Fanelli e Piedimulera, un accordo per ripartire insieme - I AM CALCIO NOVARA

Fanelli e Piedimulera, un accordo per ripartire insieme

Fanelli presentato dalla dirigenza
Fanelli presentato dalla dirigenza
VcoPromozione Girone A

Quando due voglia di rivalsa così forti come quelle che in questo momento sentono il Piedimulera Umberto Fanelli si incontrano, può venir fuori un mix esplosivo. Per motivi diversi ma più simili di quanto si potrebbe immaginare sia la compagine ossolana che il tecnico pugliese hanno necessità di lasciarsi alle spalle una stagione sicuramente negativa come quella appena conclusa, con i gialloblu di Tomola che hanno faticato a tenere la categoria riuscendoci anche grazie all'intervento della Federazione che ha bloccato le retrocessioni come risposta all'interruzione prematura del campionato causa COVID-19 e Fanelli che ha dovuto mandare giù bocconi amari in un'avventura cominciata in estate con l'Arona e finita troppo presto causa esonero, con la squadra ancorata ai bassifondi della classifica.

Un bisogno di voltare pagina così forte che sono bastati un paio di incontri per trovare la quadratura giusta e decidere di cominciare assieme un cammino che possa regalare più soddisfazioni di quelle raccolte nell'ultimo periodo: "Tutto è nato da una telefonata - racconta il neo tecnico ossolano - fattami dal direttore Simonetto per una chiacchierata. Questa mi è bastata per riconoscere nel presidente Tomola la semplicità e l'umiltà che gli sono proprie ed è stato semplice andare d'accordo su tutte le basi per rendere solido un rapporto di reciproca collaborazione come dovrà essere il nostro. Ho apprezzato la vicinanza della dirigenza, la voglia di fare che ho riscontrato in tutta la società e l'ambizione di arrivare ad obiettivi chiari; la stessa voglia che non vedo l'ora di metterci io, per lasciarmi alle spalle la brutta avventura vissuta in questa stagione ma che ho già archiviato e cancellato".

La prossima, per il Piedimulera, sarà una stagione di ricostruzione dopo un'annata non soddisfacente, puntando molto su una squadra giovane e da plasmare sotto gli aspetti tecnici e caratteriali. Un compito che non spaventa Fanelli, al quale viene riconosciuto il compito di saper costruire all'interno dello spogliatoio i gruppi dalle fondamenta e che anche a Piedimulera dovrà fungere da collante per creare una squadra compatta e, possibilmente, vincente: "Dovremo ripartire da una zoccolo duro che a Piedimulera c'è già e insieme al direttore Simonetto stiamo valutando ed individuando quelli con la mentalità giusta per continuare qui con noi". Questione riconferme insomma anche se i rumors di mercato danno capitan Mammucci tentato dall'avventura a Domodossola dopo tanti anni di militanza gialloblu: "Una voce vera - conferma Fanelli - anche se conto nel fatto che il presidente sappia toccare le corde giuste per trattenere un giocatore con il quale vorrei lavorare e che mi auguro rimanga con noi; in bilico c'è anche Tinelli, il cui cartellino è del Verbania, ma sul cui prestito sta lavorando il direttore. Per il resto integreremo una squadra complessivamente già buona inserendo della qualità mentre a livello di giovani il lavoro svolto nelle ultime stagioni a Piedimulera ha consentito di poter presentare dei ragazzi, classe 2002, che hanno già esordito in categoria sentendo il profumo della Promozione e sui quali si può lavorare e puntare".

Mercato aperto dunque per il Piedimulera, soprattutto considerando il fatto che nelle ultime stagioni Fanelli ha saputo crearsi un gruppo di "pretoriani" che con lui hanno vissuto sia le esperienze di Dormelletto che quelle di Arona e che, dunque, potrebbero seguirlo anche nell'avventura ossolana: "In realtà è passato un messaggio sbagliato nella scorsa stagione, ossia il fatto che abbia smembrato la squadra del Dormelletto per poterla con me in pianta stabile ad Arona. Questo non è successo, quando sono passato da Dormelletto ad Arona ho portato con me Coscia, Motta e Giani mentre il resto dei giocatori si sono mossi dopo il lavoro operato in sede di mercato da Lionello; non voglio che si ripeta la stessa cosa quest'anno per cui valuteremo con molta libertà assieme a Simonetto quali possono essere i profili giusti per il Piedimulera, anche considerando chi già c'è, e poi si prenderà una decisione. Quello che voglio sia chiaro è che chi verrà a Piedimulera dovrà meritare di indossare la casacca gialloblu, rispettando e sudando una maglia che per questo territorio rappresenta grande importanza".

IamCALCIO NOVARA per voi: due strumenti per sapere tutto su tutto il calcio novarese!       

- IL GRUPPO SU WHATSAPP. Il Canale dedicato alle squadre di Novara e provincia.  Entra tramite link di invito (clicca qui)  

- L'APP per Android. Ecco l'app di IamCALCIO dedicata a Novara e provincia: notizie, risultati in diretta, classifiche, foto sempre con te sul cellulare.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:PIEDIMULERA Promozione Girone A