La Ro.Ce. tra passato e futuro: via Civeriati, a breve il nuovo nome - I AM CALCIO NOVARA

La Ro.Ce. tra passato e futuro: via Civeriati, a breve il nuovo nome

Alessandro Bratto, Ds della Ro.Ce.
Alessandro Bratto, Ds della Ro.Ce.
NovaraEccellenza Girone A

Sarà un futuro diverso quello che attende all'orizzonte la Romentinese e Cerano, che non sta programmando rivoluzioni ma che si ripresenterà ai nastri di partenza della nuova stagione con qualche novità sostanziale. A cominciare dal nome, anche se non è ancora assodato come si chiamerà a partire dall'annata 2020-2021 la nuova società: quel che è certo è che si scinderà il trittico fin qui formato dai paesi di Romentino, Galliate e Cerano perché proprio quest'ultimo si staccherà e potrebbe riportare la società a chiamarsi solamente Romentinese.

Lo si saprà prossimamente mentre è storia attuale quella che riguarda la panchina della formazione del presidente Presta, lasciata libera dalla rescissione operata con mister Stefano Civeriati dopo sei mesi di buone prestazioni. Civeriati era subentrato dopo le prime giornate della stagione appena conclusa a tavolino a Luca Cataldo, riparando ad un avvio tutt'altro che scintillante della formazione novarese riportata al termine di un ottimo girone d'andata addirittura in corsa per la vittoria del campionato; sulla scelta della società ha influito un avvio di 2020 non all'altezza dal punto di vista dei risultati ma non solo, come si evince dalle parole del direttore sportivo Alessandro Bratto"Sono state fatte delle valutazioni molto attente a 360 gradi da parte della società che a malincuore ha deciso di interrompere il rapporto con mister Civeriati. Sul piatto della bilancia sono state messe tante cose, non solamente l'andamento sportivo della squadra in questa stagione, e siccome nel direttivo sussistevano alcuni dubbi credo sia stato giusto volgersi altrove per evitare di programmare una nuova stagione con un allenatore che non convinceva a fondo tutti. Questo errore in passato è già stato fatto ed è giusto imparare da questi errori per cercare di evitarli, a volte bisogna aver la forza di cambiare anche se il lavoro di mister Civeriati in questi mesi è stato ottimo".

Il nome dell'allenatore sarà il prossimo passo da compiere in casa Ro.Ce. e Bratto sta già lavorando a fondo per chiudere quanto prima la questione per aver più tempo per lavorare poi sulla squadra. In lizza in questo momento ci sono essenzialmente tre nomi, quello di Giorgio Rotolo che alla Ro.Ce. ha già vissuto un periodo in tempi recenti, quello di Costanzo Celestini, allenatore di esperienza con tantissima Serie D ed Eccellenza nella propria carriera, e quello di Alessandro Marzio che nell'ultima stagione ha guidato la Vergiatese in Eccellenza: "Stiamo facendo delle chiacchierate e ad oggi questi sono i tre nomi che stanno girando e che abbiamo contattato per la prossima stagione, i papabili alla panchina della Ro.Ce. Non è detto però che la scelta ricada su uno dei tre perché il ruolo dell'allenatore è fondamentale per programmare bene una stagione e noi lo sappiamo bene avendo già sbagliato l'anno scorso in estate e quindi non vogliamo ripeterci; fretta non ce n'è anche perché siamo solamente a maggio ma sappiamo bene che un allenatore va preso prima di impostare la campagna acquisti della prossima stagione".

Una campagna acquisti che in realtà è partita dalle conferme perché la società ha già fatto sapere di aver rinnovato gli accordi con Niccolò ColomboAlessio Bugno Raffaele Rosato che costituiranno la colonna vertebrale della squadra anche nella prossima stagione: "Ci sembrava giusto - conferma Bratto - ripartire da alcune certezze e questi giocatori si sono meritati la riconferma per quanto hanno fatto vedere nel corso di questa stagione. Credo però che ne arriveranno anche molte altre perché siamo soddisfatti di come si è espressa la squadra nelle sue individualità, aspettiamo solo che i giocatori in questo momento presenti in rosa possano essere valutati dall'allenatore che verrà investito del ruolo per la prossima stagione, dando a lui la possibilità di valutare il materiale umano a disposizione anche in base al modulo che vorrà impiegare. Quello che mi sento di escludere è che in quest'estate la rosa della squadra venga rivoluzionata come successo dodici mesi fa, quando sono arrivati venti nuovi giocatori".

Una scelta che ha influito anche sulla partenza della stagione della Romentinese e Cerano, sicuramente non così positiva come ci si sarebbe potuti attendere: "Se valutiamo il tutto adesso a bocce ferme, non possiamo che dire che il bicchiere di questa stagione è sicuramente mezzo pieno nonostante tutte le difficoltà che abbiamo avuto in partenza quando abbiamo pagato le grandi manovre di mercato estive. Qualche errore di percorso c'è stato a tutti i livelli, anche da parte mia, ma credo che sia normale sbagliare quando le cose da fare sono tante: l'importante credo sia sbagliare seguendo sempre un'idea perché, anche se qualche scelta può risultare errata, bisogna guardare all'obiettivo. E l'obiettivo della Ro.Ce. quest'anno era stare nel ristretto novero delle squadre destinate ai playoff. Dall'arrivo di Civeriati abbiamo centrato un filotto importante che ci ha portato molto in alto ma i passi falsi capitati nel girone di ritorno, messi ampiamente in preventivo perché avevamo fatto troppo bene nella prima parte, ci hanno portato comunque a ricoprire la quarta posizione ad otto giornate dalla fine, in linea con quello che ci era stato chiesto dalla società. Rimanere fuori dai playoff sarebbe stato un fallimento, vincere il campionato forse sarebbe stato troppo perché c'erano squadre più attrezzate di noi per farlo quindi va bene quello che siamo riusciti ad ottenere. Per la prossima stagione? Ormai la dimensione di questa società è stazionare nelle zone alte della classifica di Eccellenza. E' impossibile decidere a tavolino di partire per vincere perché sono poi i dettagli a fare la differenza sia a favore che contro ma lavorando bene si può programmare di conquistare un posto tra le prime cinque del campionato e questo è quello a cui punteremo".

IamCALCIO NOVARA per voi: due strumenti per sapere tutto su tutto il calcio novarese!       

- IL GRUPPO SU WHATSAPP. Il Canale dedicato alle squadre di Novara e provincia.  Entra tramite link di invito (clicca qui)  

- L'APP per Android. Ecco l'app di IamCALCIO dedicata a Novara e provincia: notizie, risultati in diretta, classifiche, foto sempre con te sul cellulare.

Carmine Calabrese