 raccoglie un lungo cross di Giudici e scarica una saetta a rete, bravo Marchegiani a respingere in tuffo. All' 8' calcia un'altra punizione dalla trequarti che semina il panico nell'area azzurra, al 10' calcia da fuori ma a lato.

Black-out allo stadio e...azzurro  Il gioco viene interrotto improvvisamente da un black-out all'impianto di illuminazione del Rigamonti-Ceppi, con le squadre che prima attendono sul campo l ripresa del gioco , poi tornano negli spogliatoi. Dopo più di mezz'ora la situazione pare normalizzata e si decide che è possibile tornare a giocare, con gli ospiti che paiono piuttosto titubanti.

Bum bum Lecco, Novara assente ingiustificato  Il Novara si rivede al 14' con un tiro di Piscitella da fuori dopo azione personale che termina alto, ma è un fuoco di paglia. E' il Lecco a condurre le operazioni e al 21' legittima il tutto con la rete del vantaggio. D'Anna suggerisce da sinistra, Capogna in area anticipa tutti e con un lob supera un Marchegiani fuori posizione e porta in vantaggio i blucelesti. Banchieri si decide (tardivamente) ad effettuare i primi cambi, togliendo due giocatori che hanno fatto male come Barbieri e Piscitella per schierare Cassandro e Gonzalez. Nemmeno il tempo di entrare e di disporsi in campo che il Lecco triplica: pallone regalato dalla difesa in possesso e in uscita dall'area a D'Anna che ringrazia, dribbla Collodel e scarica a rete il pregevole tiro che incenerisce Marchegiani, siamo al 23' ed il Lecco ha fatto 2 gol in due minuti. In tutto questo il Novara è assente ingiustificato, sia tecnicamente che mentalmente. Della squadra spigliata ed energica vista pochi giorni prima col Monza nemmeno l'ombra.

Rigore e superiorità numerica inutili  L'azione del Novara è lenta e prevedibile, le iniziative sono personali e nemmeno troppo convinte. Il Novara fa il solletico ai lombardi e si rende pericoloso solo al 34' quando su cross di Gonzalez la difesa libera male, il tiro da pochi metri di Nardi, destinato al sacco, viene però respinto da un difensore in maniera fortuita. La partita può improvvisamente girare al 39', quando Sbraga liberatosi in area fa partire un turi respinto col braccio da Giudici: è calcio di rigore, e Giudici è già ammonito. Penalty concesso, avversario espulso. Dopo due minuti di manfrine, Bortolussi spiazza Safarikas portandogli azzurri sul 3-2 al 41' ma nonostante sette minuti di recupero per le scene da oratorio alle quali tocca assistere, gli azzurri non trovano mai un'azione pulita per poter ottenere un immeritato pareggio. L'ultima occasione su calcio di punizione di Gonzalez al 51' si infrange sulla barriera, ma in fondo è gusto così: questo Novara non meritava punti.

LECCO - NOVARA  3 - 2

Reti: 28' Cagnano (N), 40' e 23'st D'Anna (L), 21'st Capogna (L), 41'st rig. Bortolussi (N).

Lecco (3-4-3): Safarikas; Merli Sala, Malgrati, Procopio; Carissoni (32'st Bastrini), Bobb, Bolzoni, Giudici; Strambelli (42'st Maffei), Capogna (31'st Fall), D'Anna (26'st Forte). A disp: Jusufi, Livieri, Milillo, Lisai, Pastore, Negro. All.: D'Agostino.

Novara (4-3-2-1): Marchegiani; Barbieri (22'st Cassandro), Sbraga, Pogliano, Cagnano (42'st Capanni); Nardi, Collodel (28'st Pinzauti), Bianchi; Piscitella (22'st Gonzalez), Peralta; Bortolussi. A disp: Marricchi, Tartaglia, Bove, Zunno, Paroutis, Bellich. All.: Banchieri.

Arbitro: Sig. Marini di Trieste

Note: espulso Giudici (L) al 39'st per doppia ammonizione e Jusufi (L) dalla panchina; ammoniti Malgrati e D'Anna per il Lecco, Barbieri e Peralta per il Novara. Angoli 9-3 per il Lecco. Interruzione del gioco per 35 minuti circa a causa di un guasto ai riflettori del Rigamonti-Ceppi.

Stefano Calabrese

Leggi altre notizie:NOVARA Serie C Girone A