Seghezzi tolto dal mercato, Cazzin: "Resterà a San Maurizio" - I AM CALCIO NOVARA

Seghezzi tolto dal mercato, Cazzin: "Resterà a San Maurizio"

Fabio Cazzin, presidente del S. Maurizio
Fabio Cazzin, presidente del S. Maurizio
NovaraSeconda Categoria Girone A

Quello di Igor Seghezzi era uno dei nomi caldi in vista del prossimo mercato degli allenatori nei campionati dilettanti novaresi. Tante erano le squadre che stavano pensando a lui per ripartire nel corso della prossima stagione, stanti gli ottimi risultati ottenuti nell'ultimo triennio alla guida del San Maurizio. E forse anche per questo la dirigenza della compagine cusiana ha voluto, con largo anticipo, blindare la posizione del proprio allenatore che il presidente biancoverde Fabio Cazzin ha riconfermato alla guida della squadra anche per la prossima stagione: "C'era bisogno di mettere il primo tassello in vista del prossimo campionato - racconta il numero uno sanmauriziese - e non potevamo non ripartire da Igor Seghezzi per dare continuità al lavoro fin qui svolto. Seghezzi sta svolgendo un ruolo fondamentale per la nostra società che, come tutti sanno, punta molto sul proprio settore giovanile; e il nostro tecnico lavora proprio in quest'ottica, inserendo gradualmente i nostri ragazzi nel tessuto della prima squadra, garantendo continuità al progetto biancoverde. L'anno prossimo riusciremo a presentare ai nastri di partenza anche la juniores, composta praticamente dai ragazzini che hanno cominciato con noi a livello di Esordienti, per cui sarà ancora più importante avere un allenatore che continuerà il proprio cammino sulla linea tracciata dalla società".

La società, con questa scelta, ha dimostrato di apprezzare moltissimo i risultati ottenuti dalla squadra nel corso delle ultime stagioni e, di rimando, anche il lavoro dell'allenatore che questa squadra ha provveduto a costruire e plasmare fino a farla diventare una realtà dell'attuale Seconda categoria. "Anche quest'anno - continua Cazzin - all'esordio in Seconda categoria ci siamo ben comportati ben sapendo che siamo una società nata rinata al calcio dei grandi da non più di tre anni. Personalmente sono molto soddisfatto di quanto è stato fatto anche se, parlando con lo stesso Seghezzi, ho letto in lui un po' di insoddisfazione per la possibilità di fare ancora meglio; in realtà venendo dalla Terza la paura grande era quella di non riuscire ad assorbire il salto e di finire a fare il fanalino di coda, come qualche volta è capitato ad altre squadre, perdendo motivazioni e divertimento con il rischio di rovinare il gruppo venutosi a formare. E in effetti un po' di sofferenza c'è stata ma la squadra ha dimostrato che la salvezza era ampiamente alla nostra portata anche prima dello stop per l'emergenza sanitaria che ha di fatto chiuso i campionati. Ci servirà come esperienza in vista delle prossime stagioni, la Seconda ora l'abbiamo assaggiato e abbiamo capito di poterci stare".

Il focus del San Maurizio, come ricordato dal presidente, è sempre stato quello di portare avanti i prodotti del proprio settore giovanile e anche per questo non sono previsti grandissimi stravolgimenti in una rosa che verrà integrata con ragazzi classe 2003 o addirittura 2004: "Non cambieremo molto in effetti, andremo ad intervenire laddove servirà qualche ritocco per sostituire qualcuno che smetterà per raggiunti limiti d'età come fatto nel corso delle estati andate, parliamo di due o tre innesti per puntellare la rosa attuale e quindi non di rivoluzioni. I nostri giovani probabilmente non sono ancora pronti per essere inseriti in pianta stabile nella rosa della prima squadra ma sappiamo che mister Seghezzi ci sta lavorando per cui siamo fiduciosi. L'importante è continuare a puntare sul gruppo che è stata la forza del San Maurizio in queste stagioni, ben sapendo che l'obiettivo che ci siamo prefissi dal 2015 è quello di arrivare a fare campionati di buon livello con ragazzi cresciuti quasi interamente in casa nostra".

L'emergenza sanitaria sta portando con sé anche molte preoccupazioni dal punto di vista economico, con società in difficoltà che faticheranno a ripartire. Preoccupazioni condivise anche dal presidente del San Maurizio che tuttavia vuole guardare al futuro con positività: "Siamo solamente al mese di maggio per cui diventa complicato al momento capire come potrà essere il futuro, anche quello a breve termine. Io però voglio essere ottimista come sono di natura e farò di tutto per far ripartire al meglio tutto il nostro movimento anche se è ovvio che le preoccupazioni ci siano; sicuramente non è il caso di andare a bussare alle porte degli sponsor in questo momento perché la risposta sarebbe certa e scontata. Speriamo che al momento di ripartire, a settembre o ad ottobre o quando sarà, le cose siano migliorate per tutti e che magari la Federazione ci venga incontro con delle forme di sostegno che ci diano la possibilità di continuare a dare i mezzi ai nostri ragazzi di scendere in campo ad inseguire un pallone, la cosa che ci interessa di più. C'è tanta voglia di ripartire e fare ancora meglio di quanto abbiamo fatto fino ad oggi ma sicuramente quello che verrà sarà un anno anomale e complicato sotto tutti i punti di vista".

IamCALCIO NOVARA per voi: due strumenti per sapere tutto su tutto il calcio novarese!       

- IL GRUPPO SU WHATSAPP. Il Canale dedicato alle squadre di Novara e provincia.  Entra tramite link di invito (clicca qui)  

- L'APP per Android. Ecco l'app di IamCALCIO dedicata a Novara e provincia: notizie, risultati in diretta, classifiche, foto sempre con te sul cellulare.

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche