Olimpia si cambia: Licaj lascia, spazio ad Angelastri - I AM CALCIO NOVARA

Olimpia si cambia: Licaj lascia, spazio ad Angelastri

L'Olimpia Sant'Agabio 2019-20
L'Olimpia Sant'Agabio 2019-20
NovaraSeconda Categoria Girone B

E' durata due stagioni la liaison sportiva tra Edwin Licaj e l'Olimpia Sant'Agabio, due anni intensi in cui i risultati non sono forse stati quelli sperati ma che hanno creato un legame forte tra l'allenatore uscente e la piazza, legata visceralmente al proprio trainer anche e soprattutto nei momenti di difficoltà come la retrocessione giunta al termine dei playout nella scorsa stagione. Per Licaj quella novarese è stata la prima esperienza da allenatore ed ora quello che per tanti anni è stato in campo il cervello pensante della Romentinese si sente pronto per altre avventure: l'obiettivo, ambizioso, è quello di prendere il "Uefa A" per puntare al salto nel professionismo.

Intanto però in casa Olimpia Sant'Agabio bisogna puntare su un altro cavallo ma la dirigenza neroverde dimostra di avere le idee chiare pescando in casa quello che sarà il sostituto di Licaj, come preannuncia il direttore sportivo Gianluca Vecchio"Il direttivo della società guidato dal presidente Mirabelli si è riunito subito dopo aver saputo da mister Licaj di avere altri obiettivi per le prossime stagioni e ci siamo trovati tutti d'accordo nel voler dare continuità al lavoro fatto nelle ultime due stagioni scegliendo un allenatore che potesse portare avanti il discorso impostato da Eddy. Il nome perfetto era quello di Omar Angelastri, che nell'ultima stagione ha già dato una mano in campo durante gli allenamenti e conosce bene il gruppo e l'ambiente in cui si troverà ad operare, per cui al 99% sarà lui il tecnico della prossima stagione: nei prossimi giorni ci parleremo faccia a faccia ma ci siamo già sentiti e non dovrebbero esserci problemi di sorta nel proseguire sulla strada tracciata".

Una strada ben chiara quella che vuole perseguire la formazione novarese del presidente Mirabelli che ha già confermato quella che fino ad ora era solamente una voce di corridoio: "Stiamo valutando la possibilità - continua Vecchio - di richiedere un ripescaggio in Prima categoria, uno degli obiettivi che ci siamo prefissi all'inizio della scorsa stagione. Abbiamo lavorato per vincere il campionato sul campo ma sapevamo che pur arrivando nelle posizioni alte della zona playoff avremmo ugualmente provato a fare il salto attraverso i punteggi, consapevoli che avremmo potuto usufruire di un ripescaggio; a maggior ragione ora che i campionati non sono finiti e non è ben chiaro quali saranno i criteri per accedere al piano superiore. Anche in questa ottica puntiamo a mantenere l'ossatura della squadra e dai primi colloqui saranno in molti i giocatori che rimarranno con noi anche nella prossima stagione".

Il bilancio della stagione attuale era in linea è tutto sommato positivo per la società novarese che, pur essendo partita ad handicap racimolando due punti nelle prime tre uscite stagionali, ha saputo riproporsi poi nell'elite del campionato: "Vincere non è mai semplice - ricorda Vecchio - per cui non siamo partiti con l'idea di puntare assolutamente al primo posto anche se è chiaro che trovarsi in alto fa sempre piacere. Molto onestamente credo che ci fossero delle formazioni più attrezzate di noi per vincere questo campionato, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista del gruppo come ad esempio la Pro Ghemme che nei singoli non ci era superiore ma era sicuramente più squadra dell'Olimpia, ma credo anche che ce la saremmo giocata fino in fondo perché il campionato stava entrando nel vivo con tanti scontri diretti da giocare. La zona playoff era abbastanza delineata, le quattro squadre che erano davanti avevano qualcosa in più anche se bisognava fare attenzione al possibile ritorno di squadre sempre ostiche come River Sesia, Pernatese e San Rocco".

Uno sguardo l'Olimpia Sant'Agabio l'ha sempre gettato anche sul proprio settore giovanile, fiore all'occhiello della proposta calcistica voluta dal presidente Mirabelli ma che ha bisogno di una riorganizzazione dopo le ultime stagioni: "Non è ancora certo ma probabilmente dalla prossima stagione avremo la possibilità di vantare l'affiliazione con una società di Serie A per cui questo ci darà una mano a risistemare un settore giovanile che ha bisogno di essere risollevato qualitativamente. In questo momento annoveriamo un parco di ragazzi che si aggira sulle 200 unità, dalla juniores in giù, che per una realtà piccola come la nostra e contornata da tanti altri settori giovanili di società più importanti non sono pochi; la volontà è quella di provare a crescere anche sotto questo punto di vista per garantire un'offerta sempre migliore".

IamCALCIO NOVARA per voi: due strumenti per sapere tutto su tutto il calcio novarese!       

- IL GRUPPO SU WHATSAPP. Il Canale dedicato alle squadre di Novara e provincia.  Entra tramite link di invito (clicca qui)  

- L'APP per Android. Ecco l'app di IamCALCIO dedicata a Novara e provincia: notizie, risultati in diretta, classifiche, foto sempre con te sul cellulare.

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone B

ClassificaRisultatiStatistiche